Lago di Santa Croce in moto, in provincia di Belluno

Lago di Santa Croce

Il Lago di Santa Croce è uno dei vanti del Veneto. Oltre ad ospitare un’oasi naturalistica, le correnti che si insinuano in questa zona rendono il lago una delle mete preferite per gli amanti degli sport acquatici come vela e windsurf. Il nostro itinerario attraverso il Lago di Santa Croce in moto ci porta anche alla scoperta di Vittorio Veneto per una gita fuori porta all’insegna della natura, della storia e dell’arte.

Lago di Santa Croce in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

Partiamo da Belluno. Percorrendo Ponte Dolomiti usciamo dal centro cittadino e superiamo il Fiume Piave. Alla rotonda prendiamo la terza uscita e continuiamo su Via della Sinistra Piave/Via Marcello Miari/SP1. Alla rotonda imbocchiamo Strada Statale 51 di Alemagna e giriamo a destra su SP 422. Alla rotonda successiva prendiamo SP423 e rimaniamo su questa strada fino ad arrivare al Lago di Santa Croce in poco più di 20 minuti. Continuiamo su SP423, poi imbocchiamo Via Poiatte e Strada Statale 51 di Alemagna, giriamo a sinistra per entrare nella A27 e infine prendiamo l’uscita Vittorio Veneto Sud. Continuiamo su Via Ippolito Pinto, Via A. da Mosto e Via Rizzera. In 22 minuti eccoci a Vittorio Veneto. 

Da Vittorio Veneto imbocchiamo Via del Bersagliere e prendiamo la prima uscita alla rotonda, manteniamo la sinistra al bivio ed entriamo in A27 seguendo le indicazioni per Venezia. Imbocchiamo l’uscita Conegliano per entrare in A28 verso Portogruaro e infine deviamo verso l’uscita per la località Porcia. Prendiamo Via Repolle e poi Via Laghi che ad un certo punto diventa Via della Fontana. Continuiamo su Via Cartiera, Via Aristide Gabelli, infine Viale Michelangelo Grigoletti… ed eccoci al centro di Pordenone.

Pordenone
Pordenone, approdo di questo itinerario, è tra le città più vivibili d’Italia

Lago Santa Croce Belluno e dintorni

Lago di S. Croce

Lago S. Croce Belluno
Una vista durante la bella stagione del Lago di Santa Croce

Innanzitutto qualche caratteristica su questo specchio d’acqua. Il Lago di Santa Croce è il più grande della provincia di Belluno e il secondo del Veneto per estensione. L’origine fu dovuta ad una frana che chiuse la Val Lapisina ostruendo il corso del fiume Piave verso Vittorio Veneto. I venti che attraversano la stretta area del Fadalto rendono il Lago Santa Croce una delle zone più ventose del territorio, ecco perché è una delle destinazioni preferite degli appassionati di windsurf, kitesurf e vela, soprattutto in estate.

Sulle sponde del lago sorge poi l’Oasi di Sbarai che si estende per oltre 30 ettari e costituisce uno dei principali siti naturalistici della provincia di Belluno. A seconda del livello delle acque del lago si creano diversi ambienti, particolarmente umidi, che ogni anno ospitano lo svernamento di molte specie di uccelli come il Tuffetto, la Pavoncella, la Cannaiola, il Forapaglie e il Pendolino. 

A due passi dall’Oasi di Sbarai non perdete l’occasione di fare una passeggiata tra i due borghi rurali di Bastia e Sitran con le tipiche casette in pietra arricchite da portali spesso scolpiti. Proprio a Sitran vi aspetta l'”albero della bicicletta”: un castagno di circa cento anni che ha ormai inglobato all’interno del suo tronco una vecchia due ruote. 

Vittorio Veneto

Vittorio Veneto
Uno scorcio del fiume che attraversa la località di Vittorio Veneto

Sui libri di storia avete sicuramente incontrato Vittorio Veneto in provincia di Treviso. Si tratta di uno dei principali scenari sia della Grande Guerra, proprio qui si tenne una delle più importanti battaglie, che della Resistenza durante il secondo conflitto mondiale, tanto che l’intera comunità fu insignita della Medaglia d’Oro al Valore Militare. La Chiesa di Santa Giustina con il mausoleo di Rizzardo VI da Camino meritano sicuramente di essere visitate e si trovano nel centro storico; così come la Loggia Serravallese che oggi ospita il Museo de Cenedese, il Duomo e il Castello Vescovile di San Martino.

Scoprite anche le Dolomiti Bellunesi in moto!

Lago di Santa Croce dove mangiare

Intorno a Vittorio Veneto si concentra oggi una delle più avviate produzioni di Prosecco Superiore D.O.C.G. e proprio di qui passa, non sarà una sorpresa, la Strada del Prosecco e dei Colli Conegliano e Valdobbiadene. Sarebbe un peccato andare via senza assaggiare questi prodotti insieme ai piatti tipici del Veneto. 

  • Locanda San Lorenzo affonda le sue radici addirittura nel 1900, anno in cui venne avviata questa attività familiare, e vanta una stella Michelin. Protagonista del menù è l’agnello dell’Alpago, razza autoctona e presidio Slowfood.
  • Casera le Rotte propone anche soluzioni senza glutine in un ambiente accogliente fatto di legno e sassi che omaggia la cucina tradizionale tra polenta e gulash.
  • Al Larin si trova nel cuore di Vittorio Veneto. La carne è il pezzo forte dell’offerta, ma anche i risotti non sono niente male.

Scoprite anche tutte le città d’arte in Veneto in moto!


LAGO DI SANTA CROCE

  • Lunghezza (km): 89
  • Durata: 1 ora 20 minuti
  • Partenza: Belluno
  • Arrivo: Pordenone
  • Principali località attraversate: Lago di Santa Croce, Vittorio Veneto

aiutaci a crescere

Se acquisti su Amazon utilizzando il nostro link di affiliazione otterremmo una piccola quota sull'ordine finale, senza costi aggiuntivi per te.
Aiutaci a sostenere il nostro lavoro