TrueRiders

BonzoTeam e il Giro del Monte Bianco tra Italia, Svizzera e Francia

montebianco

Un viaggio appassionante e unico, quello che ci raccontano i protagonisti e avventurieri di BonzoTeam. Un vero e proprio tour alpino, seguendo il percorso della storica Route des Grands Alpes.

 

Nel corso di questo lunghissimo viaggio, con partenza e ritorno a Roma, e tutto incentrato sulle vette alpine di Italia, Francia e Svizzera, i nostri amici hanno compiuto un vero e proprio viaggio nel viaggio, quello che è conosciuto come il Giro del Monte Bianco, che con i suoi 4.810 metri domina l’Europa continentale. 

Un racconto di viaggio breve… testualmente parlando, ma lungo e appassionante per tutti gli amanti delle due ruote e delle montagne, in un connubio, un abbraccio quasi, che non può mancare alle tue esperienze di montagna!

I nostri amici, col senno del poi, non consiglierebbero un giro così ampio con zavorre al seguito da fare in una sola giornata, ma veniamo ai fatti e scopriamo il percorso che hanno affrontato.

Da Courmayeur affrontiamo subito il famoso passo del Colle del Gran San Bernardo (2.473 mt) passando per il paesino di St. Rhemy-en-Bosses, famoso per i suoi rinomati prosciutti che saranno sicuramente utili per uno spuntino tra i freddi passi delle Alpi franco-svizzere-italiche, insomma, un viaggio internazionale a tutti gli effetti!

Si scende fino a Martigny, in Svizzera, senza entrare nella città, ma deviando poco prima per la città di Orsieres e poi per i tornanti che portano a Champex-Lac (ed il suo incantevole lago alpino). La discesa a valle, risulterà una delle più impegnative mai fatte, almeno in coppia. E infatti, i freni alla fine sono incandescenti e i polsi affaticati, con una fatica che però è ripagata dalla bellezza dei luoghi.

Puntiamo così verso il confine francese verso la D1506, e più precisamente verso Chamonix-Mont Blanc. In questi 45 chilometri di percorso si sale per il velocissimo Col de la Forclaz  (1.526 mt, ragazzi, che pista a cielo aperto!), dove sostare per una rigenerante pausa pranzo (ricordate il prosciutto di prima?) e il Col de Montets (1.461 mt). Superata Chamonix ed evitato il tunnel del Monte Bianco, puntiamo verso Megeve (D1212), per salire sul Col des Saisies (1.650 mt). Scenari unici e mozzafiato.

Da Chamonix, per tornare a Sèez (Bourg St. Maurice) ci sono altri 80 chilometri di puro godimento motociclistico dove affrontiamo un altro passo della Route des Grandes Alpes, il Cormet de Roselend (1.968 mt).

Da Sèez per tornare a Courmayeur, ripassiamo per il Colle del Piccolo San Bernardo. Alla fine abbiamo percorso quasi 300km, rientrando a Courmayeur-Sèez sicuramente stanchi, ma immensamente felici per la bellezza del percorso… percorso!