Un'ora di viaggio basta per raggiungerla: l'oasi di spiritualità e pace del Basso Lazio è un abbraccio per l'anima

Un’ora di viaggio basta per raggiungerla: l’oasi di spiritualità e pace del Basso Lazio è un abbraccio per l’anima

Stefano Maria Meconi  | 11 Gen 2024  | Tempo di lettura: 3 minuti
  • Titolo: Abbazia di Casamari
  • Lunghezza (km): 31
  • Durata: 40 minuti
  • Chiusura invernale: No
  • Partenza: Frosinone
  • Arrivo: Sora
  • Principali località attraversate: Casamari, Isola del Liri

Nascosta tra le verdi valli del Lazio, nei pressi del fiume Liri, l’Abbazia di Casamari emerge come un’antica custode di storia e spiritualità. Questo magnifico esempio di architettura cistercense, con le sue imponenti strutture in pietra grigia, trasuda un’aura di pace e contemplazione. Le sue torri slanciate e le pareti austere si stagliano contro il cielo, mentre il silenzio del luogo invita i visitatori a un viaggio interiore. L’abbazia, immersa in un paesaggio di indiscutibile bellezza, è un connubio perfetto tra natura e spiritualità, un luogo dove il tempo sembra essersi fermato.

Abbazia di Casamari in moto. L’itinerario

Mappa

Percorso

Partiamo dalla bella Frosinone, uno dei due capoluoghi di provincia del Basso Lazio (insieme a Latina) e prendiamo la SR214 per 4 chilometri in direzione della SP278. Prendiamo l’uscita di Casamari e continuiamo sulla SP278 per altri 2 chilometri fino all’arrivo all’abbazia. Da qui riprendiamo ancora la SP278 e proseguiamo per 8 chilometri in direzione di Isola del Liri, celebre per la sua cascata urbana tra le più alte di tutto il mondo (quasi 30 metri). Infine, un breve tratto di 6 chilometri sulla SR82 ci porta a Sora, da dove è possibile poi raggiungere l’Abruzzo seguendo la mitica Forca d’Acero.

Abbazia di Casamari, il gioiello antico dei Cistercensi

Fondata nel 1036 e rifondata dai monaci cistercensi nel 1140, l’Abbazia di Casamari è un gioiello dell’architettura gotica in Italia. La sua storia è un intreccio di fede, arte e cultura. L’abbazia è stata testimone di numerosi eventi storici, inclusi i saccheggi durante le invasioni napoleoniche. Nonostante ciò, ha conservato la sua struttura originaria, un raro esempio di monastero cistercense quasi integro. Gli interni, con l’imponente chiesa abbaziale, gli affreschi e i manoscritti antichi, parlano di un passato in cui la spiritualità e l’arte si fondevano in un’unica sublime espressione.

L’Abbazia di Casamari non è solo un luogo di preghiera, ma anche un centro culturale di grande rilevanza. La chiesa abbaziale, cuore dell’abbazia, è un capolavoro di semplicità e maestosità, dove la luce filtra attraverso le strette finestre creando un’atmosfera di mistico silenzio. La biblioteca dell’abbazia custodisce gelosamente manoscritti e libri antichi, testimoni di un’epoca in cui il sapere era custodito nei monasteri. Il chiostro, con i suoi eleganti capitelli, è un’oasi di pace, dove è possibile meditare e riflettere. Inoltre, l’abbazia è famosa per la produzione di liquori (tra cui le celebri Gocce Imperiali, o Tintura Imperiale, un liquore a 90° con base di erbe che ha numerosi effetti benefici anche per la salute) e altri prodotti monastici, frutto del lavoro e della dedizione dei monaci. Visitarla è un’esperienza che arricchisce l’anima, offrendo non solo una lezione di storia, ma anche un incontro con la spiritualità più profonda.

Nutrire l’anima e il corpo: ecco dove mangiare in zona

L’Abbazia di Casamari è un luogo che sicuramente fa bene al cuore, ma anche lo stomaco vuole il suo nutrimento. Ecco qualche consiglio per una pausa di gusto:

  • La Stella (Via Giuseppe Garibaldi, 51, Frosinone): nel cuore della Frosinone storica, un piccolo angolo di tradizione e storia con un’atmosfera familiare e ricette della tradizione ciociara.
  • Ristorante Abbazia (Via Reggimento, 5, Monte San Giovanni Campano): non lontano dall’Abbazia c’è un luogo ideale per una pausa di gusto immersi nel verde dove raffinatezza e semplicità vanno a braccetto.
  • Il Grottino (Lungoliri G. Rosati, 17, Sora). Vista sul fiume Liri, in un contesto che è sia raffinato sia accogliente. Specialità di pesce a tutto tondo, per una cucina che valorizza anche gli ingredienti più semplici.
Stefano Maria Meconi
Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015



Ultimi Articoli

©  2024 Valica Spa. P.IVA 13701211008 | Tutti i diritti sono riservati.
Per la pubblicità su questo sito Fytur