TrueRiders

In moto nel Gargano, scoprendo lo Sperone d’Italia

Polignano a Mare

Un itinerario in moto nel Gargano è sicuramente una proposta intelligente e indimenticabile per chi vuole scoprire la Puglia su due ruote, deviando dagli itinerari e dalle destinazioni turistiche tradizionali, come ad esempio il Salento.

TrueRiders ti porta alla scoperta del Gargano in moto toccando alcuni splendidi tratti come il suo Parco Nazionale, il Lago di Varano e il Lago di Lesina, luoghi dove la natura da assolutamente il meglio di se.

Iniziamo il nostro viaggio in moto nel Gargano con l’area protetta del Gargano, zona abbastanza estesa che comprende località marittime di notevole vocazione turistica come Vieste, Mattinata e Peschici. L’entroterra della subregione è un promontorio pieno di foreste costiere occupate da pini e lecci e dalle spettacolari alberi di mandorli, aranci ed ulivi.

La conformazione geomorfologica della regione ha caratterizzazione la spontaneità e la varietà delle coltivazioni, in quanto precedentemente il Gargano era staccato dall’Italia e, la caratterizzazione isolana ha aiutato la biodiversità e la bellezza naturalistica.

 

Lago di Varano

Il bellissimo scenario naturale del Lago di Varano, nel Gargano

Percorrendo le diverse strade provinciali ci spostiamo nella parte settentrionale del Gargano, verso il Lago di Varano. Dalla conformazione più lagunare, il Lago di Varano nasce sulla massa calcarea, abbracciata dal promontorio di Monte D’Elio e la punta di Rodi Garganico, piacevole località marittima da visitare.

Il Lago è separato dal Mare Adriatico attraverso una striscia di terra larga poco più di un chilometro, formatasi grazie ad un accumulo secolare di detriti,  piattaforma particolarmente rigogliosa di specie naturali come pini ed eucalipti.

 

Lago di Lesina

Il Lago di Lesina, con le sue passerelle per percorrerlo (anche) a piedi

Terminiamo il nostro viaggio alla scoperta della natura garganica arrivando sul Lago di Lesina, poco distante dal Lago di Varano, territorio facente parte della Riserva Statale Lago di Lesina, punto d’incontro fra il Tavoliere delle Puglie ed il promontorio del Gargano.

Il bacino ha una grandezza maggiore – circa 22 km di lunghezza e 2,4 km di laghezza – e la presenza di due canali, l’Acquarotta e lo Schiapparo ed una duna, chiamata Bosco Isola, che la divide dal Mare Adriatico. La laguna è popolata da moltissime anguille, protagonista di molti piatti tipici della zona.