Passo del Sempione in moto, itinerario al confine svizzero

Passo del Sempione in moto, itinerario di viaggio sulle Alpi

Il nome Passo del Sempione deriva dal piccolo paese elvetico di Simplon che mette in comunicazione la Valle Saltina con la Val Divedro. Possiamo dire che il valico sorge in una posizione geografica particolarmente “strategica”: lungo la principale direttrice tra l’Italia e l’Europa Centrale che è la Strada Statale 33. Il Passo sorge proprio sulle Alpi Svizzere. 

Il Passo del Sempione in moto si dimostra un itinerario breve e piacevole, ma questo non toglie nulla all’emozione. La strada si snoda infatti fino a quota 2000 metri e regala ai mototuristi un panorama mozzafiato sulle Alpi: veri e propri paesaggi da cartolina.

Si tratta di un valico alpino situato a 2.005 metri di altitudine sulle alpi svizzere, nel Canton Vallese, a pochi chilometri dal confine italiano con la Provincia del Verbano-Cusio-Ossola.

Scopri gli itinerari per attraversare la Svizzera in moto!

Passo del Sempione in moto, l’itinerario

Mappa

Dettagli itinerario

  • Partenza: Domodossola
  • Arrivo: briga
  • Lunghezza: 65,6 chilometri
  • Durata: 1 ora 6 minuti
  • Tappe: Ospizio del Sempione, Passo Sempione

Itinerario

La lunghezza del valico è di 96 km ma l’itinerario, ovviamente, cambia a seconda del punto di partenza e di arrivo. Noi abbiamo scelto di prendere come punto di riferimento la città di Domodossola, ma esiste un intero tratto di strada che collega la città piemontese al Lago Maggiore.

Noi partiamo da Domodossola che dista circa 50 chilometri dal Sempione lungo al SS33. Superiamo il confine svizzero sulla Strada 9 e cominciamo la salita in direzione del valico. Il tracciato è semplice e piacevole: il manto stradale è in buono stato e la pendenza mai eccessiva. Rocce a strapiombo e ghiacciai alpini tutto intorno diventano rendono magico il viaggio, così come i diversi paesini che si affacciano sulla strada.

Giunti al Passo, oltre ad una sosta nel tradizionale rifugio, possiamo ammirare il celebre Ospizio del Sempione, voluto da Napoleone nel 1831 e costruito dai canonici del Gran San Bernardo. L’ospizio ospita la celebre Aquila in pietra: un monumento onorario costruito durante la seconda guerra mondiale dall’architetto bernese Erwin Friedrich Baumann in memoria dell’undicesima brigata svizzera, rappresentante, attraverso l’imponenza e la fierezza dell’aquila, l’indipendenza del popolo svizzero.

Data la facilità di percorrenza, raggiunta la meta del Sempione perché non continuare sulla Strada 9 in direzione Briga? La “Simplonstrasse” continua infatti sinuosa tra le pareti di roccia e i boschi di abete, raggiungendo la città di Briga in poco più di 20 chilometri. Fate attenzione alle indicazioni sulla strada: un paio di uscite permettono di visitare altri punti di riferimento storici; uno fra tutti il piccolo e grazioso ponte Alte Ganterbrücke.

Itinerario alternativo

Volendo ampliare il percorso, potete partire da Arona e seguire la Statale 33 che percorre l’intera sponda ovest del lago fino al paese di Feriolo.  Da qui, procedendo in direzione nord ovest e seguendo a ritroso il percorso “tracciato” dal fiume Toce, in meno di 40 chilometri arrivate a Domodossola. In tutto, si tratta di una deviazione di circa 70 chilometri.

Passo del Sempione
Passo del Sempione, in moto tra Italia e Svizzera

Passo del Sempione in moto, cosa sapere

Passo del Sempione apertura

Essendo un percorso stradale particolarmente frequentato, la domanda nasce spesso spontanea: il Passo del Sempione è aperto? Fortunatamente per chi viaggia in auto o in moto, infatti, il passo rimane aperto tutto l’anno.

Trovandosi però oltre i duemila metri di quota, è possibile che le condizioni meteo siano avverse. In alcuni casi, a causa delle forti nevicate, il passo può essere temporaneamente chiuso per procedere alla manutenzione e messa in sicurezza del manto stradale. Ecco perché dovete sempre controllare qui l’apertura Passo Sempione.

Meteo Passo del Sempione

Grazie ad una webcam Passo del Sempione, è possibile assicurarsi delle condizioni meteo prima di avventurarsi lungo la strada. Conoscere la situazione atmosferica che vi accoglie è necessario per guidare in sicurezza. Non solo però: prima di guidare alla volta del Passo Sempione, dovete accertarvi che sia aperto. Dato che parliamo di valichi alpini e al confine, dovete sapere che non sempre di sapere se un passo è chiuso durante l’inverno oppure se è accessibile con il vostro tipo di veicolo.

Passo Sempione dove mangiare con gusto

Mangiare bene ai piedi del Sempione è un’esperienza imperdibile che corona una bella giornata in moto.

Trattoria Derna sorge proprio in centro cittadino. La cucina italiana delle montagne dà il meglio di sé tra creme caramel al latte di capra come antipasto a ravioli fatti a mano. Un’esperienza di degustazione impareggiabile.

Fletschhorn è un ristorante nel cuore di Simplon in cui parlano italiano e la cucina sa difendersi bene. Il locale è un po’ spartano, ma l’importante è la sostanza e qui ce n’è davvero molta. Vi consigliamo i rosti.

Backerei Arnold è una pasticceria che merita una sosta del nostro itinerario. Famosa per il pane di segale, questa bottega artigianale offre dolci fatti in casa della più autentica tradizione svizzera.

TrueRiders