Sacche moto, ideali per viaggiare con tutto il necessario

Sacche moto

Stai progettando un viaggio in moto e non sai come organizzare i bagagli per la mancanza di spazio sulla moto, ed è a questo che servono le sacche moto, più comunemente le borse laterali, che vanno ad arricchire il mezzo donando la possibilità di trasportare moltissime cose.

Soprattutto quando si parte all’avventura è necessario essere preparati a qualsiasi condizione climatica, quindi meglio portare con sé diversi indumenti tecnici e accessori.

Il contenitore per eccellenza da portare su due ruote è lo zaino, leggero, comodo e realizzato in tessuti resistenti a pioggia e urti.

Le spalle sono quindi ben equipaggiate, mentre la moto può essere attrezzata con il bauletto posteriore e le sacche, meglio se morbide.

Questo accessorio sta riscuotendo molto successo tra i motociclisti che amano viaggiare, i quali non hanno che l’imbarazzo della scelta tra i tanti modelli presenti sul mercato.

Sacche moto: le caratteristiche principali

La scelta delle sacche va fatta basandosi soprattutto sul tipo di moto che si possiede. Anche le sportive possono essere equipaggiate con le borse.

Le enduro stradali nascono predisposte al loro montaggio e a quello dei bauletti: alcuni modelli hanno questi accessori nell’allestimento della casa madre.

Le borse morbide rispetto a quelle rigide hanno il vantaggio di essere più comode, anche se un po’ meno robuste.

La soluzione è più easy, perché le sacche sono realizzate in tessuti resistenti e robusti come la cordura, leggero e poco ingombrante.

La pelle è invece un classico dei customisti, ma risulta poco resistente all’acqua, oltre da essere pericolosa per la carrozzeria per via dello sfregamento.

Solitamente le sacche moto in tessuto sono dotate di cappuccio impermeabile ma per assicurarsi una massima protezione contro la pioggia basta attrezzarsi con delle borse interne, almeno per proteggere gli oggetti più preziosi.

Sacche moto
Capienza, comfort e impermeabilità: ecco cosa verificare nell’acquisto delle sacche moto

A differenza delle borse rigide quelle morbide non necessitano di telaio ausiliario, ma basta una struttura portaborse rigida dove attaccare le cinghie.

In alternativo, si possono utilizzare i cavalcioni della sella con delle cinghiette in dotazione.

Le sacche moto sono belle esteticamente: i modelli migliori sono preformati e sagomati anche per le moto sportive. Essendo facilmente removibili, è importante fare attenzione contro i malintenzionati.

Le sacche possono essere definite delle “borse soft” perché leggere, pratiche, poco ingombranti ma molto capienti.

Sacche moto: i modelli migliori

Tra le migliori, realizzate in cordura, le A-Pro Saddle BagQueste borse, con rinforzo interno in poliuretano, doppia fibbia esterna, cinghie per fissaggio sono ampie 35x30x15 e hanno una capienza di 15 litri. Costano circa 80 euro.

Le Givi EA100B sono delle borse laterali soffici, con una capienza di 35 litri ciascuna, dotate di copertina antipioggia, tracolla, doppio elastico tubolare con ganci e rinforzi in plastica rigida per garantire maggiore stabilità. Costano circa 100 euro.

Più economiche le borse Autokicker Classic in tessuto 1680D con rivestimento, cerniere lampo impermeabili apribili anche con i guanti, bordi riflettenti e inserto in PE incluso per mantenere la forma e sostenere il carico in modo ottimale. Autokicker è un brand molto valido per gli accessori moto, e produce bauletti, borse da coda e zaini.

Lampa 90269 T-Maxter sono delle sacche realizzate in poliestere con inserti per la visibilità, capacità variabile da 16 a 24 litri e tasche multiple molto comode con cerniere e cappuccio antipioggia in nylon. Il prezzo medio è di 46 euro.

TrueRiders