Colle della Lombarda

La magia di un percorso di confine tra l’Italia e la Francia, nonché l’esperienza su una delle salite più suggestive dell’arco alpino: questo è il viaggio alla scoperta del Colle della Lombarda. Si tratta di un tratto decisamente sfidante provenendo dal Piemonte (e non dalla Lombardia come il nome lascerebbe credere!) dal momento che raggiunge picchi di pendenza di addirittura il 14%.

Questo valico alpino si trova nel bel mezzo della Val del Cistiglione, è uno dei principali punti di collegamento tra l’Italia e la Francia e risale a tempi alquanto recenti. Infatti fu realizzato dai transalpini in seguito alla costruzione del vicino comprensorio sciistico francese di Isola 2000; fino a quel momento, nel 1947, il passo si trovava interamente in territorio nostrano. 

Oggi vi proponiamo un itinerario che attraversa il Colle della Lombarda in moto fino al comune transalpino d’Isola partendo da Vinadio, in piena Val di Stura. 

Colle della Lombarda in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

Partiamo da Vinadio imboccando Via Roma/SS21 verso Via Goletta. Svoltiamo a sinistra e prendiamo SP255 mantenendo la destra; proseguiamo finché ci troviamo il Santuario Sant’Anna di Vinadio sullo stesso lato. Arriviamo al lugo di culto dopo 30 minuti e diverse curve. Da qui continuiamo verso SP255 mantenendo la sinistra. Per prendere la SS21 svoltiamo ad un certo punto a destra e poi di nuovo a destra per SP337. Imbocchiamo Via I Maggio/SS21 e alla rotonda ci manteniamo su SS21. Svoltiamo a sinistra su SP121 e poi imbocchiamo di seguito SP23 e SP41. Dopo una rotonda ci immettiamo su Via Guglielmo Marconi/SP298. Continuiamo su SP298 fino alla rotonda prendiamo la 3ª uscita su Via Villafalletto/SP25. Imbocchiamo SP161 e alla rotonda SP156, successivamente SP155, SP25, fino ad imboccare Via dell’Abbazia/SP298. Al bivio prendiamo Via Cuneo/SP41 sulla destra e poi svoltiamoa  sinistra su Via Borgo S. Dalmazzo/SP23. Continuiamo su SP23 e alla rotonda su SS21. Giriamo a sinistra su SP25 seguendo le indicazioni per Colle Lombarda/S. Anna/Pratolungo. La SP255 svolta a sinistra e diventa M97 in territorio francese. Continuiamo per alcuni chilometri e parecchi tornanti su questa strada fino a Place Jean Gaissa. In poco più di due ore eccoci ad Isola

Colle Lombarda cosa vedere

Quello che non abbiamo anticipato è una sorpresa lungo l’itinerario: il Santuario di Sant’Anna, famoso per essere il più alto d’Europa. Questo luogo di culto sorge infatti a 2020 metri: a due passi dal cielo. Dalla balconata antistante il santuario possiamo ammirare le vette più affascinanti delle Alpi Marittime: la Punta Maladecia, la Testa Gias dei Laghi, il Monte Aver, la Cima della Lombarda. Le origini del santuario risalgono intorno aXI secolo, quando rappresentava un ostello per i viandanti e i pellegrini diretti a Roma. Completato sul finire del XVII secolo, il santuario e la leggenda dell’apparizione alla pastorella influenzarono il diffondersi del culto di Sant’Anna. 

Sant'Anna di Vinadio
La facciata del Santuario di Sant’Anna di Vinadio

Vinadio Colle della Lombarda

Il Santuario sorge nell’omonima frazione del comune di Vinadio, in provincia di Cuneo. Si tratta di una località comodamente raggiungibile dalla SP25 e noi la incontriamo all’incirca dopo 17 chilometri dalla partenza, tra curve della via maestra del nostro itinerario in moto sul Colle della Lombarda. A Viandio merita sicuramente una tappa la fortezza, simbolo della città. Il Forte Albertino rappresenta uno dei più pregevoli esempi di architettura militare dell’intero arco alpino e conta circa 1200 metri di lunghezza, con 10 chilometri di camminamenti. 

Isola sulle Alpi Marittime

Nonostante il nome faccia pensare al mare, è evidente che il borgo in territorio francese sorga sulle Alpi; più precisamente a 870 metri di altitudine. Il villaggio sorge al confine con l’Italia, in una vallata alla confluenza dei Tinée Tinée e del Guerche, nei pressi del Parco del Mercantour. La chiesa barocca, tesoro della cittaidna, vanta ben sei altari mentre camminando per il borgo potete scoprire gli antichi spazi comuni destinati al lavaggio, ancora in perfette condizioni, e i mulini per il grano. 

Isola 2000
La neve sul resort francese di Isola 2000

Scoprite anche le Gole del Daluis sulle Alpi Marittime in moto!

Colle della Lombarda è aperto o chiuso

Come la maggior parte dei valichi alpini, anche il Colle della Lombarda è sottoposto a chiusure invernali per scongiurare i pericoli dovuti alle precipitazioni nevose e soprattutto al ghiaccio che si forma sull’asfalto. Intorno a maggio e giugno il valico viene aperto, ma ogni anno la data cambi a seconda delle condizioni di quell’annata. Per questo prima di mettervi in moto, anche nei mesi primaverili ed estivi, vi consigliamo di consultare le condizioni metereologiche al Passo Lombarda.

Dove mangiare al Passo della Lombarda

Al confine tra Francia e Italia non possiamo che abbandonarci ad un duello all’ultima forchetta. Ecco allora tre ristoranti a cavallo del Colle della Lombarda in cui assaporare le cucine locali dei due paesi.

L’Avalanche presso Isola 2000 è un tipico ristante alpino. Dal momento che ci troviamo in territorio francese è da non perdere la raclette e il piatto misto con salumi e camembert caldo con patate bollite.

Rifugio Dahu de Sabarnui a Vinadio è pronto ad accogliervi in un panorama alpino mozzafiato. Qui non potete esimervi dal provare  la polenta Dahu, con tre “assaggi” conditi con spezzatino, formaggio e salsiccia.

Ristorante Da Renzo a Vinadio offre un menù con il meglio della cucina piemontese. Già dagli antipasti saprà stupirvi con il flan di verdura su fonduta davvero speciale e i tajarin burro e salvia. 

Scoprite anche il Colle del Sestriere in moto in Piemonte!


COLLE DELLA LOMBARDA

  • Lunghezza (km): 47.7
  • Durata: 1 ora e 20 minuti
  • Partenza: Isola
  • Arrivo: Vinadio
  • Altitudine (in m s.l.m.): 2350
  • Pendenza max.: 14%
  • Chiusura invernale: Sì (tutto l'inverno)
trueriders