Passo Coe in moto

Passo Coe: in sella alla vostra moto, in viaggio tra Trento e Vicenza. Alla scoperta del viaggio di Folgaria, per un viaggio imperdibile sulle prealpi venete.

Il Passo Coe è un valico di montagna tra i più famosi del nord Italia; consente di ammirare e scoprire le Prealpi Venete, nella splendida provincia di Trento. Ci sono tantissimi percorsi escursionistici, estivi e invernali, che rendono questa zona davvero molto popolare.

Il centro fondo Passo Coe, affollatissimo nei mesi più freddi, è uno dei più apprezzati d’Italia. Ma non mancano nemmeno gli impianti di risalita per praticare lo sci alpino, che rappresentano anche una via di collegamento con il comprensorio di Folgaria Fiorentini.

Il Passo Coe si trova a un altitudine di 1610 metri sul livello del mare nel territorio trentino, in prossimità del confine con la provincia di Vicenza. Il valico alpino collega Tonezza del Cimone in Val d’Astico e Folgaria nell’Altopiano di Folgaria. Vicino sorge il Passo Sommo, altrettanto interessante via di collegamento delle due splendide vallate.

Passo Coe mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Trento
  • Arrivo: Vicenza
  • Durata: 2 ore e 20 minuti
  • Lunghezza: 112 chilometri

Passo Coe in moto, tra Trento e Vicenza

Un bellissimo asfalto e delle curve immerse nella splendida natura incontaminata. Questi paesaggi sapranno accogliervi in occasione del giro in moto che ci porta da Trento a Vicenza, passando proprio per il Passo Coe. La strada sembra fatta su misura per le due ruote, affascinante e adrenalinica: vi rimarrà senza dubbio nel cuore.

Tra l’altro, per chi fosse interessato, vicino al Passo Coe sorge la Base Tuono, un’ex base missilistica della Nato, che è stata attiva tra il 1866 e il 1977, in pieno clima Guerra Fredda. Chi invece adora la natura potrà visitare il giardino botanico del Museo Civico di Rovereto. A ognuno la sua passione!

Cominciamo il nostro itinerario in moto. Si parte da Trento, splendida città capoluogo del Trentino Alto Adige, annoverata tra i centri più vivibili d’Italia. E’ davvero molto deliziosa, il consiglio è di visitarla, se ne avete il tempo. Usciamo dalla città, direzione sud, sulla SS12, costeggiando per un lunghissimo tratto il fiume Adige. A Calliano prendiamo la SS350 direzione Est, attraversando Dietrobeseno, Sant’Andrea, Mezzomonte di Sopra, Carpeneda prima di arrivare a Folgaria, cittadina turistica in provincia di Trento, ai piedi del Monte Cornetto.

A questo punto si prende la SP143, direzione sud, per dirigervi curva dopo curva verso Passo Coe. Fermatevi un momento (anche più di uno) ad ammirare il panorama maestoso e splendido di questo valico alpino. Vi lascerà a bocca aperta, così come il lago.

Lasciamoci alle spalle il Passo Coe, procedendo ancora sulla SP143, “svalicando” il passo alpino prima di arrivare al confine tra Trentino Alto Adige e Veneto. Qui proseguiamo dritti sulla strada SP92, che presto diventerà SP83. In viaggio sulla provinciale godiamo di un panorama unico; in questo tratto sono presenti anche molti rifugi dove eventualmente fermarsi in caso di bisogno. Continuando incontriamo Tonezza del Cimone e Arsiero.

Tonezza del Cimone, Passo Coe
Tonezza del Cimone, in moto sul Passo Coe

A questo punto svoltate per la SP350 proseguendo in direzione est, verso Cogollo del Cengio e poi Piovene Rocchette. A Carrè si prende la SP116 direzione sud; poi ancora la SP349, passando vicino a Thiene, e la SP46, per avvicinarvi a passo sicuro nel vicentino. Non fatevi intimorire dalle svolte e cambi di provinciali: il tutto sarà ripagato da paesaggi e paesi da visitare con calma, anche in moto.

La vostra destinazione finale è Vicenza, meraviglioso capoluogo veneto, quarto comune della regione per popolazione. La città, una delle più importanti del nord Italia dal punto di vista culturale, è soprannominata del Palladio, perché proprio qui, nel tardo Rinascimento, il celebre architetto realizzò delle costruzioni semplicemente uniche nel loro genere.

Insomma, in questo itinerario c’è davvero di tutto: natura, cultura e città d’arte. Ma soprattutto curve, strade meravigliose e valichi alpini. Passo Coe vi regalerà tutto questo.

Emanuele Di Baldo