TrueRiders

Borse laterali moto, come scegliere il bagaglio del motociclista

Borse moto laterali

Organizzare un viaggio in moto significa dover preparare tutto con particolare attenzione ai dettagli, e oltre all’equipaggiamento tipico da riders (tuta, giacca, pantaloni, guanti, casco, scarpe ecc), è fondamentale poter portarsi dietro tutto il necessario: le borse laterali per moto sopperiscono bene alla mancanza di spazio.

Come tutti gli accessori, ne esistono di diversi tipi sul mercato e non è sempre facile scegliere, soprattutto se ci si approccia per la prima volta con questo mondo.

Borse laterali moto: tipologie e caratteristiche

Il contenitore per eccellenza che è comodo portare su due ruote è lo zaino. Quello specifico è realizzato con materiali tecnologici Hi-Tech, impermeabili e molto resistenti per affrontare ogni tipo di condizione climatica ed i possibili impatti.

Questo accessorio è costruito ad hoc per seguire la linea della schiena e per un comfort ottimale deve essere anche leggero e capiente, soprattutto organizzato in vari scomparti.

Se lo spazio però non basta, ad esempio per un viaggio su due ruote molto lungo, è possibile munirsi delle borse laterali moto, un accessorio che sta riscuotendo molto successo tra i motociclisti che amano viaggiare.

Ce ne sono veramente di tutti i tipi e la scelta va fatta soprattutto in base al tipo di moto (anche chi possiede una moto sportiva può usufruire di questo accessorio) all’utilizzo, alla capienza e ovviamente alla qualità; le enduro stradali nascono per essere equipaggiate con borse e bauletti (spesso già comprese nell’allestimento speciale della casa madre): le più azzeccate per questo tipo di moto sono le borse rigide, ad esempio in alluminio, che resistono agli urti accidentali.

Borse moto
Borse moto: è importante scegliere i modelli in base a esigenze e tipo di moto

Ad esempio per un bel viaggio, l’ideale è il tris di bauletti rigidi dove sistemare tutto in modo ordinato, e se poi si considera che con un click la borsa si aggancia alla moto, la scelta risulta facilitata.

Se l’impermeabilità non è garantita (basta osservare il bordo interno della chiusura per valutare) è possibile munirsi di borse interne per una tenuta dell’acqua assicurata. Esistono poi delle enormi casse in alluminio, chiamate Panzer robuste ma anche antiestetiche, con le quali è però possibile fare viaggi molto lunghi perché contengono “il mondo”.

Gli svantaggi delle borse laterali rigide? Sicuramente il fatto che impongono un telaio ausiliario fissato alla moto, quindi l’elevato ingombro e il peso.

Una soluzione più easy è quella delle borse morbide, le migliori in cordura, un materiale molto resistente e robusto. Dotate solitamente di cappuccio impermeabile sono anche molto capienti e si possono fissare alla moto in diversi modi: attaccando una struttura portaborse rigida dove assicurare le cinghie, oppure utilizzando i cavalcioni della sella, con delle cinghiette in dotazione. Le borse semirigide sono e più comode perché preformate e quindi sagomate anche per le moto sportive.

Il loro vantaggio/svantaggio è quello di essere facilmente removibili, quindi attenzione ai ladri (ad ogni sosta meglio tenerle sott’occhio o asportarle).

Le borse laterali moto in pelle sono un must per customisti, che però non assicurano impermeabilità. Le bisacce in pelle inoltre sfregando la carrozzeria potrebbero rovinarla, quindi meglio usare i supporti cromati.

Borse laterali moto: i modelli migliori

Borse laterali moto, modelli
Borse laterali moto: ecco i modelli migliori per fasce di prezzo e usabilità

Givi V37 è un modello di borse moto di nuova generazione. Queste valigie sono belle esteticamente e molto funzionali: dal design innovativo sono disponibili in argento con finitura “simil carbon”, con una struttura resistente e una capacità di be 37 litri per un carico massimo di 10 kg. Grazie al minimo ingombro anche il passeggero viaggia comodamente. (430€)

Per quanto riguarda le borse in alluminio il produttore tedesco Touratech è un punto di riferimento: le sue ZEGA PRO 2 sono valigie con varia capienza, da 31, 38 e 45 litri in acciaio inox resistente anche alle sollecitazioni estreme. Facili da montare necessitano di telai specifici. (950 €)

Dopo queste molto costose parliamo delle più economiche e pratiche borse morbide OXFORD P50R, del marchio inglese distribuito in Italia da Bergamaschi. Ottima capacità di 25 litri, sono davvero funzionali, adatte ad ogni tipo di moto grazie alla fascia a strappo che passa sotto la sella. Inoltre la parte a contatto con la carrozzeria è in gomma per prevenire i graffi e quella sotto è rinforzata con un inserto resistente al calore. (200 €)

Adatte alle moto sportive le borse morbide BAGSTER SPRINT con una capienza di 30 litri alla massima estensione. Le cinghie elastiche permettono il fissaggio del carico, così da poter viaggiare anche a ritmo sostenuto, inoltre sono dotate di coperture antipioggia e bretelle per portarle a mo’ di zaino (120 €).

Claudia Giammatteo