Passo del Somport, in moto sul ‘porto più alto’


Il Passo del Somport si trova a 1.632 metri di altitudine sulla catena montuosa dei Pirenei, e segna il confine tra Francia e Spagna. Perché “il porto più alto”? Perché summus portus è l’etimologia del nome: già dal XI secolo questo valico era punto di transito per i pellegrini del sud Europa. Oggi invece transitiamo in moto: una bella esperienza soprattutto in cima, poiché la maggior parte del traffico viene assorbita dal tunnel stradale scavato nella montagna. Per una volta avremo la strada tutta per noi?

Passo del Somport, l’itinerario in moto

È un viaggio adatto alla bella stagione, molto meno all’inverno, dato che nella stagione fredda neve e ghiaccio spesso causano chiusure, interruzioni e condizioni di minore sicurezza. È proprio per questo motivo che è stato scavato il tunnel stradale di 8.602 metri a 1.150 m.s.l.m, aperto nel 2003, in modo che il traffico veicolare potesse evitare imprevisti e rallentamenti. Ma noi puntiamo sempre alle vette: lasciamo dunque le automobili sparire in galleria, e andiamo a conquistare la cima del ‘porto più alto’.

Sia sul versante francese che sul versante spagnolo la pendenza media si aggira sul 4%, arrivando a un picco massimo di circa 9% nei (rari) punti più ripidi.  

Mappa

Dettagli

  • Partenza: Pau (Francia)
  • Arrivo: Jaca (Spagna)
  • Lunghezza: 119 km
  • Durata: 2 ore e 14 minuti
  • Tappe: Oloron-Sainte-Marie, Passo del Somport

Itinerario

Per salire al Passo del Somport, così come per altri passi pirenaici, il punto di partenza è Pau, città francese capoluogo del dipartimento dei Pirenei Atlantici nella Nuova Aquitania. Si raggiunge con la autoroute A64 “La Pyrénéenne” (La Pirenaica). 

Da Pau vai a sud seguendo per Gan lungo la strada N134. Non devi fare altro che continuare su questa strada fino alla fine del percorso, senza deviazioni. Incontri la città di Oloron-Sainte-Marie, per poi salire verso Sarrance, Bidous, il Fort du Portalet, e Urdos dove c’è l’ingresso del tunnel. La salita ti porta infine al Passo del Somport. 

La discesa sul versante spagnolo è sulla strada N-330. A Canfranc incontri l’uscita del tunnel, da qui la strada si fa leggermente più affollata, ma in poco tempo sei a Jaca, cittadina storica che vale una visita approfondita. E vale anche una sosta in uno dei ristoranti o hotel che ti consigliamo in fondo all’articolo! 

Tutto ciò che c’è da sapere sul Passo del Somport

Il Passo del Somport collega la val d’Aspe (Francia) e la valle del fiume Aragón (Spagna). Nei pressi del passo c’è un monumento al pellegrino, e più a valle (in territorio spagnolo) ci sono le rovine dell’antico ospedale di Santa Cristina. Vicino al valico si trova la stazione sciistica di Candanchú e i paesi Canfranc e Astún.

L’antico tunnel ferroviario (ormai in disuso) lungo il Passo del Somport

Passo del Somport e dintorni: cosa vedere

L’importanza del Passo del Somport è dovuta al fatto che rappresenta l’inizio del “cammino aragonese”, una delle ramificazioni del Camino Francés del Cammino di Santiago di Compostela. Questa importanza è testimoniata dalla presenza dell’Ospedale dei pellegrini di Santa Cristina, o meglio, delle sue rovine. È stato un monastero e ospedale considerato uno dei principali della cristianità, costruito nel XI secolo, che accoglieva i pellegrini gratuitamente fino a tre giorni. Nel 1706 un incendio distrusse quasi completamente la struttura, poi parzialmente ricostruita ma presto abbandonata. 

Jaca, a 820 m.s.l.m., è nota come “la perla dei Pirenei”. È la città più grande del percorso aragonese del Cammino di Santiago, è una località cosmopolita, ed è nota per la Cittadella militare del XVI secolo, costruita con una pianta pentagonale di notevoli dimensioni, circondata da un fossato. È la visita da non mancare.

Sul versante francese, invece, poco sotto il passo c’è il Fort du Portalet, edificio militare ultimato nel 1870 e che oggi si può vedere con visite guidate. A valle si possono fare belle passeggiate dentro Pau, città d’arte, e Oloron-Sainte-Marie, cittadina ricca di bellezze architettoniche. 

Immerso nel verde, il Fort du Portalet è un’antica fortificazione militare al confine tra Francia e Spagna

Il Somport nel Cammino di Santiago

Il Somport, nel famoso Cammino di Santiago che tutti i pellegrini percorrono almeno una volta nella vita, rappresenta l’inizio del “Cammino Aragonese”

Il Camino Aragonés è una delle ramificazioni più conosciute, ed è considerato la seconda via più frequentata. È un tratto lungo 164 km che passa per Jaca e si sviluppa lungo il fiume Aragona. È il naturale prolungamento del “Cammino Francese”, e in particolare è la via più diretta per i pellegrini che vengono dal sud europeo.

Il Cammino porta si dirige quindi verso località navarrese di Puente la Reina, dove si unisce alla Via francese da Roncisvalle, che è considerata la più frequentata per arrivare a Santiago de Compostela

Dove mangiare e dove dormire

Al tuo arrivo a Jaca potresti aver bisogno di un posto dove dormire: una buona sistemazione (2 stelle) è al Maison de l’arc, all’indirizzo C. San Nicolás, 4. E avrai bisogno anche di mangiare: vai al Restaurante Las 3 Ranas (C. la Salud, 10) per mangiare piatti tipici della cucina spagnola. 

E al tuo ritorno in Francia? Una volta arrivato a destinazione puoi sistemarti nell’Hôtel Le Roncevaux, albergo 3 stelle nel centro di Pau, comodo per tutte le visite in città. Per mangiare, c’è un bel posto in Rue Pasteur 30: il Restaurant Mr & Mrs M, che propone cucina “bistronomica” (un’unione di cucina di bistrot e di gastronomia) con influenze asiatiche. Da provare!

Scopri anche

Video Itinerari


PASSO DEL SOMPORT

  • Lunghezza (km): 119
  • Durata: 2 ore
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Pau (FR)
  • Arrivo: Jaca (ES)
  • Principali località attraversate: Oloron-Sainte-Marie, Passo del Somport