Puglia in moto, un itinerario tra mare ed entroterra nel Mezzogiorno d’Italia

puglia
I magnifici scenari naturali della Puglia, per una Pasqua 2018 in sella

Puglia in moto, un tour su due ruote della “Perla del Sud”.

Un itinerario che parte da Foggia, la città dell’anello stradale che circonda l’abitato, e ci dirigeremo a sud, verso la provincia di Barletta-Adria-Trani, per poi sostare a Bari e ripartire verso Brindisi, percorrendo la strada che costeggia il mare.

Vireremo poi verso Lecce e, proseguendo lungo, il tacco dello Stivale, arriveremo a Santa Maria di Leuca, là dove “finisce la Terra”, intesa come l’Italia.

Mappa

Informazioni utili

  • Lunghezza: 394 chilometri
  • Durata: 8 ore (soste escluse)
  • Partenza: Foggia
  • Arrivo: Santa Maria di Leuca
  • Principali località attraversate: Foggia, Barletta, Andria, Trani, Bari, Brindisi, Lecce, Santa Maria di Leuca

Puglia in moto. L’itinerario

La città dalla quale partiamo oggi per questo itinerario tutto pugliese è Foggia. Visitiamo la sua bellissima Cattedrale, insieme alla importante Chiesa del Monte Calvario e il Centro storico, e poi inforchiamo la nostra moto e sfrecciamo via, in direzione sud. Evitiamo l’ultimo tratto dell’Autostrada A14 Adriatica, e ci immergiamo nella più “rilassata” Strada Statale 44, che percorreremo fino all’intersezione con la SS16.

Dopo il “cambio”, e percorsi una decina di chilometri, saremo giunti a Trani. Fermiamoci nella Città Bianca, così viene chiamata per il caratteristico colore dei suoi monumenti, e sostiamo per il pranzo all’Osteria Ferro e Fuoco, in piazza Mazzini. Satolli, ripartiamo con direzione Bari, anche se prima ci aspettano due passaggi, a Molfetta e Giovinazzo. Giungiamo a Bari in serata, giusto il tempo di una visita al lungomare, prima di fermarci per la notte (magari al B&B Bari Murat, prezzi contenuti e ottima accoglienza).

Dopo aver visto Bari vecchia, con i suoi vicoli che profumano di storia, e l’imperdibile Cattedrale di San Nicola, è tempo di ripartire.  Percorriamo le SS379 e SS16 in direzione di Brindisi, la seconda e ultima tappa intermedia del nostro itinerario pugliese e, a metà circa del percorso, dopo aver superato la bellissima Polignano a Mare, ci fermiamo a Monopoli.

Pranziamo alla Vecchia Taverna, caratteristico locale del centro e, sfruttando le giornate che via via ci regalano sempre più luce, ci rimettiamo in cammino. La strada continua a regalarci scorci di mare incredibili, panorami che la moto può solo rendere più belli e, in men che non si dica, siamo arrivati a Brindisi. Ci fermiamo al B&B Federico II, una bella struttura del centro, comoda e accessibile, dove noi e la nostra fedele compagna potremo riposarci in vista dell’ultima tappa di questo viaggio.

Da Brindisi, ci incamminiamo verso le SS613 e SS275 che, come nella prima giornata, ci porteranno nell’entroterra, permettendoci di ammirare vigneti e uliveti, due scenari tipici della Puglia, e sicuramente fulcro della ricchezza del territorio.

A metà tragitto circa ci aspetta però Lecce, perla del Salento e capitale dell’arte Barocca. Ci concediamo qualche ora di pausa, lasciandoci conquistare dalle tante piccole trattorie e dallo “street food” del luogo, e poi via, verso la meta finale. In fondo, cosa c’è di meglio di ammirare il tramonto sul mare?

E allora ecco che, chilometro dopo chilometro, si avvicina Santa Maria di Leuca, nostra tappa finale. Ci ritroviamo sul grande piazzale, aperto sull’Adriatico, del Santuario di Finibus Terrae, e dimentichiamo la stanchezza di un viaggio di quasi 400 chilometri. Questo scenario unico, in fondo, era quello che volevamo guardare sin dall’inizio!

TrueRiders