Paesi Baschi, l’altro volto della Spagna

paesi baschi

I Paesi Baschi sono conosciuti come l’altro volto della Spagna. Situati al confine con la Francia, si affacciano sul Golfo di Biscaglia. Il clima e l’aspetto morfologico sono in profondo contrasto con le regioni spagnole più conosciute a livello turistico (Andalusia, Castiglia e Catalogna, tanto per citare le più famose).

I motociclisti amano organizzare tour itineranti lungo la costa dei Paesi Baschi, per vivere una delle esperienze più intense che la Spagna può offrire a chi ama le due ruote.

La costa bagnata dalle onde impetuose del Golfo di Biscaglia regala ai rider scenari che tolgono il fiato. Una curiosità: in molti tendono a sbagliare il nome del capoluogo della regione spagnola, credendo sia la città di Bilbao. In realtà la città più importante dei Paesi Baschi è Vitoria-Gasteiz, riconosciuta come uno dei centri più vivibili del Vecchio Continente.

Tutto quello che c’è da sapere sui Paesi Baschi

Cosa vedere

Prendendo come punto di riferimento il nostro itinerario della durata di circa 4 ore (soste escluse), consigliamo la passeggiata a piedi per raggiungere l’eremo di San Juan (San Giovanni) posto sulla sommità dell’isola di Gaztelugatxe. Il percorso per arrivare sembra essere sospeso sul mare. Il parcheggio per le moto è posizionato nei pressi dell’inizio della passerella.

Un altro luogo d’interesse da non perdere durante il tour lungo la costa dei Paesi Baschi è la spiaggia di Zumaia. Una località ricca di fascino, che non a caso è stata scelta per le riprese di una nota serie televisiva a livello internazionale. Arrivati a San Sebastian, il consiglio è di passeggiare lungo la Concha, la spiaggia cittadina, tra le più belle di tutta Europa nonché simbolo della città. Camminando verso l’estremità occidentale della spiaggia ci si imbatte in un altro simbolo di San Sebastian, conosciuto con l’appellativo di peine del viento (letteralmente pettine del vento).  La scultura è stata realizzata dall’artista Eduardo Chillida.

hondarribia
Il borgo di pescatori di Hondarribia segna il confine politico tra Spagna e Francia

Se avanza del tempo, suggeriamo anche la visita a uno degli acquari più particolari d’Europa, l’Aquarium Donostia-San Sebastian. L’ultima attrazione da non perdere nell’itinerario proposto è il piccolo borgo di pescatori Hondarribia. Deve la sua particolarità alla spiaggia, divisa in due parti. La sponda occidentale appartiene ai Paesi Baschi, quella orientale invece alla Francia. È sufficiente una brevissima escursione in barca per oltrepassare il confine e mettere piede sul suolo francese.

Cosa vedere nei dintorni

Rispetto al punto di partenza posto a Gaztelugatxe, il centro di Bilbao è a soli 35 km. Volendo, dunque, è possibile compiere una breve deviazione nella città del celeberrimo Museo Guggenheim. In alternativa, si può decidere di cambiare la località iniziale (anziché partire da Gaztelugatxe scegliere il borgo Hondarribia), così da lasciare Bilbao come tappa finale dopo la visita all’isola di Gaztelugatxe.

Un’altra meta che merita di essere visitata durante l’itinerario da Gaztelugatxe a Hondarribia è il villaggio Pasai Donibane, situato a circa 10 km da San Sebastian e raggiungibile tramite una piccola imbarcazione-navetta in partenza dal porticciolo di Pasaia.

Paesi Baschi in moto

Mappa

Percorso

La partenza del nostro itinerario di 148 km è prevista dall’affascinante isola Gaztelugatxe, su cui si infrangono le onde dell’Oceano. Procedendo in direzione est, la tappa successiva è rappresentata da Lekeitio, famosa per avere alcune delle spiagge più belle di tutta la costa dei Paesi Baschi.

La tappa intermedia del percorso è invece Zumaia, località nota nell’universo cinematografico per aver ospitato nella sua spiaggia le riprese della settima stagione di Game of Thrones. Dopo neanche 40 km si arriva a San Sebastian, il centro abitato più popolato e importante di tutto l’itinerario. San Sebastian è ribattezzata come la perla dei Paesi Baschi, oltre a essere una meta molto gettonata tra i surfisti.

Donostia-San Sebastián
Veduta dall’alto della baia di Donostia-San Sebastián, con la sua splendida spiaggia

La tappa conclusiva del viaggio in moto è Hondarribia, situata al confine con la Francia. Hondarribia è famosa soprattutto per essere un grazioso borgo di pescatori e da cui si può raggiungere la terra francese con una piccola imbarcazione.

Consigli utili per scoprire i Paesi Baschi

Periodo migliore per visitare

Il periodo migliore per un tour in moto nei Paesi Baschi è la stagione estiva, in particolare dall’inizio del mese di giugno alle prime due settimane di agosto, quando le temperature massime si attestano tra i 20 e 25 gradi. I mesi di luglio e agosto sono i più caldi e meno piovosi di tutto l’anno.

Clima e meteo

Lungo la costa dei Paesi Baschi bagnata dal Golfo di Biscaglia il clima è fresco e umido, a causa dell’influenza dell’Oceano Atlantico. In estate, la temperatura massima raggiunge i 25 gradi, mentre quella minima varia dai 14 gradi di giugno ai 17 gradi in estate.

Pur essendo il periodo meno piovoso, in estate cadono in media ogni mese circa 90 mm d’acqua, per un totale di 10-11 giorni di pioggia a giugno, luglio e agosto.

Informazioni specifiche

I limiti di velocità sulla strada che si snoda lungo la costa dei Paesi Baschi vanno dai 50 ai 70 km/h. In diversi punti la strada è stretta e presenta numerosi tornanti, per questo motivo consigliamo l’utilizzo di una moto leggera e più agevole.

TrueRiders