Lago di Bled in moto, itinerario in Slovenia

lago di bled

Il Lago di Bled si trova in Slovenia. Il suo paesaggio da favola è spesso rappresentato sulle copertine delle guide turistiche ed è uno dei simboli del Paese. Non è molto distante dall’Italia, per raggiungerlo da Trieste bastano soltanto un paio di ore. 

Il viaggio per raggiungere il Lago di Bled dall’Italia è di per sé molto suggestivo. Superato il confine italiano, infatti, ci si addentra in un paesaggio montuoso fatto di boschi di conifere che prosegue sempre più fitto fino a raggiungere il lago.

La Slovenia regala agli appassionati di due ruote alcuni itinerari di grande fascino, come quello che da Trieste raggiunge il Lago di Bled. Proprio questo è l’itinerario che vi suggeriamo: una strada immersa nel verde, che sale e scende tra colline, vette alpine, castelli e sorgenti termali.

Lago di Bled in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

Partendo da Trieste, abbiamo due strade alternative che possiamo percorrere: la E 61 oppure la strada che passa da Gorizia e per il Lago di Bohinj. Quest’ultima è senza dubbio la più panoramica, ma per percorrerla ci vogliono quasi tre ore; se poi consideriamo le tappe tra i borghetti che puntellano il tracciato, allora considerate anche qualche altra ora. 

  • Da Trieste al Lago di Bled, seguendo la E61. Partiamo dalla città italiana e in circa 40 minuti raggiungiamo le famose grotte di Postumia. proseguiamo per altri 50 chilometri e incontriamo la città di Lubiana, la bella capitale della Slovenia. Vale la pena fermarci per una notte e ripartire la mattina seguente per il Lago di Bled, seguendo gli ultimi 50 chilometri della E61.
  • Da Trieste al Lago di Bled, passando per Gorizia. Se abbiamo a disposizione più tempo e vogliamo goderci il viaggio, possiamo scegliere di prendere questa strada. Il percorso è ricco di curve e panorami mozzafiato. Da Trieste imbocchiamo la E 70 per qualche chilometro, per poi proseguire sulla SR 55 fino a raggiungere la città di Gorizia. Da questa città, in circa due ore raggiungiamo il Lago di Bohinj prima e il Lago di Bled subito dopo (la distanza fra i due è di appena 20 chilometri). 

Una volta arrivati nei pressi del Lago, possiamo lasciare la moto in un parcheggio custodito e ben segnalato, a 5 chilometri a piedi dal Bled. Esistono aree di sosta anche sul lungolago, ma sono molto più costosi.

Lago di Bled

Lago di Bled cosa vedere e cosa fare

Il Lago di Bled sorge nella parte nord-ovest della Slovenia, a 50 chilometri dalla capitale Lubiana. È un bacino di origine glaciale posto sulle Alpi Giulie ad un’altitudine di 475 metri sul livello del mare. La cittadina che dà il nome allo specchio d’acqua è sempre più una meta turistica, ma anche una destinazione amatissima per convolare a nozze in uno scenario da fiaba. 

Il Lago Bled è piuttosto ampio e profondo, nel punto di massima depressione raggiunge infatti i 30 metri di profondità. Al centro sorge una piccola isola naturale (che ovviamente si chiama Isola di Bled) facilmente raggiungibile prendendo a noleggio una delle barche a remi presenti sul posto; ci raccomandiamo: chiedete una pletna perché è così che la chiamano abitanti del luogo. 

Lago di Bled cosa vedere

Sulla sponda settentrionale del Lago di Bled, un po’ più in alto rispetto al bacino e a circa 604 metri sul livello del mare, si trova un bellissimo castello medievale. Questa roccaforte, costruita in una posizione dominante sul lago, è considerato il più antico castello di tutta la Slovenia. Sull’Isola di Bled, invece, si trovano alcuni edifici storici come la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XV secolo, con il suo campanile alto ben 52 metri. All’interno della torre è posta la cosiddetta campana dei desideri che, secondo una leggenda slovena, è in grado di avverare i desideri di chi la suona.

Lago di Bled, estate

Lago di Bled cosa fare

Un comodo sentiero di circa 6 chilometri permette di fare l’intero giro del perimetro per esplorarlo da tutti gli angoli e senza perdere neanche uno scorcio. Questo percorso è amatissimo sia dai podisti che dai ciclisti. E parlando di sport, il Lago di Bled durante i mesi più caldi è l’ideale per praticare praticare attività acquatiche, come ad esempio il canottaggio o il kayak. La temperatura dell’acqua si aggira intorno ai 26 gradi, merito anche delle sorgenti termali che vi confluiscono. 

Un’altro interessante luogo da visitare, molto vicino al Lago di Bled, sono le Gole di Vintgar scoperte nel 1891. Un suggestivo percorso lungo circa 1,6 chilometri conduce alla scoperta delle gole percorrendo passerelle in legno, tra cascate e il fiume Radovna che scorre impetuoso sotto i piedi. Inoltre, grazie al particolare clima all’interno delle gole, si possono osservare numerose specie vegetali che non si trovano in nessun’altra parte della Slovenia.

Lago di Bled Slovenia: come arrivare e cosa sapere

Vignetta Slovenia

Per superare il confine sloveno, assicuratevi di aver acquistato la vignetta. Si tratta di un bollino che vi autorizza a viaggiare in moto o in auto sulle autostrade e superstrade locali. Se veniamo beccati a circolare senza la vignetta possiamo andare incontro a sanzioni che vanno dai 300 agli 800 euro. Possiamo acquistare i bollini presso le stazioni di servizio, scegliendo tra validità settimanale, semestrale o annuale. I limiti di velocità sono uguali a quelli italiani.  

Quando andare a Bled

Il Lago di Bled può essere visitato durante tutto l’anno, con paesaggi che di mese in mese cambiano lo scenario. Non c’è una stagione migliore, ma durante l’estate possiamo fare il bagno e riposare in una delle tante spiaggette attrezzate allestite negli ultimi anni. D’altro canto in estate il Lago è affollato di turisti e trovare parcheggio potrebbe essere assai difficile.

In primavera le montagne circostanti diventano verdi brillanti, mentre durante l’autunno il lago si trasforma in un paesaggio incantato con la nebbia che avvolge l’isola. Infine, nei mesi invernali è possibile praticare lo sci nelle vicine Alpi Giulie.

Scoprite anche il Passo del Predil sulle Alpi Giulie!

Bled, Castello

Lago Bled dove mangiare

Coronate l’esperienza slovena con un itinerario tra i piatti della tradizione locale. Vi consigliamo tre locali non proprio affacciati sul lago, dal momento che lì si trovano principalmente ristoranti turistici.

La Gostilna Lectar è un ristorante situato in una deliziosa piazza medievale nel cuore del paesino di Radovljica. Piatti tradizionali di ottima qualità, vera tradizione slovena e atmosfera autentica, sono pronti ad accogliervi.

Gostilna Kristof è un altro ristorante in cui uno chef creativo è pronto ad accogliervi con ingredienti genuini e ricette della tradizione. 

Villa Podvin si trova in una cornice un po’ più moderna, ma i piatti non sono meno succulenti e tradizionali di quelli offerti nei primi due suggeriti. Durante la bella stagione potete godere di una terrazza panoramica. 

Avatar per TrueRiders

aiutaci a crescere

Se acquisti su Amazon utilizzando il nostro link di affiliazione otterremmo una piccola quota sull'ordine finale, senza costi aggiuntivi per te.
Aiutaci a sostenere il nostro lavoro