porto vecchio
Porto Vecchio, in moto in Corsica

La Corsica è l’isola “selvaggia” per eccellenza del Mediterraneo. Politicamente francese ma storicamente e culturalmente molto più vicina all’Italia, è oggi una terra di apparenti contrasti. Non solo linguistici (il corso è una mescolanza di francese, italiano e dialetti liguri) ma anche territoriali.

Sebbene ogni suo punto non disti più di 50 km dalla spiaggia più vicino, l’entroterra è fortemente montuoso, con vette che raggiungono e superano i duemila metri. La conformazione geografica ha dato vita a luoghi mozzafiato, come i Calanchi di Piana, mentre le coste frastagliate si prestano a tuffi indimenticabili.

Scopriamo la Corsica con un lungo e tortuoso itinerario lungo la costa occidentale corsa che dall’estremo settentrione (Capo Corso) raggiunge Porto Vecchio (sud-est). Un percorso di oltre 400 chilometri e dalla percorrenza di ben nove ore: ideale, insomma, più per un weekend che una sola giornata.

Costa occidentale corsa in moto. L’itinerario

Mappa

Percorso

Si parte dal “dito” dell’isola, ossia Capo Corso, strada altamente panoramica a strapiombo sul mare, punto ottimo per incontrare la bellezza della natura del luogo, con panorami unici tutti da fotografare.

La zona è un lembo di terra lungo 40 chilometri e largo 10, pieno di torri difensive del periodo genovese, villaggi di pescatori e piccoli borghi dove tutto è rimasto invariato da anni. Tra questi meritano una visita Sisco, Pietra Corbara, Porticciolo e Santa Severa.

Da lì, presso Macinaggio si può intraprendere il Sentiero dei Doganieri, un itinerario fra flora e fauna tipica, alla scoperta della macchia mediterranea incontaminata. Continuando verso sud ci si dirige a Calvi, bellissima cittadina orientata verso il mare. Dal belvedere lo spettacolo è mozzafiato, abitato solamente da un chiostro e una piccola cappella, per poi scendere giù e perdersi fra le vie caratteristiche della città fortificata.

Si riparte da Calvi direzione sud, verso la bella Ajaccio. La costa è particolarmente frastagliata e il tracciato stradale selvaggio, meta unica per il motociclista alla ricerca di nuove emozioni.

Ajaccio, capoluogo principale dell’isola, è un’allegra e movimentata cittadina, dove ti consiglio di soggiornare, in quanto ricca di locali caratteristici dove potersi rilassare. Nella piazzetta principale il mercato di prodotti tipici locali ti permetterà di conoscere al meglio la cultura gastronomica dell’isola, sviluppatasi dalle commistioni liguri e francesi. Per gli appassionati di storia, Ajaccio ospita il Museo Nazionale di Bonaparte, una casa-museo che merita la visita.

Ci si dirige verso Porto Vecchio, terza per grandezza dopo Bastia ed Ajaccio, città circondata da mare e natura, dove termina il nostro itinerario motociclistico. Questa zona ti permette di coniugare delle belle passeggiate in città, fra le vie piene di prodotti caratteristici e locali dove divertirsi, e momenti di estremo relax a tu per tu con la bellezza del mare, visitando il Canyon della Bavella, un insieme di piccoli laghi dove godersi un bel bagno in totale solitudine, oppure dirigersi verso il Faro di Punta Chiappa, punto di riferimento da quasi due secoli per le imbarcazioni, dal particolare colore rosso e bianco.

TrueRiders

COSTA OCCIDENTALE CORSA

  • Lunghezza (km): 413
  • Durata: 9 ore
  • Partenza: Capo Corso
  • Arrivo: Porto Vecchio
  • Principali località attraversate: San Fiorenzo, Calvi, Serriera, Ajaccio
  • Chiusura invernale: No