Stivali moto, come scegliere il modello giusto

Stivali moto




Gli stivali per moto: una scelta molto semplice a prima vista, ma non pensare che basti “mettere qualcosa ai piedi”. Per individuare il modello più adatto a te devi prima conoscere alcuni elementi di base sulla sicurezza, sui materiali, sulle taglie. E poi, infine, fare la tua scelta: per tutto questo ti aiuteremo noi di TrueRiders!  

Consigli per la scelta degli stivali moto

Il dilemma, soprattutto per i meno esperti è: scarpe o stivali? Per quanto riguarda la questione sicurezza gli stivali sono impareggiabili, quindi le scarpe non li possono sostituire al 100%. Per quel che invece concerne la comodità, i criteri sono più soggettivi: si trovano stivali tecnici adatti alla pista, ma anche a lunghi viaggi in moto consentendo agio e disinvoltura nei movimenti.

Gli stivali – come le scarpe – possono inoltre essere usati certamente anche su strada, dove conferiscono il massimo della protezione per piedi, caviglie e polpacci, riparando anche dal freddo in modo ineccepibile.

Stivali moto: le caratteristiche e gli standard di sicurezza

Le statistiche dicono che i piedi sono la parte del corpo più esposta a rischi quando si viaggia su due ruote. Infatti, l’80% dei motociclisti coinvolti in un incidente riporta delle lesioni a questa parte del corpo e alle caviglie. Scegliere degli stivali moto adeguati che proteggono da impatti diretti è quindi fondamentale per viaggiare in sicurezza.

La principale caratteristica che devono possedere degli stivali da moto sicuri riguarda l’omologazione allo standard EN 13634. In questo modo, è accertata la loro resistenza e la loro composizione di materiali idonei.

Sono molti i modelli omologati in commercio: la maggior parte di questi sono di livello 1, che garantisce una minore resistenza all’abrasione. Meglio scegliere, per la massima sicurezza, quelli di livello 2. Il significato di questa classificazione è legato a precisi test di fabbrica: il livello 1 resiste 5 secondi alla prova di abrasione; il livello 2 resiste 12 secondi alla prova di abrasione. 

Per una protezione ottimale, gli stivali per moto omologati devono presentare precise dimensioni: sono alti almeno 16 cm alla caviglia e avere una suola alta 16 millimetri. 

Molto importanti infine i protettori antitorsione, per la caviglia e lo stinco, e gli slider da acquistare compatibili con la marca degli stivali. 

I migliori materiali per gli stivali moto

Il materiale migliore è la pelle bovina che unisce traspirabilità e un’indiscussa protezione. Molto diffusa anche la microfibra e la lorica, tessuti più economici che non offrono però la stessa protezione.

I modelli dotati di membrana impermeabile e fodera termica sono ideali da usare tutto l’anno senza ghette e sovrascarpe. Se la membrana è di buona qualità lo stivale è sicuramente sopportabile anche in estate. 

Uno stivale areato e traforato in Gore – Tex è meno caldo e impermeabile, adatto ad un utilizzo in pista. Il puntale deve essere rigido e la suola in gomma per non slittare sulla pedana.

I modelli da mototurismo infine sono particolari nella forma e nel design: di mezza altezza, sono caratterizzati da due cerniere che facilitano la calzata e la rimozione; inoltre sono idrorepellenti perché rivestiti in cuoio.

Come scegliere la taglia giusta

In fase di acquisto è necessario fare attenzione alla calzata, che deve essere perfetta per il piede in posizione da moto, tenendo conto del fatto che lo stivale va indossato con un calzino spesso.

Le dita devono avere una certa libertà in punta perché il piede deve “respirare”, non perdere sensibilità e non far male dopo ore di guida. Uno stivale turistico deve essere comodo anche per camminare (considerando comunque che non è una calzatura da passeggio).

Dunque il suggerimento è di calcolare un numero in più rispetto alle tue calzature di tutti i giorni. Se hai possibilità di provarli indossandoli, controlla se riesci a fare liberamente i normali movimenti che faresti in viaggio. Sei in grado di camminare normalmente? Fare le scale? Piegarti, sederti, chinarti?

Abbiamo detto tutto: non ci rimane che andare alla scoperta di alcuni dei migliori modelli di stivali per moto sul mercato. 

Stivali moto Amazon: i modelli migliori

Nella tabella puoi vedere quanto costano, e come è evidente ne esistono di tutti i tipi e per tutte le tasche, dai più economici fino alle fasce di prezzo più alte. Andiamo ora ad analizzare le caratteristiche. 

  • Stivali moto turistici di buon livello e prezzo abbordabile? Ecco i Protectwear Sport: di mezza altezza, in pelle di bue, sono rivestiti in cuoio per affrontare la pioggia, pesano 1,9 kg e risultano molto comodi nonostante la struttura massiccia. Ideali per chi cerca un modello stiloso, sono ottimi in fatto di sicurezza, con fasce riflettenti per viaggiare anche con poca luce.
  • Alpinestars ha studiato un modello per le donne in sella: Lady Valencia WP sono comodi anche per camminare e garantiscono un buon livello di protezione. A mezza altezza hanno la tomaia in pelle, una chiusura in velcro, e suola in gomma per un buon grip sulla pedana.
  • Con lo stivale Bohmberg andiamo sulle scelte top: è una scarpa sportiva anatomica ed ergonomica adatta sia per la pista che per la strada. Sicurezza, comfort, leggerezza, garantite dal materiale della tomaia dello stivale da moto in pelle con rivestimento in PU. Lo stile, inoltre, è elegantemente di tendenza. 
  • Chiudiamo infine con il modello O’Neal, unisex, studiato apposta per gli enduristi e tutti i riders che amano i tracciati off-road. La protezione interna per caviglia, piedi e zona del cambio, con fodera perforata, garantisce la sicurezza necessaria per i percorsi più avventurosi. 

Scopri anche

Avatar per TrueRiders

TrueRiders

Video Itinerari