panorama sul lago d'orta

Qualche tempo fa abbiamo "inaugurato" una serie di itinerari sui laghi. Siamo stati sul Lago Trasimeno, in Umbria, per poi spostarci lungo le rive del Lago di Garda. Oggi vogliamo portarti a scoprire, sempre in moto, il Lago d'Orta. Non lo conosci? Beh, continua a leggere per scoprirne di più!

Questo piccolo specchio d'acqua, dai bellissimi scenari naturali e dalle strade che ne cingono delicatamente le rive, si trova in Piemonte, tra le province di Novara e Verbano-Cusio-Ossola, e i suoi centri abitati principali sono Omegna, Orta San Giulio e Pelle.

Oggi TrueRiders vuole farti percorrere queste bellissime strade, partendo e tornando proprio a Omegna, in un percorso circolare in senso orario di poche decine di chilometri, molto adatto per un weekend o una "gita fuori porta". 

 

1° tappa - Da Omegna a Orta San Giulio

omegna sul lago d'orta

Il nostro itinerario sul Lago d'Orta inizia a nord, nel comune di Omegna. Comune di circa 16.000 abitanti, Omegna è situata alla base del Monte Mottarone, dal quale è riparata. Di origine romana, Omegna è attraversata da canali, e per questo viene a volte chiamata "la piccola Venezia". 

Il viaggio parte da qui. Per raggiungere Orta San Giulio, usciamo dal borgo e percorriamo la Strada provinciale 229 in direzione sud, costeggiando per lunga parte del percorso il lago, tranne in corrispondenza di Pettenasco. Questa prima tappa è di circa 10 chilometri, e ci porta dritti al centro di Orta San Giulio, la "penisola" lacustre.

 

2° tappa - Da Orta San Giulio a Pella

isola orta san giulio

Appena 1.200 abitanti, ma una grandissima bellezza. Bandiera arancione e uno dei borghi più belli d'Italia, infatti, Orta San Giulio si "divide" nel borgo, sporgente sul lago, e nella piccola Isola di San Giulio, sulla quale si trova l'importante Monastero Mater Ecclesiae - dove vengono restaurati volumi e tessuti antichissimi - e la bella Basilica di San Giulio, spesso scelta dagli sposi per dei matrimoni da favola.

Dopo aver visitato il borgo, con l'elegante Palazzo Penotti Ubertini, ripartiamo in direzione di Pella. Da lontano ammiriamo l'elegante e curioso profilo di Villa Crespi, che oggi ospita il ristorante di un noto chef televisivo italiano (una pausa pranzo qui non sarebbe male, che ne dici?), e scendiamo verso sud, in direzione Gozzano, sulla SP229, per poi risalire, da Monterosso a Pella, percorrendo la SP46 per circa 15 chilometri.

 

3° tappa - Da Pella a Orta San Giulio

pella lago d'orta

Caratterizzata da un elegante lungolago, che definisce il profilo esterno del borgo, Pella è una località davvero molto bella, dove il relax del lago si unisce alla bellezza del panorama, che mescola colline e montagne, e che definisce la zona più occidentale del lago.

Dopo aver visitato Pella, possiamo ripartire verso il luogo di partenza, Omegna. Il percorso è di circa 12 chilometri, sulla SP46, e nonostante tocchi le zone dell'entroterra, come Cesara e Broio, ci permette ancora di scoprire alcuni interessanti luoghi sul lago, facendo piccole deviazioni, come Ronco e Oira. 

 

Altri Itinerari

Messaggio



 

Cerca nel sito

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le nostre proposte

Alla scoperta della Scozia in moto, in moto tra le Highlands e le isole

Scozia

Con i suoi incantevoli paesaggi la Scozia è indubbiamente una delle mete da visitare almeno una volta nella vita e scoprirne le meraviglie naturali e culturali in moto ha tutto un altro sapore…

La Grecia in moto: sulle strade di un antica civiltà

Quando strade e moto ancora non esistevano qui nasceva la civiltà europea: un gradito ritorno in Grecia con un nuovo itinerario su due ruote!