Alpe di Siusi in moto

Alpe di Siusi

Dalle valli del Trentino agli altipiani dell’Alto Adige, ci troviamo in una delle regioni più amate dai motociclisti italiani e non solo. Se non potete resistere alla bellezza degli imponenti panorami dolomitici e siete in cerca di strade capaci di offrire una guida tanto piacevole quanto panoramica, l’Alpe di Siusi è una destinazione che non potrete davvero perdere. 

Il più vasto altopiano dolomitico d’Europa, a 1850 metri di altitudine, sorge nella parte occidentale delle Dolomiti: quelle che dal 2009 sono state inserite nell’elenco dei Beni Patrimonio dell’Umanità UNESCO. l’Alpe Siusi si estende per oltre 50 chilometri quadrati, tra la Val Gardena a nord, il Gruppo del Sassolungo a nord-est e il massiccio dello Sciliar a sud-est. Per capire di essere in paradiso motociclistico basterebbero questi toponimi, cari a tutti i frequentatori della zona; ma vogliamo aggiungere quelli dei gruppi montuosi visibili dall’altopiano come la Marmolada e il Gruppo del Sella.

E allora cosa aspettiamo ancora? Partiamo a bordo della nostra moto alla volta deI Trentino Alto Adige, alla scoperta di un altopiano dolomitico capace di regalarci emozioni uniche, soprattutto su due ruote: ecco il nostro itinerario in moto sull’Alpe di Siusi.

Alpe di Siusi in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

Il nostro itinerario in moto sull’Alpe di Siusi comincia da Bolzano, ottimo punto di riferimento se veniamo da fuori e dobbiamo raggiungere la zona con l’autostrada del Brennero. Da Via Alto Adige nel centro prendiamo Viale della Stazione; passando per Piazza Garibaldi e Via Josef Mayr Nusser, imbocchiamo Via Statale 12. Svoltiamo leggermente a sinistra verso Strada Provinciale 24 e continuiamo lungo questa arteria sino a prendere Via Oswald Von Wolkenstein/SP64 che ci porta a Castelrotto. Andiamo da Via Panider/SP64 verso Via Lafay e ci teniamo su SP64. Alla rotonda prendiamo l’uscita per immetterci su Strada Statale 242. Ed eccoci in Selva di Val Gardena dopo circa 20 minuti.

Selva di Val Gardena
Vallunga, Selva di Val Gardena

Da Selva di Val Gardena continuiamo su SS242, poi su Strada Dolomites/SS48 attraversando ben due rotonde; dopo di che svoltiamo su Strada da Neva/SS241 e poi a sinistra per raggiungere il Passo di Costalunga. Procediamo su Via Carezza/SS241, poi imbocchiamo Via Nigra e Via S. Cipriano per arrivare a Passo Nigra. Attraversiamo la frazione Cipriano e prendiamo Via San Giorgio; continuiamo su SP Tires e svoltando a sinistra prendiamo Strada Provinciale 24; teniamo la sinistra e prendiamo Via Statale 12. Eccoci a Prato Isarco. Dalla Via Statale 12, prendiamo lo svincolo per Rentsch; alla rotonda imbocchiamo la seconda uscita e prendiamo Via Rencio/Strada Provinciale 422 di Valle Macra. Continuiamo su Via Brennero ed entriamo nel centro cittadino di Bolzano.

Altopiano di Siusi da scoprire

Sia in estate che in inverno, l’altopiano più vasto d’Europa è perfetto per essere esplorato, dal momento che vanta ben 300 giorni di sole all’anno. A piedi, in mountain bike, con gli sci ai piedi o lo snowboard, l’Alpe de Siusi è un paesaggio in cui immergersi per trascorrere qualunque tipo di vacanza. 

Sellaronda, inverno strada
Una veduta del massiccio del Sella e della strada del Sellaronda in inverno

I 6000 ettari circa dell’Alpe non solo solamente un paradiso per gli appassionati di trekking che qui possono perdersi tra gli oltre 450 chilometri di sentieri escursionistici; qui anche gli amanti dell’arrampicata e dell’alpinismo. E in inverno? Le piste perfettamente manutenute e i moderni impianti di risalita, assicurano divertimento e sicurezza agli amanti degli sport invernali.

L’area sciistica Alpe di Siusi e Val Gardena che arriva al Sellaronda conta ben 175 chilometri di piste alpine e 80 chilometri di piste da fondo; ma 80 sono anche gli impianti di risalita. Inoltre, l’area dell’Alpe di Siusi fa parte anche della rete delle Dolomiti Nordicski; si tratta del il più grande carosello di sci di fondo d’Europa con 1.300 chilometri di piste. 

Montagna Alpe di Siusi dove mangiare

Canederli
Il piatto tradizionale del Tirolo (italiano e austriaco) sono i canederli, palline di pane condite in svariati modi

Le baite in cui trascorrere magici momenti di coccole gastronomiche sono ben 56, tra baite rustiche ed altre gourmet. Ciò che non mancherà mai è il culto dell’accoglienza e della cucina genuina. Canederli con patate saltate con carne (Herrengröstl), Kaiserschmarren e Buchteln non possono mancare, così come gli Schlutzkrapfen dolci. 

  • Malga Tschafon offre una vista mozzafiato su Catinaccio, Torri del Vajolet e Latemar, ma anche ottimi piatti. Le specialità altoatesine sono qui realizzate con i prodotti dell’orto.
  • Tirler Alm è un rifugio sull’Alpe di Siusi in cui non potete esimervi dall’assaggiare i deliziosi canederli, le tagliatelle ai porcini e il fantastico strudel con crema di vaniglia.
  • Rauch Hütte assicura una vista panoramica incredibile e la sua terrazza è perfetta per rilassarsi. I pezzi forti del menù sono le pappardelle al ragù di cinghiale, l’ottima guancia di vitello con polenta e knödel; inoltre non potete andarvene senza assaggiare la frittata dolce con marmellata di mirtilli.

Scoprite anche tutti i Passi del Trentino in moto!

Avatar per TrueRiders

TrueRiders


ALPE DI SIUSI

  • Lunghezza (km): 121
  • Durata: 3 ore
  • Partenza: Bolzano
  • Arrivo: Prato Isarco
  • Principali località attraversate: Castelrotto, Selva di Val Gardena, Passo Costalunga, Passo Nigra
trueriders