TrueRiders

Lazio in moto: il litorale da Anzio a Montalto di Castro

Litorale laziale in moto

Andare alla scoperta del litorale laziale, da Anzio a Montalto di Castro, è uno dei percorsi più belli che possiamo organizzare per scoprire il Lazio in moto.

La regione riserva sempre piacevoli strade e percorsi che ci possono portare, ad esempio, alla scoperta del suo entroterra e delle zone di montagne. Ma anche la strada che costeggia il mare sa donare emozioni davvero uniche.

Il litorale laziale si affaccia a ovest sul Mar Tirreno: la regione, che confina a Nord con la Toscana e a Sud con la Campania, può diventare la meta intermedia di un viaggio che ci porta alla scoperta della costa occidentale del nostro paese.

Potremmo anche pensare di organizzare un bel coast to coast, partendo da Napoli, risalendo verso la Toscana, per poi attraversare gli Appennini direzione Emilia Romagna, Marche, con rientro attraverso l’Umbria verso il litorale laziale. Oggi ci soffermiamo in particolare dal tratto di strada che da Anzio ci porta a Montalto di Castro.

Mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Anzio
  • Arrivo: Montalto di Castro
  • Lunghezza: 158 chilometri
  • Durata: 3 ore
  • Principali località attraversate: Torvaianica, Lido di Ostia, Fiumicino, Civitavecchia, Montalto di Castro

Lazio in moto. Le strade del Litorale

Il nostro tour del litorale del Lazio in moto parte da Anzio, che fa parte della città metropolitana di Roma Capitale. L’antica città si chiamava Antium ed è stata a lungo sede degli insediamenti dei Volsci, prima dell’arrivo dei romani. Questo è un tratto di terra che ha vissuto, in ogni periodo storico, importanti cambiamenti. L’ultimo grande fatto di storia è stato sicuramente lo sbarco degli alleati durante la Seconda guerra mondiale. Testimonianze del suo grande passato sono presenti in città e anche nei più immediati dintorni.

Da Anzio prendiamo la SP601 direzione Nord: cominceremo a costeggiare il Mar Tirreno in tutti il suo splendore, per ammirare panorami veramente mozzafiato. Procedendo sempre in direzione nord, punto cardinale verso il quale andremo per tutto il tour, fino alla meta finale, passeremo anche per Torvajanica, che ospita Zoomarine. Se avete tempo magari un salto, questa o un’altra volta, potreste pensare di farlo.

Riprendiamo la SP601, per entrare nel vivo della Riserva Naturale Statale del Litorale Romano e giungere a Lido di Ostia: Ostia, come è più comunemente chiamata, è una frazione litoranea di Roma Capitale, famosa anche per le sue spiagge. Qui vicino sorgono Fregene, ma anche l’aeroporto di Fiumicino.

Addentriamoci a Lido di Ostia e raggiungiamo la RS286, passando anche per Ostia Antica e accanto al Parco Archeologico di Ostia Antica, superando il fiume Tevere che da là a poco andrà a tuffarsi nel Mar Tirreno, dove andrà a termine la sua corsa. Costeggiamo l’aeroporto di Fiumicino e procediamo verso Nord, per percorrere la SS1 che continuerà ad accompagnarci verso nord alla scoperta del litorale laziale.

Lungo l’Aurelia incontreremo altre famose città di questa zona d’Italia, come ad esempio Ladispoli e Marina di Cerveteri, costeggiando anche la Riserva Naturale Regionale Macchiatonda. Per quello che riguarda parchi, riserve e oasi naturali il Lazio è davvero una regione che riserva grandi sorprese. Continuiamo lungo la Strada Statale Aurelia per arrivare a Civitavecchia. Il comune, che fa parte della città metropolitana di Roma Capitale, si affaccia sul Mar Tirreno ed è uno dei porti più importanti d’Italia. Pensate che è il secondo scalo europeo per passeggeri in transito!

Proseguiamo ancora un po’ sull’Aurelia, prima di cambiare e passare alla SP1c, prima, e alla SP45, poi, per raggiungere la E80 che ci condurrà a Montalto di Castro, meta finale del nostro viaggio che merita una piccola visita se avete tempo. Fa parte della provincia di Viterbo ed è il comune più occidentale del Lazio. Qui potrete ammirare anche la città etrusca di Vulci.