Una montagna di pane nel verde dell'Alta Murgia: ecco la città più gustosa della Puglia

Una montagna di pane nel verde dell’Alta Murgia: ecco la città più gustosa della Puglia

Paolo Albera  | 20 Feb 2024  | Tempo di lettura: 4 minuti

È considerata “la Città del Pane”, perché fu la prima a certificare con la denominazione di origine protetta DOP il suo pane preparato secondo le antiche tradizioni. E quando parliamo di pane, non può che venire in mente Altamura: la specialità di questa città è nota in tutta Europa. La parte più antica di Altamura si trova in posizione sopraelevata su un’altura ai margini delle Murge: le sue vie sono caratterizzate da salite anche piuttosto ripide. Ma le salite ci piacciono ancora di più, quando le affrontiamo in moto, e allora andiamo a scoprire questa antica località del bellissimo sud!

Itinerario in moto ad Altamura attraverso la Puglia

Mappa

Percorso

Partenza da Bari, sulla strada statale SS96 Barese, che raggiunge le Murge e conduce dritta fino ad Altamura. Dopo la visita, a piacere, si può proseguire sulla stessa strada in direzione Potenza. Oppure, in meno di mezz’ora attraverso la SS99, si può arrivare a Matera – anch’essa terra di un famoso tipo di pane, che in quanto a fama rivaleggia con quello di Altamura. Per tornare al punto di partenza, invece, si può costeggiare i rilievi delle Murge andando a Santeramo in Colle, e poi Cassano delle Murge e via dritto verso Bari.

Tutte le attrazioni da non perdere ad Altamura

Il territorio di Altamura, nella città metropolitana di Bari, varia da 351 m s.l.m. a 671 m s.l.m. Abbiamo già detto che è considerata la “Città del Pane”; va anche detto che uno dei suoi soprannomi è “la Leonessa di Puglia”, per la storica ribellione al potere borbonico che, sulla scia della Rivoluzione Francese, mise in seria difficoltà il governo. L’importanza storica, tuttavia, inizia da molto lontano nel passato, addirittura dal Neolitico, e si possono visitare gli importanti ritrovamenti archeologici che lo testimoniano.

Il Museo Nazionale Archeologico

Il Museo archeologico nazionale di Altamura si trova in località La Croce, in Via Santeramo in Colle 88, a ridosso del centro storico. È una zona ricca di testimonianze di diverse epoche, a partire dall’età del Bronzo antico. All’interno dell’edificio si può visitare anche la mostra “Preistoria del cibo. Alle origini del pane”, dedicata alla vocazione agricola e gastronomica del territorio. L’ingresso è gratuito.

L’Uomo di Altamura e Lamalunga

L’Uomo di Altamura è uno scheletro umano scoperto nella grotta di Lamalunga (frazione del comune) datato tra i 128.000 e i 187.000 anni fa. È il più antico e più completo Neanderthal su cui siano state eseguite analisi paleogenetiche del DNA. Visitando il Centro Visite Lamalunga (SP 157 Altamura-Quasano) si arriva al punto di ingresso della grotta. All’Uomo di Altamura e Lamalunga è dedicato un Museo, situato nel Palazzo Baldassarre (via Fratelli Baldassarre 1) nel cuore del centro storico, che espone una riproduzione 1:1 del fossile. I due siti si possono visitare con un biglietto cumulativo di 7€. 

Una passeggiata nel centro storico di Altamura


L’altare della Cattedrale di Altamura

Nel cuore del centro storico spicca la sontuosa Cattedrale (Chiesa di Santa Maria dell’Assunta), una delle quattro basiliche palatine di Puglia, fondata nel 1232 per volontà di Federico II di Svevia e poi terminata in epoca angioina. Passeggiando nel centro storico, una caratteristica della cittadina sono i Claustri, piccoli cortili chiusi negli spazi urbani, dove nel passato usavano ritrovarsi gli altamurani, decorati da stemmi delle famiglie dell’epoca. Infine non si può non assaporare il Pane di Altamura: i panifici più rinomati dove si può trovare sono il Panificio di Gesù in via Pimentel 17, I Petronella in Viale Regina Margherita 76, e l’Antico Forno Santa Chiara in Via Martucci 10. Hai ancora fame? Le specialità altamurane non finiscono qui: un altro prodotto locale che arricchisce i sapori delle tavole pugliesi è la deliziosa lenticchia IGP!


Il Pane di Altamura, dal colore giallo pagliarino e la fragranza di lunga durata

Paolo Albera
Paolo Albera

Scrivo di viaggi e musica - che a volte sono la stessa cosa.



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur