Un itinerario breve, ma ricco di saliscendi. Oggi TrueRiders ti porta al confine tra Veneto e Trentino Alto Adige, nel percorso "circolare" del Sellaronda, tra quattro passi dolomiti dal grande fascino e bellezza, da fare, perché no, proprio in un giorno solo.

La partenza di questo tour "a spasso sui Passi" (ti piace il gioco di parole?) è fissata a Canazei. Da questa bella località montana si parte in direzione del Passo Pordoi, per poi procedere verso il Campolongo, il Gardena e il Sella, per poi fare infine ritorno a Canazei. Ma continua a leggere, e scopri tutti questi luoghi unici... in sella alla tua due ruote!

 

Prima tappa - Da Canazei al Pordoi

Partiamo da Canazei, il comune del Trentino Alto Adige più a nord della Val di Fassa, per questo nostro insolito "a spasso sui Passi". La distanza dal Passo Pordoi è piuttosto esigua, 12 chilometri e mezzo, ma il percorso - la Strada Statale 48 - è ricco di curve, che fanno proprio al caso nostro.

Lungo la strada, ben segnalata e dalla pendenza che raggiunge il 15% lungo i 12 chilometri, attraversiamo il confine tra Trentino e Veneto e ci ritroviamo a Livinallongo del Col di Lana, nella bellunese Val Cordevole. Alto 2.239 metri, il Passo permette, con una bellissima funivia panoramica, l'accesso al Masso Pordoi, che svetta a oltre 3.000 metri di altezza. Da qui ripartiamo verso le prossime tappe, che iniziano con il Campolungo.

 

Seconda tappa - Dal Pordoi al Sella

Lasciato il Pordoi alle spalle, percorriamo la SS48 fino ad Arabba, frazione di Livinallongo, e poi viriamo verso la SS244 in direzione nord, arrivando in 14 chilometri al Passo di Campolongo, il punto più orientale del Sellaronda, posto a 1.875 metri d'altezza e confine ideale tra Cordevole e Badia, ovvero tra Veneto e Trentino. 

Virando dalla SS244 alla SS243, prima in direzione nord e poi ovest, ci dirigiamo nuovamente in Trentino Alto Adige, con direzione la Val Gardena. Precisamente siamo sul Passo Gardena - un percorso di meno di 15 chilometri - che collega Selva di Val Gardena e Corvara in Badia, e il cui punto più alto è a 2.121 metri di altezza.

Dalla SS243 alla SS242, ci dirigiamo a sud. Penultima tappa di questo tour è il Passo Sella, con i suoi 2.240 metri il più alto del Sellaronda (appena un metro più del Pordoi), che collega Trento a Bolzano e si trova dunque interamente in territorio trentino. Il Sella è amatissimo da sciatori ed escursionisti, grazie ai suoi picchi e alla natura incontaminata che lo rendono frequentabile tutto l'anno.

 

Terza tappa - Dal Sella a Canazei

Siamo giunti alla fine del Sellaronda. In circa 13 chilometri, percorrendo di nuovo un ultimo tratto della SS242, e collegandoci infine con la SS48 - Strada delle Dolomiti, torniamo a Canazei.

Le Torri del Sella, gli impianti di risalita, e la natura del Trentino Alto Adige ci accompagnano in questo ultimo tratto di strada sul Sellaronda, che non potremo non ricordare nelle prossime avventure. In fondo, i passi di montagna sono le vere... "curve del rider"!

 

Altri Itinerari

  • Great Ocean Road, la bellezza dell'Australia in moto

    Kinga Tanajewska è una ragazza polacca che da qualche anno vive in Australia, e ha una passione incredibile: la motocicletta. E proprio in sella a una BMW R1200GS ha percorso la Great Ocean Road.

     
  • Sella di Dobbiaco, itinerario in moto nella Val Pusteria

    La bella stagione alle porte ha spesso un solo significato per noi Trueriders, ossia la possibilità di goderci fino in fondo i valici più belli delle Alpi! Oggi vi segnaliamo un new entry: dal Trentino ecco a voi la Sella di Dobbiaco!

Messaggio



 

Cerca nel sito

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le nostre proposte

Valleriana, la Svizzera pesciatina in moto

Valleriana, scoprire la Svizzera Pesciatina in moto

Il nome non vi tragga in inganno perché siamo in Italia: vi portiamo in Toscana, alla scoperta della Svizzera pesciatina in moto 

Il Passo di Crocedomini, la bellezza delle Alpi dell'Alta Bresciana

Tra i tanti passi che costellano le Dolomiti e l'Arco Alpino, e che sicuramente meritano una visita su due ruote, oggi ne abbiamo scelto uno forse non famosissimo, ma molto interessante: il Passo di Crocedomini.