Campo Carlo Magno, Trentino Alto Adige in moto

shutterstock_305979746

Campo Carlo Magno è un valico alpino che si trova in Trentino Alto Adige e che è meta ogni giorno di tantissimi motociclisti che salgono su queste strade per andare alla scoperta della nostra bella Italia.

Il passo di montagna mette in comunicazione la Val di Sole con la Val Rendena, fra le Dolomiti di Brenta e il Gruppo della Presanella. Il valico divide anche il bacino del Sarca e quello del Noce.

Si può comodamente arrivare a Campo Carlo Magno tramite la Strada statale 239 di Campiglio, una strada asfaltata che ci consentirà di arrivare fino in cima alla frazione che, amministrativamente parlando, appartiene al comune di Pinzolo.

Se vi state chiedendo il perché del nome di questo valico in provincia di Trento, che si trova a 1.681 metri sul livello del mare, è presto svelato: il suo nome deriva da una leggenda che vuole che Carlo Magno si sia accampato qui mentre scendeva verso Roma con i suoi soldati nell’anno 800.

Doveva arrivare a Roma per ricevere la corona di imperatore del Sacro Romano Impero. Non si sa, però, quanto di vero ci sia in questa storia, che però è molto affascinante.

Mappa

Informazioni utili

  • Città di partenza: Bolzano
  • Città di arrivo: Bolzano
  • Durata: 4 ore
  • Lunghezza: 234 chilometri
  • Principali città attraversate: Bolzano, Campo Carlo Magno, Pinzolo, Andalo

Campo Carlo Magno in moto. L’itinerario

Il nostro viaggio parte dalla città di Bolzano e rientra sempre qui, attraversando paesaggi che sicuramente vi rimarranno impressi nel cuore a lungo.

Uscendo da Bolzano prendete la SS42 in direzione Ponte d’Adige, dove supererete anche il fiume Adige. Dovrete continuare per questa strada, piena di curve, che panorama dopo panorama vi permetterà di arrivare alla meta principale di questo viaggio.

Poco dopo Folgarida, località turistica e frazione del comune di Dimaro Folgarida, entrerete all’interno del Parco Naturale Adamello Brenta e dopo poche curve eccovi a Campo Carlo Magno.

Qui potrete godervi un po’ di sano riposo gustandovi il panorama che si spalanca di fronte a voi in tutto il suo splendore. Merita di essere assaporato con calma, non abbiate fretta, avete tutto il tempo necessario per rientrare a Bolzano, non ritornando indietro sulla stessa strada, ma andando avanti e svalicando dall’altra parte del valico.

Riprendiamo la SS239 in direzione Pinzolo: la cittadina in provincia di Trento si trova nell’alta Val Rendena. Da visitare la chiesa di San Virgilio, per affreschi davvero unici nel suo genere. Riprendiamo la SS239 fino a Tione di Trento e poi prendiamo la SS237 direzione est.

A Ponte Arche prendete la SS421. Costeggeremo lo splendido lago di Molveno, prima di attraversare l’omonima cittadina e arrivare ad Andalo, altro centro rinomato della zona. Il comune sorge al centro dell’altopiano Brenta – Paganella e in parte rientra nel Parco Naturale Adamello-Brenta: è una città di origine medievale, quindi assolutamente da visitare già che siete in zona.

Da Andalo prendiamo la SP235, poi svoltiamo sulla SS43 prima di prendere la Strada Statale 12 che ci permetterà di ritornare verso Nord e verso Bolzano.

Anche Bolzano, ovviamente, merita un po’ della vostra attenzione: è un centro turistico rinomato in tutto il mondo che saprà conquistarvi per i suoi colori, i suoi panorami, i suoi profumi e, ovviamente, anche i suoi sapori.

TrueRiders