Interfono per moto: ti aiutiamo a scegliere questo strumento fondamentale


L’interfono per moto è da sempre il comodo strumento tecnologico che aiuta i motociclisti a comunicare con il mondo esterno mentre sono immersi a pieno nella loro esperienza di guida. Ormai fondamentale, l’utilizzo dell’interfono quando si è in sella è spesso sottovalutato da molti, che si ostinano a rischiare la pelle (e anche una salata multa) pur di non convertirsi alla tecnologia, e forse anche al buon senso. Non esiste sempre un oggetto tanto migliore di un altro, ma esistono esigenze e possibilità: ecco allora una guida all’acquisto di questo utile supporto, con un occhio di riguardo verso le possibilità di tutti, specificamente inquadrate nell’ottica di massimizzare il rapporto tra qualità prezzo ed utilità.

Quali sono le caratteristiche fondamentali di un interfono per moto?

Non esiste sempre un “migliore” ed un “peggiore“, spesso la scelta è soggettiva però non possiamo far finta che non ci siano alcune caratteristiche che debbano essere rispettate per far sì che un prodotto sia di qualità. Questo discorso vale anche per l’interfono per moto, che deve necessariamente includere alcune particolarità fondamentali per renderlo appetibile sul mercato.

  • Autonomia: viaggi lunghi o meno, il nostro fido assistente di comunicazione deve essere al nostro fianco, sempre. È proprio per questo motivo che uno dei primi aspetti da valutare prima dell’acquisto di un interfono piuttosto che un altro, ovviamente tenendo conto delle vostra necessità.
  • Impermeabilità: sarebbe veramente una scelta azzardata (e piuttosto ottimistica) scegliere un interfono per moto che non sia perfettamente impermeabile. Temporali e maltempo a volte sono repentini ed inaspettati, però qualche goccia d’acqua non può mettere in ginocchio il vostro impianto di comunicazione.
  • Accessibilità: la capacità tecnologica del nostro interfono di gestire una conversazione, connettersi tramite bluetooth allo smartphone, riprodurre musica mp3 e indicazioni del GPS, insieme ovviamente alla qualità audio, sono ovviamente aspetti importantissimi con i quali indirizzare la propria scelta.

Sulla base di questi aspetti quindi abbiamo messo insieme 4 modelli di interfono per moto, orientandoci su di un budget che permetta di avere uno strumento abbastanza affidabile, seppur non lanciandoci su cifre astronomiche.

Cardo Packtalk Bold

Partiamo con il top di gamma: questo interfono per moto, aldilà di un’ottima qualità sia nei materiali che nelle componenti tecniche, garantisce a chi va in moto in una compagnia numerosa di creare stanze di comunicazione diretta con ben 15 utenti in un raggio di 8km. Ovviamente impermeabile e dotato di funzionalità di riproduzione musicale, Cardo Packtalk consente al proprietario di utilizzarlo anche attraverso efficaci comandi vocali, per non staccare mai le mani dal manubrio.

Lexin 2X B4FM

Tra gli interfoni per moto nella fascia media che va da i 90 ai 120€, spicca il nuovo modello Lexin. Compatibile con la maggior parte dei caschi, o smartphone con tecnologia bluetooth, è perfettamente in grado di ricevere e comunicare istruzioni GPS, gestire chiamate sia in entrata che in uscita ma anche di riprodurre musica con una buona qualità audio. Insomma, il modello perfetto per un motociclista alle prima armi.

Cellular Line Interphone Tour

Viaggi lunghi, strade sconfinate e orizzonti inesplorati: c’è bisogno di un aiutante che riesca a stare al vostro fianco lungo tutta la vostra cavalcata. Ecco allora l’interfono per moto di Cellular Line, che è pronto ad affrontare qualsiasi avventura grazie alla sua autonomia praticamente inesauribile (1000 ore in standby), e la sua facilità di utilizzo lo rende perfetto per chi vuole concentrarsi sul viaggio e godersi la strada.

Midland BTX1 Pro

Forse l’interfono per moto più venduto in Italia, questo prodotto di Midland è tecnicamente semplice, ma comunque dotato di caratteristiche essenziali che rispettano gli standard più importanti. Nonostante nasca come prodotto da città, regge comunque in maniera efficace anche viaggi lunghi (anche se oltre i 120Km\h l’audio risulta leggermente compromesso). L’autonomia è considerabile sufficiente ed ha anche la capacità di creare una stanza di comunicazione diretta con un’altra persona.

Se siete alla ricerca di qualche accessorio ulteriore per arricchire il vostro equipaggiamento da moto, allora potete leggere anche: Casco integrale, i migliori modelli sul mercato ed i loro pro, oppure, Protezioni serbatoio moto: cosa sono e perché sono utili?.

Video Itinerari