Costa degli Aranci, in moto alle ‘Maldive di Calabria’ | TrueRiders

Anche la Calabria ha le sue Maldive, e sono uno dei tanti motivi per cui vale la pena scoprire questa regione

Stefano Maria Meconi  | 16 Mar 2024  | Tempo di lettura: 4 minuti
SH: 398973046
  • Titolo: Costa degli Aranci
  • Lunghezza (km): 101
  • Durata: 2 ore
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Caminia
  • Arrivo: Sersale
  • Principali località attraversate: Squillace, Tiriolo, Catanzaro

È sempre il momento giusto per programmare un viaggio al mare. Specialmente in Calabria, dove le temperature mediterranee rendono le spiagge praticabili per buona parte dell’anno, da inizio primavera fino ad autunno inoltrato. La Costa degli Aranci è uno tra i litorali della regione che devi visitare, perché ci sono spiagge ampie e sabbiose, un mare molto pulito e… sì, c’è una località che è definita ‘le Maldive di Calabria’. Quale? Lo scoprirai subito, ti guida TrueRiders con questo itinerario!

Costa degli Aranci in moto. L’itinerario

La Costa degli Aranci è compresa grossomodo nella provincia di Catanzaro, affacciata sul Golfo degli Aranci. In estate è una zona molto turistica. Dunque se vuoi una perfetta vivibilità sia sulle spiagge che sulle strade, ti consigliamo di andare in “bassa stagione”, o comunque in primavera o in autunno. Anche in inverno è ovviamente possibile, ma date le temperature più fredde potresti non poter approfittare della gioia di tuffarti in mare. Fatta questa premessa, andiamo a vedere l’itinerario. 

Mappa

Percorso

Da Caminia prendi la statale che costeggia il mare, in direzione Copanello. Qui invece di proseguire dritto svolta a sinistra per raggiungere il borgo storico di Squillace – una breve sequenza di curve e tornanti che fino al centro a 344 metri di altitudine.  Torna all’imbocco della SS106 “Jonica” e vai in direzione Catanzaro. In corrispondenza dell’uscita Catanzaro Ovest esci e prendi la SS280dir sempre in direzione Catanzaro. Una volta giunto all’imbocco della SS280 “dei due Mari” non dirigerti verso la città ma vai verso Corace, Guidacciari, Settingiano. 

Esci appunto a Settingiano, e prosegui verso Castaneto e poi Tiriolo – una delle tue tappe – paese a 690 metri sul livello del mare da dove nelle belle giornate si possono vedere i due mari – lo Ionio a est, il Tirreno a ovest. Torna a valle e dirigiti diretto verso Catanzaro, imboccando la SS19 delle Calabrie.  A Catanzaro prosegui sulla SP13 in direzione mare. Prendi nuovamente la SS106 Jonica verso Sellia Marina. Continua fino all’altezza di Cropani Marina: qui gira a sinistra sulla SS180 per raggiungere Cropani e infine Sersale, tua destinazione. 

La Costa degli Aranci: ecco perché il suo è un mare da scoprire

La Costa degli Aranci si affaccia sul Mar Ionio, ed è delimitata dallo scorrere di due fiumi: Tacina (nord) e Stilaro (sud). Il nome, come è facile immaginare, deriva dalle tante coltivazioni di agrumi, che da queste parti possono contare su un clima caldo e soleggiato durante larghissima parte dell’anno. Ma non sono gli unici motivi per cui scoprire quest’angolo di Calabria, che ha tanti borghi e città d’arte da mostrare. A iniziare da Squillace che, secondo la leggenda, fu fondata da Ulisse durante il suo ritorno da Troia a Itaca. Bellissimo il Castello Normanno, recentemente restaurato. 

La vicina Teriolo, secondo ricostruzioni storiche, sarebbe la terra dei Feaci descritta nell’Odissea e in cui si fermò Ulisse nel suo viaggio. Qui c’è un bel centro storico e alcuni ruderi (il borgo medievale di Rocca Falluca) ed è l’unico borgo italiano in cui si possono vedere i due mari: lo Ionio e il Tirreno. Merita un’altra sosta anche Catanzaro, dominata dal profilo della Cattedrale di Santa Maria Assunta, che si trova nel centro storico e risale alla dominazione normanna (costruita nel 1211). 

Infine, un’ulteriore tappa a Sersale. È un comune a 740 m.s.l.m. che custodisce stupefacenti bellezze naturali comprese nella Riserva Naturale Regionale delle Valli Cupe. Canyon, alberi secolari, cascate, monoliti. È un’importante zona naturalistica e una delle più belle d’Italia, con le sue gole e faglie che la “tagliano” quasi interamente. 

Ecco dove si trovano le “Maldive della Calabria”

catanzaro lido costa degli aranci

Il mare della Costa degli Aranci è composto per lo più da spiagge di sabbia bianca e chiara, intervallati da alcuni brevi tratti rocciosi, e ciottoli in corrispondenza di Catanzaro. È acqua bella e pulita nella maggior parte dei casi: sono diverse le Bandiere Blu riconosciute ai comuni balneari di questa zona, tra queste c’è la spiaggia di Sellia Marina e quella di Soverato. E poi ci sono le ‘Maldive di Calabria’, ovvero la spiaggia di Caminia, così chiamata per la fine sabbia bianca soffice e granulosa, con una caletta affacciata su un mare turchese e cristallino, e circondata dalla vegetazione. Un luogo non molto frequentato, a differenza della vicina Soverato, più affollata e orientata al turismo. 

Stefano Maria Meconi
Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur