Bollo

Bollo moto: una volta all’anno, tocca a tutti, motociclisti compresi (sì, il bollo si paga anche sulle moto e non solo sulle auto). Per questo è meglio sapere da subito quanto pagare e come fare, in modo da andare dritti alla meta.

Prima di capire come fare e quanto pagare, una premessa: il bollo, auto o moto che sia, è una tassa di possesso ed è dovuta da chiunque possieda una motocicletta, un ciclomotore o un’automobile, anche se non si usa il mezzo di trasporto, è rotto o lo si tiene parcheggiato in garage. A norma di legge, si paga il bollo finché si possiede il bene.

 

Come fare?

Il problema principale legato al bollo è dato dal fatto che le regioni si regolano in maniera diversa.

Non tutti gli enti locali sono convenzionati con l'Automobile Club d'Italia, il quale è preposto alla riscossione del bollo per Abruzzo, Basilicata, Campania, Emilia Romagna, Lazio, Molise, Puglia, Umbria, Provincia Autonoma di Trento e Provincia Autonoma di Bolzano. In Toscana e in Lombardia, invece, la gestione del pagamento del bollo moto è affidata rispettivamente alla Regione Toscana e alla Lombardia Informatica S.p.A., un'azienda che controlla archivi e registri della Regione.

Il pagamento si effettua sia presso gli uffici dell'ACI che nelle corrispettive regionali per le due regioni citate, mentre per tutte le regioni nelle quali l'ACI copre il servizio si può usufruire del servizio di pagamento online (http://www.aci.it/i-servizi/servizi-online/bollo-auto.html) .

Il sistema, una volta inserito il numero di targa del proprio motoveicolo, calcola in automatico la somma dovuta, la cui scadenza parte dal mese successivo all'ultima rata pagata, ma che generalmente cade a gennaio e luglio (se si è pagato a luglio, ad esempio, il sistema conteggerà il pagamento a partire dal 1° agosto, e così via). Per chi non voglia farsi trovare impreparato, inoltre, c'è la possibilità di pagare in anticipo nel mese di scadenza del bollo, così da "anticipare" i tempi.

 

Quanto pagare?

La tariffa da pagare segue la categoria Euro di immatricolazione della moto. Aumenta all'aumentare del tasso di inquinamento, favorendo anche un ricambio "generazionale" delle moto in circolo. I costi si dividono in fisso (dai quasi 30 euro del Piemonte per l'Euro 0 ai 19,11 euro per l'Euro 3 del Lazio) e variabile, ovvero una quota che va moltiplicata per la potenza espressa in kW della moto.

Esempio: Moto Euro 2, potenza 100 kW immatricolata in Molise. Tassa fissa = € 22.47 + (1,07 x 100) = € 127,97

Bisogna sempre ricordare, inoltre, che pagamenti in ritardo subiscono l'aggravio degli interessi di mora e delle sanzioni (nei casi di ritardo maggiore superiore ai 12 mesi), che vanno dal 3,75% degli interessi di mora fino al 30% dell'importo dovuto e gli interessi dell'1,375% per ogni semestre di ritardo accumulato. Per non essere impreparati ed evitare sorprese potete rivolgervi alla delegazione ACI più vicina, oppure allo stesso Automobile Club d'Italia, anche via telefono o email, consultando il sito dell'agenzia (http://www.aci.it/).

Altre news

  • Wired Next Fest 2015, moto e innovazione

    Si apre oggi, venerdì 22 maggio, il Wired Next Fest 2015, l'evento di innovazione, cultura e società promosso dalla rivista Wired, uno dei massimi fenomeni mondiali nella "stampa 2.0". 

     
  • Motomondiale 2016, in Catalogna Rossi cerca il riscatto

    Dopo poco più di un mese il Motomondiale 2016 fa tappa nuovamente in Spagna a Barcellona: in MotoGP Lorenzo è sempre più leader mentre Rossi deve riprendersi dalla delusione del Mugello.

Messaggio



 

Cerca nel sito

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le nostre proposte

Itinerario in moto in Messico

Se volessimo associare tre parole per ciascun paese, forse il Messico ci suggerirebbe “mare”, “storia” e “cultura”. Sì, perché questo grande paese, è ricchissimo di elementi naturalistici e culturali di assoluto pregio.

Col de Turini, in moto tra le Alpi Marittime in Francia

Anche se il nome farebbe quasi pensare a Torino, e dunque all'Italia, il Col de Turini si trova in Francia, tra le Alpi Marittime di confine, ed è una meta particolarmente amata dagli sportivi, motociclisti in testa (ma non solo).