TrueRiders

Colle del Monginevro, in moto sulle Alpi tra Italia e Francia

Monginevro

Situato a metà strada tra i comuni di Cesana Torinese (in Piemonte) e di Briançon, il Colle del Monginevro è uno dei percorsi stradali per attraversare il confine tra Italia e Francia durante un viaggio in moto.

Il colle, spesso chiamato anche Col de Montgenèvre in francese, prende il nome dall’omonimo comune francese, situato a cavallo della Val di Susa, a una altitudine di 1.860 metri sul livello del mare.

Il percorso, segnato dalla SS24 del Monginevro (per quanto concerne il tratto italiano), è di appena 22,3 chilometri, con una altitudine massima raggiunta di 1.854 metri sul livello del mare, e una pendenza che nel suo punto maggiore raggiungere il 9,4%.

Molto interessante, insieme ovviamente al profilo altimetrico e quello panoramico, è la storia del Colle del Monginevro. Secondo diverse fonti storiche, infatti, fu proprio per il Monginevro che le truppe di Annibale, nel 218 avanti Cristo, attraversarono le Alpi per giungere in Italia con l’obiettivo di mettere sotto scacco il costituendo Impero Romano.

Sempre qui, nel 1804, si tenne l’inaugurazione del collegamento stradale tra Italia e Francia, con l’innalzamento di un obelisco quadrangolare intitolato a Napoleone I Bonaparte, allora Imperatore dei Francesi. Ancora oggi, oltre ai motociclisti e agli automobilisti, da queste parti transitano i pellegrini che seguono il Camino de Santiago de Compostela e la Via Francigena (lungo l’antico percorso della Via Domitia), che distano da questo punto rispettivamente 2.010 e 914 chilometri.

Monginevro: mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Torino
  • Arrivo: Briançon
  • Lunghezza: 138 chilometri
  • Durata: circa 3 ore
  • Principali località attraversate: Pinerolo, Villar Perosa, Fenestrelle, Cesana Torinese

Colle del Monginevro in moto: l’itinerario

Il percorso classico che da Torino porta al Monginevro segue l’omonima SS24 del Monginevro, che attraversa la Val Susa, prima di deviare verso sud, “evitando” così la diramazione per Bardonecchia e il traforo del Frejus.

L’itinerario scelto da TrueRiders attraversa invece la bassa torinese, toccando alcune interessanti località dal potenziale turistico, quali Moncalieri, Pinerolo e Fenestrelle, dove si trova una delle più grandi fortezze al mondo.

Lasciata Torino, ci immettiamo sulla SP23R, evitando così la A55, e proseguiamo per circa 42 chilometri, fino all’arrivo a Pinerolo. Situata sulle propaggini delle Alpi Cozie, Pinerolo è un piccolo gioiello di architettura, con le sue eleganti Piazza San Donato e Piazza Vittorio Veneto, sulle quali trionfano monumenti religiosi e civili della cittadina.

Proseguiamo lungo la SP23R in direzione di Villar Perosa, località che molti assoceranno al ritiro estivo della Juventus (la località è da sempre legata alla famiglia Agnelli e alla sua squadra), e ci immergiamo negli scenari magnifici delle Alpi arrivando così a Fenestrelle, il già citato gioiello architettonico del Piemonte.

Oltrepassata Fenestrelle e Usseaux, entriamo nel Piemonte “francofono”, la zopna di Grand Puy, Pattemouche e Sestriere, arrivando fino a Cesana Torinese, punto di inizio della salita al Monginevro.

Il percorso, che attraversa il confine italo-francese, è di circa 22 chilometri, non particolarmente difficoltosi ma di sicuro interesse. È tramite il Monginevro che giungiamo a Briançon (Brianzoni in italiano), da dove possiamo poi decidere di proseguire verso la Provenza.

TrueRiders

TrueRiders