TrueRiders

Lago di Neuchâtel in moto, itinerario su due ruote in Svizzera

neuchatel_31374586

In moto in Svizzera, alla scoperta del Lago di Neuchatel.

Quando si afferma che il lago di Neuchâtel è il maggiore per estensione di tutta la Svizzera qualcuno potrebbe ribattere: «ma il lago di Ginevra? Quello di Costanza e il lago Maggiore?». Vero questi appena citati sono più grandi, ma non viene evidenziato un aspetto fondamentale che tutti sconfinano in altre nazioni e la loro estensione non è unicamente sul suolo elvetico.

Quindi, considerando solo gli specchi d’acqua interamente svizzeri, sì: il lago di Neuchâtel è il più grande.  Sono infatti 217 i km² di questo lago, sito in una zona che gode di un grande effetto panoramico e, per questo motivo, il giro in moto che proponiamo ci permetterà di effettuare tutto il lungo lago. Partendo e poi terminando proprio da Neuchâtel, capitale dell’omonimo cantone.

Mappa

Informazioni utili

  • Partenza e arrivo: Neuchâtel
  • Lunghezza: 98 chilometri
  • Durata: 2 ore e mezza
  • Principali località attraversate: Yverdon-les-Bains, Estavayer-le-Lac, Cudrefin

Lago di Neuchâtel in moto. L’itinerario

Neuchâtel è un’interessante città universitaria in grado anche di dare una buona dose di vitalità con locali, birrerie e ristornati. Cosa che nella tranquilla Svizzera non è poi così comune. Saliti in sella si parte. Uscite dalla città e si va verso nord incontrando subito la riva adibita a vigneto. I villaggi vinicoli, infatti, si succedono fino a Grandson. Da queste parti poter già rallentare e godervi il superbo castello che nel 1476 fu testimone di una famosa battaglia che vide lo scontro tra Carlo il Temerario e i Confederati.

Altre località che merita il transitano sono Yverdon-les-Bains, villa di origini celtiche situata all’estremità del lago, e la Grande Cariçai, una cinta di paludi e giunchi di 40 chilometri sulla riva meridionale del lago che ospita oltre 100 specie avicole. Sosta doverosa anche a Estavayer-le-Lac, merita. A questo nome corrisponde una villa medievale, molto ben conservata, che ospita un castello del XIII secolo e le sue spiagge probabilmente sono le migliori per una pausa rilassante.

Neuchatel

L’itinerario è abbastanza corto. Non sono neanche 100 chilometri, ma fermandosi spesso e godendosi il contesto unico ci si possono mettere in moto anche 2 ore e 30 minuti. Non si corre molto, anche se l’asfalto è perfetto. Prendete questo giro come una bella passeggiata in uno degli scenari più rilassanti di tutta la Svizzera.

Prima di ritornare a Neuchâtel, per vivacizzare questo percorso, si può fare una deviazione per il Mont Vully salendo così attraverserete vigneti e suggestivi villaggi vinicoli per poi ammirare un panorama mozzafiato sui laghi di Morat, di Neuchâtel e di Bienne, così come sulle Alpi.

Consiglio anche dal punto di vista enogastronomico: le affascinanti località attorno al lago vengono servite dai battelli di linea, la maggior parte dei quali dispone di ristorante a bordo. Se volete mangiavi qualcosa potete valutare seriamente di parcheggiare la moto e salire su uno di questi battelli. Perché non solo lo stomaco, ma anche l’occhio vuole la sua parte!

Alessandro Ribaldi