Da Foggia a Leuca, la Puglia su due ruote

puglia

Puglia in moto, un tour su due ruote della “Perla del Sud”.

Un itinerario che parte da Foggia, la città dell’anello stradale che circonda l’abitato, e ci dirigeremo a sud, verso la provincia di Barletta-Adria-Trani, per poi sostare a Bari e ripartire verso Brindisi, percorrendo la strada che costeggia il mare.

Vireremo poi verso Lecce e, proseguendo lungo, il tacco dello Stivale, arriveremo a Santa Maria di Leuca, là dove “finisce la Terra”, intesa come l’Italia.

Mappa

Informazioni utili

  • Lunghezza: 394 chilometri
  • Durata: 8 ore (soste escluse)
  • Partenza: Foggia
  • Arrivo: Santa Maria di Leuca
  • Principali località attraversate: Foggia, Barletta, Andria, Trani, Bari, Brindisi, Lecce, Santa Maria di Leuca

Puglia in moto. L’itinerario

La città dalla quale partiamo oggi per questo itinerario tutto pugliese è Foggia. Visitiamo la sua bellissima Cattedrale, insieme alla importante Chiesa del Monte Calvario e il Centro storico, e poi inforchiamo la nostra moto e sfrecciamo via, in direzione sud. Evitiamo l’ultimo tratto dell’Autostrada A14 Adriatica, e ci immergiamo nella più “rilassata” Strada Statale 44, che percorreremo fino all’intersezione con la SS16.

Dopo il “cambio”, e percorsi una decina di chilometri, saremo giunti a Trani. Fermiamoci nella Città Bianca, così viene chiamata per il caratteristico colore dei suoi monumenti, e sostiamo per il pranzo all’Osteria Ferro e Fuoco, in piazza Mazzini. Satolli, ripartiamo con direzione Bari, anche se prima ci aspettano due passaggi, a Molfetta e Giovinazzo. Giungiamo a Bari in serata, giusto il tempo di una visita al lungomare, prima di fermarci per la notte (magari al B&B Bari Murat, prezzi contenuti e ottima accoglienza).

Dopo aver visto Bari vecchia, con i suoi vicoli che profumano di storia, e l’imperdibile Cattedrale di San Nicola, è tempo di ripartire.  Percorriamo le SS379 e SS16 in direzione di Brindisi, la seconda e ultima tappa intermedia del nostro itinerario pugliese e, a metà circa del percorso, dopo aver superato la bellissima Polignano a Mare, ci fermiamo a Monopoli.

Pranziamo alla Vecchia Taverna, caratteristico locale del centro e, sfruttando le giornate che via via ci regalano sempre più luce, ci rimettiamo in cammino. La strada continua a regalarci scorci di mare incredibili, panorami che la moto può solo rendere più belli e, in men che non si dica, siamo arrivati a Brindisi. Ci fermiamo al B&B Federico II, una bella struttura del centro, comoda e accessibile, dove noi e la nostra fedele compagna potremo riposarci in vista dell’ultima tappa di questo viaggio.

Da Brindisi, ci incamminiamo verso le SS613 e SS275 che, come nella prima giornata, ci porteranno nell’entroterra, permettendoci di ammirare vigneti e uliveti, due scenari tipici della Puglia, e sicuramente fulcro della ricchezza del territorio.

A metà tragitto circa ci aspetta però Lecce, perla del Salento e capitale dell’arte Barocca. Ci concediamo qualche ora di pausa, lasciandoci conquistare dalle tante piccole trattorie e dallo “street food” del luogo, e poi via, verso la meta finale. In fondo, cosa c’è di meglio di ammirare il tramonto sul mare?

E allora ecco che, chilometro dopo chilometro, si avvicina Santa Maria di Leuca, nostra tappa finale. Ci ritroviamo sul grande piazzale, aperto sull’Adriatico, del Santuario di Finibus Terrae, e dimentichiamo la stanchezza di un viaggio di quasi 400 chilometri. Questo scenario unico, in fondo, era quello che volevamo guardare sin dall’inizio!

TrueRiders