TrueRiders
Lago di Suviana

Interamente situato nell’Appennino bolognese, il Lago di Suviana è di origine artificiale, infatti si è formato dopo la costruzione di una diga, iniziata nel 1928 e terminata nel 1932, oggi ancora attiva.

Questa zona del Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, come tutto l’Appennino bolognese, regala tanti saliscendi ideali per una bella gita in moto. grazie alle colline che fanno da cornice a posti incantevoli, che sarebbero da valorizzare ancor più di quanto non siano.

Tutta la zona del Lago di Suviana è diventata nel corso del tempo molto importante dal punto di vista turistico, soprattutto quello balneare: sono tantissimi infatti i campeggi intorno alla costa, che offre un’area dove affittare sdraie, lettini e dove degustare i piatti tipici presso i ristoranti, che cucinano delle buonissime grigliate di carne.

Ma gli amanti del barbecue qui hanno a disposizione diversi spazi attrezzati in mezzo al boschetto: il parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone (l’altro bacino artificiale) che s’estende sui due specchi d’acqua, è infatti particolarmente attrezzato.

Una gita al Lago di Suviana è ideale quindi non solo per i biker, ma anche per tutta la famiglia, soprattutto per gli amanti della natura che desiderano praticare delle attività all’aria aperta, anche tra un giro in moto e l’altro.

L’itinerario

Mappa

Il nostro itinerario in moto lungo l’appennino bolognese parte dalla grande città di Bologna e passa in mezzo alle montagne fino al Lago di Suviana.

Il capoluogo della regione Emilia Romagna regala sempre delle forti emozioni, anche dopo la prima visita: a un passo da piazza Maggiore, chiamata anche semplicemente Piazza Grande, c’è la figura del Nettuno con la sua fontana sotto i piedi: un’opera unica ed elegante.

La Basilica di San Pretonio è particolare grazie alla sua facciata incompiuta e tutta da ammirare all’interno, con la sua meridiana in un luogo chiuso più lunga del mondo.

Percorrendo in moto la statale Porrettana si arriva a Sasso Marconi, il paese del Nobel per la Fisica, abitato fin dall’epoca etrusca e che offre la possibilità di visitare Villa Grifone, residenza della famiglia Marconi, dove Guglielmo trascorse gli anni della sua infanzia fino alla maggiore età, conducendo qui i più importanti studi scientifici.

Si prosegue verso Porretta Terme, una piccola città in mezzo alle montagne, che con le sue terme da sempre richiama tanti turisti in cerca di benessere e pace.

Nonostante questo offre una vita notturna, anche se non caotica, con ogni tipo di servizio ed è meta degli amanti del jazz grazie alla sua manifestazione Porretta Soul Festival.

Sopra Porretta sorge Castel di Casio, che si raggiunge tramite la statale che porta poi verso il lago di Suviana. Il borgo ospita l’antica e affascinante torre di un castello che non c’è più, e passeggiare tra le sue viuzze per una sosta dopo il viaggio in moto è davvero piacevole, soprattutto durante la festa medievale che si tiene ogni anno nell’ultimo weekend di agosto.

Si prosegue raggiungendo il Lago di Suviana, meta finale di un percorso davvero suggestivo.

Claudia Giammatteo