Coast to coast USA – L’America in moto

Coast to coast USA

È il sogno di ogni viaggiatore incallito e degli amanti delle avventure. Una traversata lungo il Nuovo Mondo dall’Atlantico al Pacifico per ammirare on the road alcuni dei posti più suggestivi dell’America. È il famoso Coast to Coast USA, fatto di grandi emozioni, grande organizzazione, senza troppe comodità, in un itinerario lungo migliaia di chilometri.

Le città ed i paesaggi da ammirare e visitare sono infiniti in un percorso fatto di tante strade da poter seguire che taglia in due gli Stati Uniti. Da est ad ovest, da una sponda all’altra, si parte per eccellenza da New York o da Chicago e si arriva fino in California, a Los Angeles o a San Francisco. Ma le versioni del Coast to Coast sono infinite e nessuna ì sarà mai uguale ad un’altra.

Quello del Coast to Coast è un viaggio a cavallo tra parchi naturali, musei, spiagge, grandi metropoli e deserti, conoscendo mille culture diverse, persone e particolarità dei luoghi che sono una vera ricchezza. Affrontare il cost to cost degli Usa richiede certo molto tempo, che cambia in base al tipo di viaggio che si vuole fare. A piedi, in bici, in moto o in automobile, ce n’è per tutti i gusti.

Il viaggio non è estremamente costoso, ma nemmeno low cost, ma di certo più economico di quanto si possa immaginare se organizzato per tempo ed in modo ponderato. Se amate le ruote basta noleggiare la bici, l’auto o la moto altrimenti affidatevi alle vostre gambe ed il gioco è fatto. In spalla solo tanto spirito d’avventura perché solo così si può affrontare questo magnifico itinerario.

Coast to coast USA, come organizzare il viaggio

Il territorio americano è talmente grande e vario che le alternative tra le quali scegliere sono da capogiro. Gli itinerari e le strade leggendarie da percorrere sono diversi. Tante di queste le conosciamo tutti, tracciati che hanno fatto la storia del Nuovo Continente e da sempre sono sinonimo di avventura in spazi sconfinati e dal fascino indiscusso.

Prima tra tutti la storica Route 66, la più famosa strada d’America, la The mother road, la madre di tutte le route americane. Il simbolo della libertà americana da New York, tra praterie solitarie, case e città perse nel nulla, arriva dritta a in California.

Non sono da meno anche la National old trail e l’Highway 50, altri due itinerari che hanno fatto la storia degli States. La prima taglia veramente gli Usa a metà e costituisce il tragitto più veloce. La seconda, invece, è la principale autostrada che attraversa da est a ovest gli Stati Uniti e popone per tutti i viaggiatori il kit di sopravvivenza per timbrare al passaggio lungo i luoghi stabiliti.

Prima di partire è essenziale però documentarsi per non rischiare di avere problemi durante il viaggio. Cosa essenziale: il passaporto e il pagamento per l’autorizzazione ad entrare nel Paese. Non è necessario, invece, il visto per i cittadini italiani che vi entrano per viaggi di turismo o lavoro restando per un massimo di 90 giorni ed in possesso un biglietto di ritorno. Da fare anche l’assicurazione sanitaria che copre non solo le spese mediche in caso di bisogno ma anche le possibili spese di cambio aereo e quelle conseguenti per vitto e alloggio. 

Infine, non resta che scegliere il periodo più adeguato per il Coast to Coast. Quello migliore è senza dubbio tra la tarda primavera e l’inizio dell’estate. Il motivo? Il clima è favorevole su entrambe le coste e perché si viaggia in bassa stagione che significa meno gente e costi ridotti.

In sella da New York a San Francisco

Per gli amanti della motocicletta il Coast to Coast è uno di quegli itinerari leggendari da percorrere almeno una volta nella vita. Quale strada scegliere? Indiscutibilmente la Route 66 partendo da New York per arrivare a San Francisco.

Arrivati nella Grande Mela non sarà difficile noleggiare una moto. Indispensabile il casco, anche se in alcuni stati dell’America non è richiesto ma è obbligatorio per il noleggio. Se volete essere indipendenti on the road, andare all’avventura e godere del viaggio senza troppi paletti documentatevi attentamente sulla strada, studiate il territorio e le possibili tappe da fare. Percorso questo più impegnativo perché bisogna fare tutto da sé ma con la bellezza di poterlo personalizzare secondo i propri interessi. Se invece non volete inconvenienti vi conviene percorrere itinerari e tappe predefiniti, oppure inserirvi nei tour guidati.

Noleggiata la fedele compagna di viaggio a due ruote non si può non girare qualche giorno (almeno tre) a New York, tra le vie luminose di Manhattan, Central Park, La Statua della Libertà, il Ponte di Brooklyn, l’Empire State Building e le mille attrazioni della metropoli. Dalla Grande Mela si passa in Canada per la sosta obbligatoria alle cascate più famose e più spettacolari del mondo, quelle del Niagara. Sosta di almeno una notte per provare una delle tante escursioni, in battello o anche a piedi. Si ritorna negli Usa attraverso Detroit, per giungere a Chicago. Consigliato qualche giorno di sosta anche qui. Da vedere il Jewelers Building, lo Stone Container Building e il Louis Sullivan Building, solo per citare alcune delle fantastiche attrazioni.

Dalle grandi città si passa al tragitto più ricco e bello paesaggisticamente. Si entra in Colorado e si percorre lo scenario delle Montagne Rocciose, nella zona di Colorado Spring. Un tripudio di colori e natura. In sella sarà uno spasso visitare il Garden of the Gods, il piccolo parco dalle rocce alte e rosse e le fantastiche strade panoramiche del Rocky Mountain e di Pikes Peak. Altra tappa spettacolare quella dell’Arizona e del Gran Canyon, la gola naturale dai grandi numeri: 1.600 metri di profondità e una larghezza variabile tra 500 metri e 27 chilometri. Anche qui le escursioni da fare sono innumerevoli.

Penultima sosta prima dell’arrivo a San Francisco nei luoghi del divertimento per eccellenza. Prima Las Vegas per rigenerarsi e concedersi un po’ di svago e trasgressione, e subito dopo si approda finalmente in California, a Los Angeles, la città di Hollywood, dei grandi film e delle star del cinema.

Ultimo sforzo in moto per concludere il tour on the road degli Stati Uniti a San Francisco. Una boccata di freschezza, tra terra e mare, con tante passeggiate da fare. Da vedere il Golden Gate Bridge.

TrueRiders