100 anni prima di Caserta, questo gioiello del Piemonte è stata la prima grande reggia d'Italia

100 anni prima di Caserta, questo gioiello del Piemonte è stata la prima grande reggia d’Italia

Paolo Albera  | 01 Ott 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti

Le battute di caccia del Re avevano bisogno di una base utile per l’equipaggiamento, per il deposito di materiale, per il riposo prima e dopo le uscite. L’esigenza era molto semplice, eppure gli architetti fecero meraviglie, e progettarono quella che è diventata una delle più favolose residenze reali. È la Reggia di Venaria, vicino a Torino, costruita nel XVII secolo nelle campagne in cui la famiglia dei Savoia svolgeva l’attività venatoria (da cui il nome del comune di Venaria). È talmente sfarzosa che è considerata da molti la “Versailles italiana”, titolo che si contende con la Reggia di Caserta costruita un secolo dopo.

Se visiti Torino e il Piemonte non puoi non visitare la Venaria Reale. Non l’hai mai vista? Vieni a scoprirla!

Alla scoperta della Reggia di Venaria, l’itinerario

Mappa

Mappa

L’itinerario in moto alla scoperta della Reggia di Venaria compie il giro del Parco della Mandria, area naturale molto estesa, che consente di dare un’idea di quanto era grande una parte del territorio di caccia e di “svago” del Re. La partenza è da Savonera, frazione di Collegno al confine con Venaria, raggiungibile agilmente attraverso l’uscita della tangenziale torinese “Regina Margherita”. Prendi la provinciale SP8 verso Druento, San Gillio, La Cassa: è la via che costeggia il parco (che trovi alla tua destra). Continua sulla SP181 per raggiungere Fiano. Immettiti quindi sulla strada provinciale delle Valli di Lanzo SP1, un lungo rettilineo che costeggia la Mandria (sempre alla tua destra) per arrivare quindi a Venaria. Alla prima rotonda prendi la prima uscita e arrivi subito a destinazione, non puoi sbagliare, la Reggia di Venaria è talmente imponente che non puoi non notarla!

La Reggia di Venaria, cosa vedere e scoprire nella tenuta reale


Ingresso alla Reggia di Venaria

La Reggia di Venaria è una delle residenze sabaude Patrimonio dell’Umanità UNESCO. La sua storia è stata molto travagliata, sin dai primi anni di esistenza. Progettata dall’architetto Amedeo di Castellamonte per volontà del duca Carlo Emanuele II, diventa presto obiettivo militare dei francesi, viene spesso assediata, poi conquistata da Napoleone, ripresa dai Savoia, infine trasformata in caserma. Dopo un Novecento passato nell’abbandono, una grande opera di restauro la riconsegna all’antico splendore in tempo per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia (2011). Non c’è momento migliore per visitarla!

Visita all’interno della Reggia di Venaria

La visita negli interni della Reggia di Venaria consente di ammirare sale magnifiche, opere d’arte di prezioso valore, allestimenti curati alla perfezione. Tra gli scenari mozzafiato: la Sala di Diana, la Galleria Grande con il pavimento a scacchiera, la Cappella di Sant’Uberto e le Scuderie che rappresentano un capolavoro settecentesco di Filippo Juvarra. Nel Piano Seminterrato si possono ritrovare gli ambienti della vita quotidiana di corte; il Piano Nobile è quello che ospita anche gli appartamenti del Duca e della Duchessa, del Re e della Regina. Il biglietto di ingresso (16€) permette la visita alla Reggia, alle Scuderie e anche ai Giardini (per una durata complessiva di due-tre ore).


Ingresso ai Giardini della Reggia di Venaria

Gli immensi Giardini della Reggia

Per darti un’idea, nel 2019 i giardini della Reggia di Venaria sono stati eletti il Parco Pubblico Più Bello d’Italia. Posizionati dietro la residenza reale, presentano statue e installazioni artistiche, e regalano una vista spettacolare sulle montagne alpine. La visita esclusivamente ai giardini (senza ingresso alla Reggia) ha un costo di 5€.

Il Castello della Mandria

Il Borgo Castello, come è comunemente chiamato il Castello della Mandria, è una costruzione avviata nel XVIII secolo, fa parte delle residenze reali ed è legata indissolubilmente alle vicende della Reggia. È un maestoso palazzo che trovi addentrandoti nel parco della Mandria. Il biglietto per il Castello ha un costo di 8€, mentre l’ingresso al parco della Mandria è libero e gratuito: è una passeggiata assolutamente consigliata nelle giornate di sole di mezza stagione – e anche in inverno riserva straordinarie sorprese e giochi di colori!


La Galleria Grande, o Galleria di Diana, nella Reggia di Venaria

Paolo Albera
Paolo Albera

Scrivo di viaggi e musica - che a volte sono la stessa cosa.



Articoli più letti

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur