TrueRiders

Itinerario in moto in Friuli-Venezia Giulia, sulle strade del Tagliamento

Itinerario in moto in Fiuli-Venezia Giulia, sulle strade del Tagliamento

Dalle curve del passo della Mauria alle spiagge di Bibione e Lignano: itinerario in moto sulle strade del Tagliamento, alla scoperta dei paesaggi e dei sapori di un Friuli-Venezia Giulia tanto bello quanto inedito

Amatissimo dai motociclisti soprattutto per le sue vette, il Friuli-Venezia Giulia non manca in realtà di offrire spunti e percorsi di grande interesse su due ruote anche cambiando (leggermente) prospettiva. Che dire ad esempio di un itinerario in moto sul Tagliamento? Quasi duecento chilometri seguendone il corso naturale si riveleranno infatti un ottimo modo per scoprire alcuni degli angoli più belli della regione, oltre che la perfetta occasione per un bel tour da affrontare da soli o in compagnia.

Lungo complessivamente 170 chilometri, il Tagliamento nasce nei pressi del passo della Mauria, attraversa la regione storica della Carnia per poi sfociare al termine del suo percorso nel Golfo di Venezia, tra le note località balneari di Lignano Sabbiadoro e Bibione. Percorrerne le strade significa dunque tracciare un percorso davvero per tutti i gusti alla scoperta del Friuli-Venezia Giulia in moto: se gli amanti dei tour in montagna apprezzeranno le inconfondibili suggestioni alpine delle sue prime fasi, gli appassionati di tradizioni e sapori avranno modo di rifarsi in seguito, esattamente come i motociclisti che non vorranno farsi mancare anche la piacevole sensazione della brezza marina.

Informazioni utili

Scarica

Itinerario in moto in Friuli-Venezia Giulia, informazioni utili

Distanza189 chilometri
Percorrenza1 giorno
PartenzaLorenzago di Cadore
ArrivoLignano Riviera
Principali località attraversatePasso della Mauria, Tolmezzo, Lago di Cavazzo, Gemona del Friuli, San Daniele del Friuli
Periodo consigliatoPrimavera/Estate

Le strade del Tagliamento su due ruote: mototour in Friuli-Venezia Giulia

Alla scoperta del Friuli-Venezia Giulia in moto: il lago di Cavazzo
Alla scoperta del Friuli-Venezia Giulia in moto: il lago di Cavazzo

Punto di partenza ideale del nostro tour alla scoperta del Friuli-Venezia Giulia in moto è Lorenzago di Cadore, piccolo comune della provincia di Belluno che collega la regione del Cadore a quella della Carnia attraverso il passo della Mauria, valico alpino che dà i natali al Tagliamento e capace di farsi apprezzare in sella, nonostante un’altitudine non particolarmente elevata (poco meno di 1300 metri sul livello del mare), per le sue curve immerse nel verde. I tornanti ci conducono quindi a Forni di Sopra, piccolo paese dominato dai paesaggi dolomitici, con cui ha ufficialmente inizio la nostra avventura friulana.

Seguendo il corso del fiume e della SS52, raggiungiamo quindi Tolmezzo, di fatto considerato il centro più importante dell’intera Carnia. Qui, una prima tappa, anche per iniziare magari ad assaporare la cucina locale, può essere una buona opzione per tutti i mototuristi desiderosi di conoscere più da vicino le tradizioni del posto. Una buona alternativa per una sosta, apprezzata soprattutto dagli amanti dei paesaggi dei paesaggi lacustri, può però essere quella di aspettare qualche chilometro per fare una breve pausa sulle sponde del Lago di Cavazzo, il lago naturale più esteso dell’intero Friuli. Prima di fermarsi per il meritato riposo, suggeriamo però di non perdere anche la salita al Monte San Simeone: un panorama spettacolare vi ricompenserà dello “sforzo”.

Superato Bordano, paese delle farfalle, proseguiamo dunque verso Gemona del Friuli, altro noto centro della zona che ai motociclisti meno giovani rievocherà alla mente anche il triste ricordo del sisma del 1976.

In moto in Friuli-Venezia Giulia: seguendo il Tagliamento fino al mare

Lungo le strade del Tagliamento in moto: la splendida Ragogna
Lungo le strade del Tagliamento in moto: la splendida Ragogna

La SR463 ci accompagna ora fino a San Daniele del Friuli, autentica eccellenza della gastronomia italiana grazie ai suoi prosciutti di fama mondiale. Quasi scontato dunque suggerire una sosta prima di rimettersi in viaggio verso Ragogna, piccolo gioiello paesaggistico della Friuli collinare da cui godere della vista, tra le diverse meraviglie naturalistiche (e non solo) del luogo, anche di uno dei tratti più suggestivi dell’intero corso del fiume Tagliamento.

Il tour prosegue con Pinzano al Tagliamento, Valvasone Arzene e Latisana: gli scenari dolomitici si allontano progressivamente, mentre il corso del fiume ci avvicina sempre più rapidamente al mare. Guai però a lasciarsi subito travolgere dalla fama delle spiagge di Lignano e Bibione senza prima aver apprezzato lo spettacolo della foce del fiume, reso magari ancor più bello dalla luce soffusa del tramonto.

Dopo 189 chilometri termina quindi con Lignano Riviera il nostro tour lungo le strade e i canali intrecciati del Tagliamento, ottimo percorso per scoprire in una veste inedita le meraviglie il Friuli-Venezia Giulia. Non resta che partire…  e, allora, buon viaggio!