Precisa come un orologio, bastano 15 minuti per scoprire questa incredibile strada delle Alpi

Precisa come un orologio, bastano 15 minuti per scoprire questa incredibile strada delle Alpi

Stefano Maria Meconi  | 07 Nov 2023  | Tempo di lettura: 4 minuti
  • Titolo: Passo Stalle
  • Lunghezza (km): 86
  • Durata: 1 ora e mezza
  • Altezza massina (m s.l.m.): 2052
  • Pendenza massima (%): 10
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Brunico
  • Arrivo: Lienz
  • Principali località attraversate: Rasun Anterselva, Sankt Jakob in Defereggen

Alto Adige, la piccola Austria italiana. Un territorio di montagna dall’aspetto magnifico in ogni momento dell’anno, ma anche trerra di profonde e originali curiosità. Come quella che troviamo a oltre 2.000 metri d’altezza, tra la Valle di Anterselva e la Defereggental, dove si trova uno dei valichi più belli che congiungono Italia e Austria passando la Valle di Anterselva. Non è solo la strada del Passo Stalle ad essere originale, ma il modo in cui viene regolato il traffico che è decisamente particolare. Curiosi di scoprire qual è l’origine di questi quindici minuti? Partiamo!

Passo Stalle in moto. L’itinerario

Mappa

Itinerario

L’itinerario per attraversare Passo Stalle in moto inizia a Brunico (“Brunech” in lingua locale) in Trentino Alto Adige, quindi entro i confini nazionali, e arriva a Lienz in Austria per un percorso totale che sfiora i 100 chilometri. Partiamo da una località da sempre di frontiera; infatti Brunico, oltre ad essere il punto di riferimento della Val Pusteria, è una delle ultime città italiane prima del confine con l’Austria. Dopo una visita nel centro cittadino che sicuramente merita, montiamo in sella per arrivare dritti verso il Passo Stalle.

In realtà l’itinerario che ci porta al Passo Stalle in moto segue il tracciato della SS 49, la Strada Statale della Pusteria, per quasi tutta la sua lunghezza. È opportuno segnalarvi che la stessa strada è anche indicata seguendo la toponomastica europea come E66. Dopo un breve tratto urbano per uscire da Brunico, seguiamo quindi la SS49 (o E66 che dir si voglia) per 30 chilometri. Ad un certo punto svoltiamo a sinistra su Via Valle d’Anterselva/SP44.

Una volta varcata la frontiera ed essere entrati in Austria, il percorso cambia ovviamente nome. Il tratto più alto del Passo Stalle, che troverete indicato in tedesco come Staller Sattel, è percorso dalla strada chiamata Defereggental Landesstraße. Quest’ultima ci porta verso Erlsbach; proseguiamo verso Sankt Jakob e Hopfgarten in Defereggen arrivando a Huben, dove ci immettiamo sulla strada 108. La suggestiva strada costeggia il corso del fiume Isel, fino a condurci in 20 chilometri alla nostra destinazione: Lienz.

La percorribilità dello Stalle segue degli orari specifici nelle due direzioni. Quindi se non è ancora il nostro turno, approfittiamone per una passeggiata da queste parti. D’altronde, il paesaggio sulle Anterselva, le cime delle Almerhorn e il lago Obersee, rendono questa una delle più belle traversate alpine che ci siano.

Il passo dei 15 minuti, una delle strade più originali di tutte le Alpi

Passo Stalle in moto tra l’Anterselva e le Alpi AustriacheLa curiosa organizzazzione dell’orario del Passo Stalle ha una spiegazione plausibile e logica: la strada che collega il Lago di Anterselva con Sankt Jacob, e dunque con l’Austria, è larga appena due metri e mezzo. Come potete immaginare, dunque, è molto difficile per due veicoli attraversarla contemporaneamente senza rischi. Ecco perché il traffico è a senso alternato e il passaggio è regolato con due semafori che scattano ogni quarto d’ora, secondo questo schema:
  • Agli orari .00 a .15 si può accedere dall’Austria all’Italia (direzione sud)
  • Agli orari .30 a .45 si può accedere dall’Italia all’Austria (direzione nord)
Dato che l’attraversamento del passo richiede circa 10 minuti, nei quarti d’ora successivi (.15/.30 e .45/.00) non si può accedere, in modo da permettere a chi vi sta già transitando di raggiungere gli estremi del passo. Questi orari sono validi sono in estate: vista l’altitudine che supera i 2000 metri e la posizione, il passo rimane chiuso da novembre ad aprile, mentre il miglioramento del meteo dalla primavera in poi lo rende di nuovo accessibile. In alternativa, per arrivare a Lienz dall’Italia si può prendere la strada di Prato alla Drava.

Dove mangiare a Passo Stalle

Il Passo Stalle è una località di frontiera non solo a livello geografico, ma anche culturale…e quindi culinario. Quindi è impossibile venire qui e rinunciare ad assaporare ricette di confine, a base di ingredienti genuini a chilometro 0. Ecco tre ristoranti a Passo Stalle in cui possiamo rifocillarci, in bilico tra l’Italia e l’Austria.

  • Malga Huber (Gais, Bolzano). Ad appena 3 chilometri di distanza dal Passo Stalle, questa tradizionale malga ci inebria già con i profumi all’ingresso. Cibo tradizionale del Sud Tirolo, il piatto forte è il tris di canederli e le pappardelle al ragù di selvaggina di montagna.
  • Ristorante Durnwald (Nikolaus Amhof Straße 6, Durna in Selva). Un po’ più distante dal primo, a 13 chilometri dal valico, sorge questo locale elegante e tradizionale. Da non perdere un buon piatto di schlutzkrapfen: i ravioli locali ripieni di spinaci e ricotta.
  • Seiterhof (Loc. Gandelle, 7, 39034 Dobbiaco BZ). 14 chilometri dal Passo Stalle si trova questo ristorante che vanta una spettacolare vista su Dobbiaco. Un paradiso per gli occhi dunque, ma decisamente un’esperienza incredibile anche per il palato: anche qui vi consigliamo un tris di canederli, insieme alla polenta con i finferli.
Stefano Maria Meconi
Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur