Tra opere d'arte e vie fiorite, questo borgo di montagna è un vero e proprio museo a cielo aperto

Tra opere d’arte e vie fiorite, questo borgo di montagna è un vero e proprio museo a cielo aperto

Paolo Albera  | 30 Mar 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
Étroubles

I borghi di montagna della Valle d’Aosta sono uno spettacolo. Non solo per la vista splendida sulle vette innevate, così vicine che sembra si possano toccare con un dito. Alcuni paesi uniscono la loro fortunata posizione naturale ad attrazioni artistiche che li rendono ancora più incantevoli. È questo il caso di Étroubles, che è un vero e proprio museo a cielo aperto, visto che ospita tra le sue vie una mostra permanente di sculture, installazioni, dipinti a cura di artisti internazionali. “À Étroubles, avant toi sont passés…” è il titolo dell’esposizione, che in italiano vuol dire “A Étroubles, prima di te sono passati…” e allora andiamo a vedere chi è passato di qui – ovviamente in moto!

Itinerario in moto per Étroubles, in Valle d’Aosta

Mappa

Percorso

È necessario raggiungere Ivrea, e lo si può fare da Torino attraverso l’Autostrada A5, oppure da Milano attraverso l’Autostrada A4 imboccando la diramazione che parte da Santhià. Da Ivrea la direzione da prendere è verso Aosta, continuando in autostrada oppure attraverso la SS26 della Valle d’Aosta. Una volta arrivati nel capoluogo della regione, è necessario svoltare a destra sulla statale SS27 del Gran San Bernardo, che conduce all’omonimo traforo di collegamento con la Svizzera. È lungo questa strada che sorge Étroubles, destinazione del viaggio.

Tutte le attrazioni da non perdere a Étroubles

Étroubles si trova a 1270 m s.l.m. e conta circa 487 abitanti; il suo territorio confina a nord con la Svizzera. Ha all’attivo diversi riconoscimenti: la Bandiera Arancione del Touring Club Italiano, il premio “Comune fiorito” nel 2012 per la categoria dei comuni con meno di tremila abitanti, il riconoscimento “Gioielli d’Italia” del 2013 del Ministero del Turismo, e ovviamente l’inclusione nel circuito dei Borghi Più Belli d’Italia.

Il Museo a Cielo Aperto

Il Museo a cielo aperto di Étroubles, come si può intuire dal suo nome “À Étroubles, avant toi sont passés…”, è dedicato al tema del viaggio. Un tema ispirato alla particolare posizione del paese, che è situato sulla via Francigena, percorsa da migliaia di pellegrini ogni anno. Il progetto ospita contributi di artisti di fama internazionale, e ogni anno si arricchisce di nuove opere. A completare la bellezza del museo, lo scenario tipicamente montano del borgo: vie strette e acciottolate, case in pietra e in legno, balconi fioriti, tetti in “lòse”.

 

Visualizza questo post su Instagram

Un post condiviso da Luna 🌙 (@luna_vs_moon)

Il Museo Etnografico di Étroubles

Il Museo Etnografico di Étroubles è ospitato nella prima latteria turnaria valdostana, che risale al 1853 e ha sede nella Tour de la Vachère, un’antica torre medievale. L’esposizione è dedicata alle specialità della produzione locale: fontina, burro, séras.

Il Tesoro della Parrocchia

La mostra del Tesoro della Parrocchia di Étroubles si trova nella Chiesa di Santa Maria Assunta. Sono esposte cinque teche che contengono oggetti sacri di valore, alcuni dei quali risalgono all’inizio del Quattrocento. L’ingresso è gratuito.

Una passeggiata sul Percorso Vita

Non può mancare una passeggiata nella natura, specialmente se il tempo è clemente. L’ideale è il Percorso Vita, un itinerario immerso nel bosco, di circa 4 km, per un tempo di percorrenza di circa mezz’ora. Lungo il percorso ci sono 15 attrezzi ginnici che si possono usare per esercizi di allenamento. La strada collega il paese di Étroubles con quello di Saint-Oyen ed è adatta per tutte le gambe, anche le meno allenate. Subito dopo si ritorna in moto, per un nuovo itinerario in Valle d’Aosta!

Paolo Albera
Paolo Albera

Scrivo di viaggi e musica - che a volte sono la stessa cosa.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur