TrueRiders

In viaggio con Suzuki – Il programma del viaggio in moto nel Cilento

cilento intro 740x493 - In viaggio con Suzuki - Il programma del viaggio in moto nel Cilento

In viaggio con Suzuki si svolgerà all’insegna di una tre giorni in una delle destinazioni italiane più battute dal turismo nazionale e internazionale. Stiamo parlando del Cilento, storica regione geografica della Lucania, ovvero dell’attuale provincia di Salerno, in Campania.

La Lucania, il cui territorio è storicamente delineato tra il Monte della Stella e il fiume Alento, fa parte dal 1998 dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO, per ragioni architettoniche e paesaggistiche che coincidono, in larghissima parte, con l’evoluzione demografica del Vallo di Diano e dei popoli greci prima, italici poi, fino alle varie vicissitudini antecedenti all’Unità d’Italia.

Dai Capelli di Venere a Casaletto Spartano, fino alla costa di Santa Maria di Castellabate, passando per gli scenari dell’entroterra di San Mauro La Bruca e di Cannalonga, il Cilento e Vallo di Diano è una delle zone più prolifiche per quanto riguarda un viaggio in moto, essendo particolarmente variabile sotto il profilo morfologico. Ecco perché è stata una scelta condivisa quella di selezionarla come destinazione per In viaggio con Suzuki, il “social travel” organizzato da TrueRiders e Suzuki e che vede protagonista il gruppo di motociclisti del Bonzo Team.

Il viaggio si articola su tre giorni, per una percorrenza complessiva di circa 1.000 km, con partenza da Roma e due soste intermedie, una nei pressi di Palinuro e una nella zona di Felitto/Laurino.

 

1 ° giorno – Da Roma a Palinuro (388 km)

palinuro day 1 768x508 - In viaggio con Suzuki - Il programma del viaggio in moto nel Cilento
La spiaggia di Palinuro, in Campania

Nella prima giornata di viaggio, la partenza da Roma è prevista intorno alle ore 9.20. In questo primo tratto, i protagonisti del Bonzo Team percorrono l’Autostrada A1 e la A30, potendo contare sulla potenza delle loro Suzuki Enduro Tourer V-Strom 650 e 1000, arrivando fino all’uscita di Battipaglia, dopo circa 315 km e 4 ore circa di percorrenza.

Giunti in Campania, si immetteranno sulla SS267 che lambisce la costa, fatta di baie e tornati a strapiombo, su un mare di bellezza tropicale che si è meritato l’ambito riconoscimento della Goletta Verde.

Primo centro di rilievo è il paese di Castellabate, inserito a giusto merito nel Club dei Borghi più Belli d’Italia. Qui si fermeranno per una visita alla Spiaggia di Punta Licosa (che fa parte del Parco Marino Nazionale di Castellabate), al Castello dell’Abate, struttura del XII secolo che da il nome alla cittadina, e alla bella Torre della Pagliarola, elemento rilevante nell’architettura comunale di origine medievale.

Dopo una meritata pausa pranzo, i ragazzi del Bonzo Team si dirigono verso l’entroterra, dove ammireranno alcune delle vette che rientrano nel perimetro del Parco nazionale del Cilento, Vallo di Diano e Alburni, e che arrivano fino al Monte Cervati, il più alto di tutta la Campania con i suoi 1.898 metri sul livello del mare.

Settanta chilometri circa prima di giungere, attraverso percorso si caratterizza per un misto particolarmente tecnico, con improvvisi tornantini a gomito, intervallato da brevi rettilinei in cui mollare il gas e godersi il panorama, a Palinuro, a picco sul mare, dove si fermeranno per la notte.

 

2° giorno – Da Palinuro a Bellosguardo (190 chilometri)

bellosguardo day 2 768x508 - In viaggio con Suzuki - Il programma del viaggio in moto nel Cilento
Le montagne che circondano Bellosguardo, nell’entroterra cilentano

Secondo giorno tutto dedicato all’entroterra del Cilento – Vallo di Diano, con ripartenza da Palinuro alla volta della tappa numero due de “In viaggio con  Suzuki”. Il Bonzo Team attraversa un primo tratto di costa, passando per Capo Palinuro, la Timpa di San Iconio e Marina di Camerota, per dirigersi infine a Scario, in circa 30 chilometri.

Prima parte molto più leggera, prima di intraprendere la “scalata” della SS18, nel cuore del Cilento, con una salita decisamente impegnativa fino a Laurito, con un Da qui inizia l’interminabile tratto della SS18 nel cuore del Cilento, salita impegnativa fino a Laurito, con un ntortuoso tratto in quota che culmina con la discesa a Vallo della Lucania, per un tratto di complessivi sessanta chilometri.

Dopo la pausa pranzo, i protagonisti riprendono le moto per addentrarsi tra le propaggini montagnose del Parco, percorrendo il bellissimo periplo che abbraccia i paesi di Laurino, Piaggine, Sacco, Bellosguardo, Castel San Lorenzo e Felitto, per poi ritornare a Laurino, per un totale di 90km.

Nei pressi di Felitto, raggiungibile attraverso la Strada Regionale 488, una sosta irrinunciabile per ammirare le splendide Gole del Calore, ben cinque “incavi” che le acque del Calore Lucano, il fiume che scorre da queste parti, hanno scavato in milioni di anni nella roccia, donandole un aspetto incantato, circondato da una natura a tratti impenetrabile ma di sicuro successo scenico, grazie alle loro pareti che letteralmente “colano a picco” nelle acque fluviali.

Dopo un pomeriggio di esplorazione, è ora di un meritato riposo, che avverrà nell’Agriturismo Villa Vea di Bellosguardo, uno dei comuni più pittoreschi del Parco nazionale del Cilento e che, già dal nome, lascia presagire la grande varietà del panorama che vi si può ammirare.

 

3° giorno – Da Bellosguardo a Roma (410 chilometri)

castellamare di stabia day 3 768x460 - In viaggio con Suzuki - Il programma del viaggio in moto nel Cilento
Castellamare di Stabia, lo splendore della Campania “marittima”

 Terzo e ultimo giorno de “In viaggio con Suzuki” per i ragazzi del Bonzo Team, ma non per questo privo di elementi caratterizzanti, anzi! Dalla montagna si passerà al mare, prima del lungo, benché suggestivo, rientro verso Roma.

La prima parte di questa terza tappa sarà dedicata, a partire dalle ore 9, ai Monti Alburni, e alle ottime, rinfrescanti curve che portano fino al paese di Postiglione, 615 metri sul livello del mare, il cui borgo è dominato dal maestoso profilo del Castello normanno, costruito intorno all’anno 1000 dai fratelli di Hauteville.

Una breve pausa per la visita, prima di arrivare nuovamente a Battipaglia attraverso un tratto, lungo circa 50 chilometri, della A3 Salerno – Reggio Calabria.

Ad attendere il Bonzo Team c’è la Costiera Amalfitana e la meravigliosa SS163, che tocca alcune perle della costa campana come Cetara, Amalfi, Positano. E sono solo alcuni degli splendidi borghi che attraverseranno tra curve strettissime, viste mozzafiato e con la speranza di trovare poco traffico!

Poco dopo Positano, deviazione verso la SS145 in direzione Vico Equense fino a Castellamare di Stabia, per la meritata sosta pranzo, dopo 75km di puro godimento tra curve, strade a picco sul mare e gallerie scavate nella roccia viva che, metro dopo metro, sembrano studiate apposta per non perdersi neanche un secondo dei panorami della Costiera Amalfitana.

Dopo una meritata pausa pranzo, il Bonzo Team riprenderà di nuovo le Suzuki Enduro Tourer V-Strom 650 e 1000, mezzi che danno il meglio in ogni situazione, per tornare verso Roma. Una parte di autostrada A1 alla quale, all’altezza di Artena, farà seguito una ultima deviazione panoramica.

Massimo, Alessio ed Edoardo percorreranno infatti la SP217, la storica Via dei Laghi che, passando per l’incredibile cornice dei Castelli Romani, gli permetterà di “toccare” le sponde del Lago di Nemi e del Lago Albano, ammirando da vicino anche i rilievi del Monte Cavo e del Maschio delle Faete (956 metri sul livello del mare) prima del rientro, dopo quasi 1.000 chilometri in tre giorni, a Roma.

Una degna conclusione di un viaggio (con Suzuki) davvero speciale!