Il mito del Nurburgring, a due e quattro ruote

Nurburgring
Nurburgring, Germany - July 9, 2011: Outside area of german Nuerburgring racing complex. Logo of Nuerburgring and a road passing by. The Nuerburgring is a motorsport complex next to village of Nuerburg, Germany. Modern Grand Prix race track built in 1984.

Un itinerario in Germania che vi porterà alla scoperta di un luogo davvero speciale per tutti gli amanti del motorsport, il leggendario Nurburgring.

Natura spettacolare, storia e scenari antichi, birra: sono molte le ragioni per cui un motociclista dovrebbe apprezzare un itinerario in Germania, ma oggi vogliamo offrirvene una più: il Nurburgring.

Forse non tutti sanno che le mitiche curve della Nordschleife sono infatti a disposizione di chi voglia sfidarle. Complesso per competizioni a due e quattro ruote che si snoda intorno al Castello di Nürburg, il Nurburgring si componeva in origine di due circuiti.

La Nordschleife e la Südschleife, talvolta riuniti nella configurazione Gesamtstrecke, formavano un percorso unico per un totale di 28 chilometri.

A partire dagli anni Ottanta, il complesso ha subito cambiamenti sostanziali, a cominciare dalla rinuncia alla Südschleife, demolita. Oggi il Nurburgring comprende il Gp Strecke (5,1 chilometri) e la Nordschleife (20 chilometri).

Tra le odierne configurazioni possibili anche quella per le gare endurance, formata dall’unione della Nordschleife e del GP Strecke, esclusa l’area della Mercedes Arena.

A non cambiare nel corso del tempo è stata però l’idea dell’apertura al pubblico. I visitatori hanno infatti la possibilità di saggiare di persona il mito della Nordschleife, con moto o macchine di ogni tipo.

Il calendario di eventi e aperture, così come gli orari, è facilmente consultabile sul sito dedicato al circuito, dove troverete anche tutte le info del caso, costi inclusi.

Noi, ovviamente, non possiamo che suggerirvi le due ruote e, per questa ragione, abbiamo pensato a un itinerario che vi porti sul Nurburgring in sella.

Prima, però, qualche raccomandazione: prima di presentarvi al Ring, scegliete con una certa cura il vostro abbigliamento, che deve essere adeguato a un’esperienza in pista. E che pista!

Nurburgring mappa

Il mito a portata di tutti: scoprire il Nurburgring su due ruote

Mai come in questo caso, più ancora del viaggio in sé, è la meta la vera attrazione del nostro motoitinerario, ma ma come arrivarci davvero? Che la regina di giornata sia la Nordschleife è indubbio, ma abbiamo comunque pensato a un percorso che vi accompagni piacevolmente al tracciato, supponendo che siate magari reduci da un bel giro attraverso la Foresta Nera.

Per questa ragione, la partenza è fissata da Baden-Baden, da cui ci mettiamo subito in viaggio verso nord, diretti a Karlsruhe. Dunque, attraversiamo le affascinanti strade del Naturpark Pfälzerwald per uscirne in zona Landstuhl.

Risaliamo quindi verso il massiccio dell’Hunsrück e puntiamo infine in direzione Ulmen, a una manciata di chilometri dal nostro obiettivo finale. 

Il bello comincia proprio adesso, una volta arrivati a destinazione! Il consiglio, soprattutto per chi è alla sua prima esperienza con la Nordschleife, è di non inseguire subito l’idea di far segnare un buon crono, ma di prendersi il giusto tempo per assaporarsi ogni istante della propria permanenza sul tracciato, capace sì di offrire adrenalina a ogni curva, ma nient’affatto privo di insidie.

Nurburgring foto
Le curve del Nurburgring, il tracciato delle due e quattro ruote più celebre in Germania

Data anche la lunghezza del percorso, i più esperti suggeriscono che ci vogliano almeno 20-30 passaggi per memorizzarlo al meglio, almeno il doppio per iniziare a capirlo e dunque a spingere davvero.

Stiamo infatti parlando di un circuito storico tanto spettacolare quanto impegnativo, con caratteristiche inusuali rispetto ad altri circuiti spesso frequentati dai motociclisti in cerca dell’esperienza in pista: le condizioni di aderenza dell’asfalto variano molto lungo il percorso, le vie di fuga sono spesso risicate e i guard rail possono talvolta apparire minacciosi.

Non bisogna poi dimenticare il rischio “traffico”, vale a dire la possibilità di incontrare veicoli di ogni tipo: all’interno del Ring, vigono di fatto le norme del codice stradale tedesco, anche in materia di sorpassi. Dunque, prudenza innanzitutto, attenzione … e buon divertimento!

TrueRiders