TrueRiders

In moto sulla via dei Laghi tra il Lazio e l’Umbria

via dei laghi

L’Italia centrale offre tra le principali attrazioni naturalistiche alcuni dei laghi più estesi e con panorami davvero belli da vedere. Sono il lago di Bracciano, di Bolsena e il Trasimeno: vale la pena quindi progettare un itinerario in moto che offra la possibilità di visitarli tutti.

La via più veloce ovviamente è quella offerta in gran parte dall’autostrada del Sole che collega Roma con Firenze, i riders però preferiscono percorsi a contatto con la natura e apprezzeranno non poco questo giro di tre tappe per 218 km complessivi partendo dalla Capitale e che va a concludersi sulla riva ovest del Lago Trasimeno, toccando però prima anche i laghi Trasimeno e di Bolsena. Il tempo di percorrenza previsto è però di quasi quattro ore e mezza, fattibile quindi anche in una giornata, tuttavia si può cercare anche un luogo di ritrovo per pernottare se si hanno due giorni a disposizione.

 

1°  tappa – Da Roma al Lago di Bracciano

Con i suoi 56,5 kmq, il Lago di Bracciano è il terzo lago più grande del Centro Italia, dopo Trasimeno e Bolsena

Partendo dalla Capitale si può subito uscire dal Grande Raccordo all’altezza della Cassia e imboccando la SS493 seguendo le indicazioni per Bracciano, attraversando così i paesaggi tipici della campagna romana.

Bisogna superare La Storta e Osteria Nuova, la strada non ha deviazioni e con circa una mezz’ora traffico permettendo si è già a Bracciano, a destra si può osservare la riva ed è ovviamente possibile farlo anche da vicino scendendo sul lungolago.

 

2°  tappa – Dal lago di Bracciano al Lago di Bolsena

Il Lago di Bolsena è il bacino vulcanico più grande d’Europa

La SS493 prosegue anche da Bracciano, superando via Pasqualetti a destra bisogna svoltare per via Santa Lucia e andare dritti per circa 13 km, dopo si prosegue invece sulla SS40 per 4 km e a questo punto bisogna girare a sinistra sulla strada provinciale 92 che a sua volta diventa SP93 dopo circa 5 km.

Ancora un chilometro e mezzo e seguendo le indicazioni per la SR2 e SS675 dovremo proseguire dritti per un ora arrivando sulla riva destra del lago di Bolsena.

 

3° tappa – Dal Lago di Bolsena al Lago Trasimeno

Il Lago Trasimeno è il quarto lago più grande d’Italia, ma la sua profondità massima è di appena 6 metri

A Bolsena possiamo osservare la spiaggia nera per via dell’origine vulcanica del lago, che offre anche la possibilità di fare il bagno visto l’ambiente naturale completamente incontaminato. La zona offre anche agriturismi e campeggi, altrimenti si può ripartire subito per l’ultima tappa verso il Lago Trasimeno che dalla provincia di Viterbo porta direttamente in Umbria.

Per evitare l’A1 bisogna subito imboccare la SP53 verso la SS71 in direzione di Bagnoregio prima, Ficulle e Castiglione del Lago poi. Dopo una cinquantina di chilometri finalmente siamo sul lungolago del Trasimeno, precisamente sulla riva sinistra. Il secondo lago più esteso d’Italia ci accoglie subito con il suo velo argenteo, come lo descrisse Lord Byron. Da qui è possibile prendere tornare a Roma seguendo le stesse strade o addentrarsi negli affascinanti borghi umbri.