Snowdonia National Park in moto: sulle orme di Re Artù

Snowdonia




Nel Nord-ovest della Galles si trova la montagna più alta del paese, Snowdon, proprio nel cuore di una terra popolata da miti e percorsa da leggende. Qui Re Artù marciò insieme ai cavalieri della Tavola Rotonda, qui oggi noi vi portiamo a bordo della vostra moto. Snowdonia National Park in Galles è un’area naturalistica tutelata che accoglie alcune delle valli più belle del Gran Bretagna, percorribile lungo una rete stradale immersa in oltre 800 miglia quadrate avvolte tra natura e mitologia. Ogni anno passano di qui circa 3,6 milioni di turisti attirati dal fascino di questo territorio, ma basta abbandonare le strade principali per percorrere chilometri e chilometri di strade di montagna solitarie immerse nella natura.

Snowdonia National Park in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

L’itinerario che vi proponiamo è un percorso ad anello che parte e ritorna presso il Lago Vyrnwy. Il villaggio di Llanwddyn è il punto di partenza, sul lato sud-orientale del Lago. Seguiamo la costa meridionale per tutta la sua lunghezza prima di deviare verso una piccola strada che risale la valle di Eunant Fawr che conduce al confine dello Snowdonia National Park. Man mano che aumenta di quota, il tracciato si avvolge, quindi vi consigliamo di procedere a velocità moderata. D’altronde potremmo incontrare diverse pecore che si gettano sulla strada e che dobbiamo schivare con riflessi pronti. Per alcuni chilometri la corsa nello Snowdonia è davvero incredibile, fino a raggiungere una delle valli più incredibili del Regno Unito che si apre proprio sotto i nostri piedi. Si tratta della Dyfi Valley che forma l’estuario di Dyfi.

Qui la strada converge con Bwlch Groes, noto anche come Hellfire Pass, una meravigliosa strada di montagna che coincide con un cammino di pellegrinaggio tra il Nord e il Sud del Galles. Stiamo parlando della seconda strada più elevata del paese. Proprio qui Austin Motor Company, Triumph e BSA erano soliti testare i freni e il cambio in salita dei propri veicoli. All’incrocio giriamo a sinistra, ma svoltando a destra ci ritroveremmo al Lago Bala. Proseguendo a sinistra, appunto, dopo diversi chilometri incontriamo Abercywarch, un agglomerato di casette da esplorare perdendovi nei suoi dintorni.

Rimontiamo in sella e proseguiamo lungo l’itinerario che ci porta giù per una valle isolata nella quale, secondo la tradizione, fu il nucleo della Rivoluzione Industriale. Qui infatti il piombo veniva estratto dalle montagne, seppure ci siano poche prove a riguardo. Riprendiamo la strada e attraversiamo Dinas Mawddwy prima di entrare nella trafficata A470. Seppure questo tratto si chiama Snowdonia Discovery Route, si snoda fuori dai confini del parco nazionale.

Arriviamo a Machynlleth, antica capitale del Galles dove vi consigliamo una sosta per una birra fresca. Dopo una meritata pausa rifocillante, ci dirigiamo verso la costa e attraversiamo il ponte Dyfi. Se vi interessa o avete tempo in abbondanza, vi suggeriamo una piccola deviazione a destra presso il Center for Alternative Technology, un eco-centro che mostra metodi di vita sostenibili. Da non perdere è anche il King Arthur’s Labyrinth dove esplorare un fiume sotterraneo e le leggende del re britannico.

Tornati in carreggiata, percorriamo la A493 in direzione Aberdyfi. Popolare tra i turisti, è caratterizzata da curve strette e a gomito dove spesso fanno fatica a procedere veicoli ingombranti. Ma non temete, perché dopo qualche chilometro, presso la località balneare di Tywyn ci dirigiamo verso l’entroterra sull’entusiasmante B 4405 che ci porta attraverso una bellissima vallata fino alle rive del lago Mwyngil, prima di entrare nella A487 e iniziare una magnifica salita lungo la parete della valle ai piedi del Cadair Idris, una montagna che un tempo si diceva fosse la sede di un gigante chiamato Idris.

Cosa sapere sullo Snowdonia National Park

Prima del 1880 il fiume Vyrnwy scorreva fino al fiume Severn, lambendo il piccolo villaggio di Llanwddyn. Oggi incontriamo invece una diva meravigliosamente costruita per assicurare le risorse idriche alla città di Liverpool ma che sacrificò proprio il villaggio Llanwddyn, inondandolo. 

Nel 1951 la Snowdonia, Eryri in gallese, fu dichiarata Parco Nazionale abbracciando oltre 2130 chilometri quadrati tra 90 vette, valli, paludi, 100 laghi e coste lunghe 59 chilometri. Percorrendo le strade che si snodano all’interno di questa area protetta non manca quindi una suggestiva varietà di paesaggi da immortalare. Il monte Snowdon, che dà il nome all’intero parco nazionale e che come già detto è la cima più alta d’Inghilterra, è un’ambitissima meta per gli appassionati di trekking. Inoltre proprio qui Sir Edmund Hillary, lo scalatore che per primo raggiunse la cima dell’Everest, si allenò per la grande impresa. All’interno dello Snowdonia si trova anche il lago più grande del Galles, il Bala Lake

Ma la Snowdonia è anche una delle terre più leggendarie del Regno Unito. Come già accennato, ci troviamo in uno dei territori simbolo di Re Artù. Il Monte Snowdon,secondo la tradizione, fu il luogo dove il grande cavaliere uccise il gigante Rita e lo seppellì in cima sotto grandi massi. Inoltre proprio a Snowdonia si sarebbe trovata Excalibur, la leggendaria spada nella roccia. Secondo alcuni si trova nel Llyn Llydaw dopo la morte di Artù mentre altri narrano che sia stata gettata nel Llyn Ogwen. 

Dove mangiare vicino Snowdonia National Park

Immergersi nella natura, nelle leggende e nella cultura locale di Snowdonia non può prescindere dall’assaggiare alcune pietanze epiche del luogo. 

  • Dylan’s a Criccieth restaurant è un’istituzione del Galles del Nord che vi accoglie in uno splendido edificio art déco che sorge sul lungomare di Criccieth. Il cibo del luogo è il pezzo forte del menù realizzato con ingredienti coltivati localmente. I piatti sono quindi realizzati in base ai prodotti di stagione e i pasti sono spesso allietati da spettacoli dal vivo.
  • Sosban & The Old Butchers a Menai Bridge è il luogo adatto a voi se desiderate un’esperienza da stella Michelin. A 40 minuti da Beddgelert questo locale non presenta un menù, ma solamente i piatti freschi di giornata che assicurano ingredienti di indiscussa qualità. Dal momento che si tratta di uno dei ristoranti più rinomati di Snowdonia, vi consigliamo la prenotazione con qualche tempo di anticipo.
  • Freckled Angel a Menai Bridge non dista molto dal ristorante precedente ma dallo spirito decisamente diverso. Ci troviamo in una struttura di campagna ad un’ora di distanza da Beddgelert. Piatti classici, eseguiti con maestria e passione, lo chef Bryan Webb porta in tavola la tradizione locale. 

Scopri anche:


SNOWDONIA NATIONAL PARK

  • Lunghezza (km): 110
  • Durata: 2 ore
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Vyrnwy
  • Arrivo: Vyrnwy
  • Principali località attraversate: Machynlleth, Llyn Mwyngil