TrueRiders

Multipasso, giorno 2 – Lungo gli Appennini dal Gran Sasso a Prato

gran sasso 1 740x493 - Multipasso, giorno 2 - Lungo gli Appennini dal Gran Sasso a Prato

Prosegue il viaggio di Marco Boccaccio aka BuonaStrada – Diario di Viaggi in Moto lungo i passi di montagna di tutta Italia. Dopo la prima tappa da Monopoli al Gran Sasso, in questa seconda giornata si riprende in direzione di Prato.

Nella seconda tappa, niente autostrade e soprattutto luoghi splendidi da scoprire, come la Bocca Trabaria. Pronti per la narrazione che vi aiuterà a scoprire luoghi e punti molto interessante da fare in moto nel Bel Paese?

Dal Gran Sasso a Prato 

 

Distanza: Km 560

Carburante: 45€

Pernottamento: gratis

Autostrada: no grazie

A parte le pigne degli abeti che cadevano sopra la tenda ed il freddo ai piedi, diciamo che questa notte non ho dormito per niente. Nonostante tutto, al risveglio noto che la tenda ha preso una forma strana! Analizzo il problema come fossi un ingegnere edile e riscontro che un pilastro portante ha ceduto. Insomma se scassata la tenda! Comunque sono abbastanza carico per partire alla ricerca di nuove strade da scoprire.

Smantello il bivacco e carico Lara, faccio colazione e parto senza far tanto rumore…. Non vorrei svegliare la famiglia con i bambini della tenda affianco. La discesa dell’altro versante del Gran Sasso è bellissima, solo dei piccoli muretti e guard rail separo lo strapiombo della montagna dalla strada. Imbocco la SS17 direzione Aquila e Rieti. Lei stupisce ancora a parte qualche colonnina di quelle che ti scattano la foto e dopo ti inviano un bollettino da pagare alla posta, ti regala dei bellissimi cambi direzioni ed asfalto ottimo. Mi dirigo verso Urbino e la tanto desiderata Bocca Trabaria con passo veloce e solo una sosta a Gubbio per un’altro caffè e visita al centro storico.

Bocca Trabaria, SS73bis collega Urbino a Urbania e continua fino a Sansepolcro, dire che è un classico passo è superficiale! È qualcosa di più! Un continuo cambio di direzione con curve per tutti i gusti! Una parte di asfalto è coperto dall’ombra del boschetto, l’altro baciato dal sole, come oggi! La parte finale è quella che ho apprezzato di più….. ti affacci e vedi giù ai piedi del monte le curve che fra poco percorrerai! Scatto poche foto faccio fare tutto il lavoro sporco alla Gopro! Mi concentro alla guida e vado giù in picchiata! Mi fermo soltanto a Sansepolcro! Chissà quanti km avrò fatto di solo curve! Un po giù di morale realizzo che per oggi l’itinerario è finito, devo solo raggiungere Prato dove mi ospiteranno Luigi e Rossella, (ormai sta diventando una tradizione, questa è la seconda volta che mi fermo da loro, la prima fu al rientro da Nordkapp).

Sosta in autogrill per pranzo, mi gusto un ottimo antipasto con tonno della Norvegia su un letto di fagioli e verdure bollite e del pane tostato al rosmarino, insomma tonno in scatola insalatissime Rio Mare e crackers portato rigorosamente da casa! Preferisco spendere soldi in benzina, se non si fosse capito!

Ho del tempo per rivedere l’itinerario e mi viene in mente il Passo del Muraglione previsto a fine tour. Provo a verificare la distanza dalla mia posizione….. sono a solo 79 km e tempo di percorrenza 2 ore circa, troppo tempo! Deduco che in mezzo ci sia qualche strada da percorrere lentamente o magari qualche passo. Accetto e non sbaglio! Percorro il Passo del Carnaio e attraverso Parco Premilcuore fino a raggiungere il Passo del Muraglione. Foto di rito al bar del Muraglione e percorro una parte del passo che finisce Forlì. Faccio inversione e stavolta decido di fermarmi, per oggi ho dato abbastanza ma manca ancora un’ora circa per Prato. Finalmente a Prato dopo un traffico assurdo, scarico la moto e con l’aiuto di Gigi e ne approfitto a recuperare i ricambi per la tenda. La brace accesa, carne sul fuoco e mojito trascorriamo una bella serata. E adesso mezzo brillo abbraccio il letto e vi auguro una buona notte!

Marco Boccaccio

BuonaStrada – Diario di Viaggi in Moto