Bonzo Team: terzo giorno

Siamo arrivati al terzo e penultimo giorno di viaggio dei ragazzi di BonzoTeam tra le bellezze di montagna dell'Appennino molisano, e la fresca e rilassante esperienza marittima della Puglia. Oggi il viaggio si spinge sempre più al Meridione!

Il terzo giorno ci muoviamo in direzione del Parco naturale del Matese. Ci aspetta una lunga giornata di curve. Lasciamo Ascoli Satriano e ci immettiamo sulla SP 101 diretti ad Accadia. Veniamo subito colpiti da un paesaggio stupendo, un perfetto connubio tra natura e opera dell'uomo (foto); sconfinati campi di grano sovrastati da enormi ed innumerevoli pale eoliche.

Il panorama perfetto per una guida rilassata che ci accompagnerà anche dopo Accadia e fino alla città di Troia. Come sempre il relax dura poco, infatti da qui, fino al nostro prossimo traguardo ovvero la città di Riccia, ci imbattiamo in un percorso, la SP58, a dir poco accidentato e totalmente senza indicazioni al punto da farci perdere l'orientamento e sbagliare strada. Raggiungiamo quindi, non volendo, Greci dove cartina alla mano, decidiamo di dirigerci verso Benevento e come sempre quando meno te lo aspetti, arriva la sorpresa.

Nel nostro caso si chiama SS 90 bis, scorrevole, poco trafficata fitta di lunghi curvoni come piacciono a noi motociclisti e battuta da un asfalto in ottime condizioni. A Benevento siamo costretti, per velocizzare gli spostamenti, ad entrare sulla solita noiosa tangenziale in direzione di Campobasso fino all'uscita Morcone località alle porte della nostra meta stabilita. Scaliamo dunque il Passo Bocca della selva a 1393 metri sul versante est del Parco naturale del Matese, che ci fa immediatamente dimenticare la tangenziale.

Un vero paradiso incontaminato al punto che ci sembra quasi di profanarlo con i fumi e i rumori dei nostri scarichi. Proseguiamo su questa lingua d'asfalto immersa nel verde intenso della vegetazione circostante, lasciando spazio in un paio di casi alla transumanza di mandrie bovine, fino a raggiungere la località turistica sia estiva che invernale di Campitello Matese. Da qui ci dirigiamo verso il punto di arrivo della nostra giornata motociclistica ovvero la frazione di Macchiagodena dove sosteremo presso il B&B "L'Antica dimora", costruzione risalente al periodo settecentesco finemente ristrutturata, accogliente e rilassante.

Ci fermiamo con 270 chilometri alle nostre spalle, frutto dei soli "corsi e ricorsi" della giornata di oggi, ma quelli percorsi dall'inizio del nostro viaggio sono quasi 1.000, e li supereremo domani, con la quarta e ultima tappa del nostro viaggio nel Centro Italia. Appuntamento a domani!

Altri Itinerari

  • Sella di Dobbiaco, itinerario in moto nella Val Pusteria

    La bella stagione alle porte ha spesso un solo significato per noi Trueriders, ossia la possibilità di goderci fino in fondo i valici più belli delle Alpi! Oggi vi segnaliamo un new entry: dal Trentino ecco a voi la Sella di Dobbiaco!

     
  • In moto tra la Val di Non e la Val di Fassa

    Trentino su due ruote? Sì, si può! Oggi TrueRiders ti propone una sorta di "guida turistica su due ruote" di alcune delle destinazioni più belle della splendida regione del Nord Italia, tra vallate coltivate e passi di montagna unici, per un itinerario da scoprire.

Messaggio



 

Cerca nel sito

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le nostre proposte

Moto off-road: consigli e segreti

enduro

Sono il mezzo motociclistico privilegiato per viaggi tra montagne, boschi e vallate: ma siete proprio sicuri di sapere tutto sulle Enduro?

Il Galles in moto lungo la B4560

Un nome poco appariscente dietro cui si nasconde un percorso panoramico da percorrere almeno una volta nella vita: vi presentiamo la B4560, strada regina del Galles