Lago di Bled, la bellezza della Slovenia su due ruote

lago di bled
Situato tra le Alpi Giulie, in Slovenia, il Lago di Bled è un luogo naturale di grande fascino

Il Lago di Bled è situato in Slovenia, nella parte nord/ovest del Paese, a 50 km dalla capitale Lubiana. È un bacino di origine glaciale posto sulle Alpi Giulie ad un’altitudine di 475 metri sul livello del mare.

Il suo paesaggio da favola è spesso rappresentato sulle copertine delle guide turistiche ed è uno dei simboli della Slovenia. Non è molto distante dall’Italia, per raggiungerlo da Trieste bastano soltanto un paio di ore.

Tutto quello che c’è da sapere sul Lago di Bled

Cosa vedere

Il Lago di Bled è così chiamato per la cittadina che lo ospita divenuta, negli anni, sempre più meta di turisti da ogni parte del mondo. Ma non si tratta soltanto di turisti amanti del paesaggio, qui accorrono anche fidanzatini che decidono di celebrare qui il loro matrimonio.

Un luogo incantato, circondato da mare e foreste, che regala la sensazione di essere in una favola romantica.  Il bacino è piuttosto ampio e profondo, nel punto di massima depressione raggiunge infatti i 30 metri di profondità. Un comodo sentiero di circa 6 chilometri, da percorrere a piedi oppure in bicicletta, permette di fare l’intero giro del lago, per esplorare tutti i suoi lati più suggestivi. Al suo interno il Lago di Bled ha una piccola isola naturale (l’Isola di Bled appunto) che si può raggiungere facilmente noleggiando una delle barche a remi presenti sul posto (chiamate pletna dagli abitanti del luogo).

Chi vuole fermarsi più a lungo sul Lago di Bled può soggiornare in una delle tante strutture (campeggi, b&B e hotel) che si trovano proprio a ridosso del lago. Nel Lago di Bled durante i mesi più caldi (soprattutto a luglio e ad agosto) si può anche fare il bagno e praticare sport acquatici, come ad esempio il canottaggio o il kayak. La temperatura dell’acqua si aggira intorno ai 26 gradi, merito anche delle sorgenti termali che vi confluiscono.

Il viaggio per raggiungere il Lago di Bled dall’Italia è di per sé molto suggestivo. Superato il confine italiano, infatti, ci si addentra in un paesaggio montuoso fatto di boschi di conifere che prosegue sempre più fitto fino a raggiungere il lago.

Cosa vedere nei dintorni

Sulla sponda settentrionale del Lago di Bled, un po’ più in alto rispetto al bacino (a circa 604 metri sul livello del mare), si trova un bellissimo castello medievale. Il castello è costruito in una posizione dominante sul lago ed è considerato il più antico castello di tutta la Slovenia.

Sull’Isola di Bled, invece, si trovano alcuni edifici storici come la Chiesa di Santa Maria Assunta, risalente al XV secolo, con la sua torre alta ben 52 metri. Nella torre è posta la cosiddetta campana dei desideri che, secondo una leggenda slovena, è in grado di avverare i desideri di chi la suona.

Terme Bled

Non molto distante dall’abitato di Bled si trova anche alcuni centri termali in cui è possibile rilassarsi e concedersi una giornata di pace, immersi nel silenzio della montagna e con una vista mozzafiato. Si trovano principalmente sulla sponda occidentale del lago e offrono ai visitatori pacchetti soggiorno di diverso tipo.

Un’altro interessante luogo da visitare, molto vicino al Lago di Bled, sono le Gole di Vintgar, scoperte nel 1891. Un suggestivo percorso lungo circa 1,6 chilometri (tutto realizzato su passerelle in legno con corrimano) conduce alla scoperta delle gole, tra cascate ed il rumore del fiume Radovna che scorre impetuoso sotto i piedi. Inoltre, grazie al particolare clima che si trova nelle gole, si possono osservare numerose specie di vegetazione che non si trovano in nessun’altra parte della Slovenia.

Infine un suggerimento gastronomico. Chi arriva al Lago di Bled deve assaggiare assolutamente la kremna rezina: si tratta di un dolce tipico di Bled, davvero molto gustoso, fatto di pasta sfoglia e ripieno di crema e  panna montata.

Mappa

Consigli utili per scoprire il Lago di Bled

Vignetta autostradale

Innanzitutto un consiglio importante: chi vuole raggiungere la Slovenia dall’Italia deve ricordarsi di acquistare la vignetta prima di entrare nel Paese.

Si tratta di un bollino che permette di viaggiare in moto e in auto su autostrade e superstrade. Le sanzioni per chi viene trovato senza questa vignetta variano da 300 a 800 euro. I bollini si possono acquistare presso le stazioni di servizio e si possono scegliere tre tipologie di validità: annuale, semestrale o settimanale. I limiti di velocità sulle strade slovene sono uguali a quelli previsti in Italia.

Una volta arrivati nei pressi del Lago di Bled è possibile lasciare la moto (ma anche l’auto) in un parcheggio (ben indicato lungo la strada) custodito a 5 chilometri a piedi dal lago. Si trovano parcheggi anche sul lungolago ma sono molto più costosi. Attenzione durante l’estate: nei mesi di luglio ed agosto il Lago di Bled tende a riempirsi di turisti stranieri e locali, perciò trovare parcheggio diventa più difficile.

Miglior periodo per andare

Il Lago di Bled si può visitare durante tutto l’anno, con paesaggi ogni volta diversi. Non c’è una stagione migliore per vedere il lago. Durante l’estate si può fare il bagno e riposare in una delle tante spiaggette che sono nate negli ultimi anni.

In primavera le montagne circostanti diventano verdi brillanti, mentre durante l’autunno il lago si trasforma in un paesaggio incantato con la nebbia che avvolge l’isola. Infine, nei mesi invernali è possibile praticare lo sci nelle vicine Alpi Giulie.

Come raggiungere il Lago di Bled dall’Italia

La Slovenia regala agli appassionati di due ruote degli itinerari di grande fascino, come quello che da Trieste raggiunge il Lago di Bled. Una strada immersa nel verde, che sale e scende tra colline, vette alpine, castelli e sorgenti termali.

Chi parte da Trieste ha due alternative: seguire la E61 oppure la strada che passa da Gorizia e dal Lago di Lago di Bohinj. Quest’ultima è senza dubbio più panoramica ma per percorrerla ci vogliono quasi tre ore (soste escluse). Entrambi gli itinerari consentono di fermarsi, lungo il tragitto, in paesi e luoghi davvero incantevoli.

  • Da Trieste al Lago di Bled, seguendo la E61: partendo dalla città italiana in circa 40 minuti si possono raggiungere le famose grotte di Postumia. Proseguendo per altri 50 chilometri si incontra la città di Lubiana, la bella capitale della Slovenia. Vale la pena fermarsi per una notte e  ripartire la mattina seguente per il Lago di Bled, seguendo gli ultimi 50 chilometri della E61.
  • Da Trieste al Lago di Bled, passando per Gorizia: chi ha a disposizione più tempo e vuole godersi il viaggio, può scegliere di prendere questa strada. Il percorso è ricco di curve e di panorami mozzafiato. Da Trieste si imbocca la E70 per qualche chilometro, per poi proseguire sulla SR55 fino a raggiungere la città di Gorizia. Da questa città in circa due ore si raggiunge il Lago di Bohinj prima e il Lago di Bled subito dopo (la distanza fra i due è di appena 20 chilometri).

TrueRiders