Girare il mondo in sella a una Vespa 125 TS del 1976, percorrendo una quarantamila chilometri attraverso ventotto nazioni diverse. Utopia? Non per Luca Capocchiano. Chi è? Scopriamolo insieme!

 

Luca è un ingegnere meccanico che viene da Genova, e che ha deciso, dopo un viaggio - già abbastanza avventuroso - dalla sua città fino a Tarifa, il punto più meridionale della Spagna, di intraprendere una vera e propria mission: fare il giro del mondo, viaggiando verso est, con partenza e ritorno nella città della Lanterna.

Dalla parte di Luca, oltre a una indubitabile passione per i viaggi e per i motori, c'è un'esperienza professionale che l'ha portato in Ducati e in Honda, nei mondiali Superbike (il "MotoGP" in scala ridimensionata, diremmo noi) e addirittura a Maranello, in Casa Ferrari. Insomma, non proprio uno sprovveduto, ma un avventuriero come non se ne vedevano da tempo.

Il giro del mondo di Luca Capocchiano è cominciato il 5 ottobre 2014, e da quel momento in poi, con una velocità massima di 80 chilometri orari che ha dato il nome al suo viaggio-avventura (Il giro del mondo a 80 all'ora), ha toccato prima i Balcani, la Turchia, il Kurdistan e l'Iran, passando per Oman e India. 

Dopo una sosta in Thailandia, dove ha potuto riparare la Vespa, già ben provata dal lunghissimo viaggio (del quale ha pur percorso solo una piccola parte), ma ancora viva e vitale, Luca ha raggiunto Singapore via nave, per poi percorrere buona parte dell'Australia. Una volta raggiunta Melbourne, prenderà un aereo per Santiago del Cile, dove inizierà la sua scalata al Brasile (ripercorrendo, almeno in parte, il viaggio di Che Guevara raccontato nei "Diari della Motocicletta").

Dopo aver percorso parte dell'Atlantico via nave, Luca prevede di giungere a Dakar, approdo della storica gara motociclistica con partenza da Parigi e, seguendo l'itinerario al contrario, tornare nella sua Genova. Mesi e mesi di avventura in solitaria, ma sicuramente un viaggio che non dimenticherà mai! 

Altre news

  • Calendario MotoGP 2015

    MotoGp 2015

    Calendario MotoGP 2015, ecco tutti gli eventi del Motomondiale che sarà chiamato a far "dimenticare" l'annata 2014 con lo straripante successo di Marc Marquez e il secondo posto di Valentino Rossi.

     
  • Obiettivo North Cape: non importa il mezzo, ma la promessa...

    Ci è capitato in questi mesi d’imbatterci in itinerari di viaggio spesso ai confini dell’Europa più estrema, e il mezzo privilegiato da questa avventure è stata ovviamente la moto. Il fascino di un viaggio però può derivare anche da una promessa fatta in un momento molto difficile della vita di una famiglia…

Messaggio



 

Cerca nel sito

{{#image}}
{{/image}}
{{text}} {{subtext}}

Le nostre proposte

In moto tra i tornanti del Passo del Vestito

Itinerario Passo del Vestito e Alpi Apuane: foto di Lucarelli

Dal Mar Tirreno alla Garfagnana, un viaggio in moto lungo i percorsi stradali ricchi di curve e tornanti del Passo del Vestito e del Parco naturale regionale delle Alpi Apuane.

Il Passo del Tonale in moto, una strada straordinaria

Su Facebook gli utenti di TrueRiders si sono divisi: c'è chi ama il Passo dello Stelvio, e chi preferisce il Passo del Tonale. Noi, ovviamente, non vogliamo scontentare nessuno dei due "gruppi", ed ecco cosa abbiamo pensato per tutti voi.