Passo dello Stelvio in moto

Passo dello Stelvio




Duro, severo, impegnativo, il Passo dello Stelvio è uno dei valichi più appassionanti da affrontare in moto. Ma ti ripagherà con la soddisfazione che solo le più grandi imprese sanno regalare! Ti diamo subito qualche numero per darti un’idea di cosa ti aspetta: 

  • 2758 metri di altitudine: è la strada più alta d’Italia, e il secondo valico più alto d’Europa a doppia percorrenza dopo il Col de l’Iseran in Francia. 
  • 48 tornanti in 24 km, sul versante altoatesino, il percorso “classico” e più appassionante. Da aggiungersi ai 36 sul versante lombardo! 
  • 1850 metri di dislivello a partire da Prato allo Stelvio (BZ).

Se questi numeri non ti hanno scoraggiato, e al contrario sei ancora più preso bene per conquistare il “Tetto d’Italia” delle strade italiane, allora continua a leggere perché ci sarà da divertirsi!

Tutto ciò che devi sapere sul Passo dello Stelvio

Prima di descriverti l’itinerario, ti diamo qualche coordinata per conoscere bene il Stilfser Joch (Passo dello Stelvio in tedesco) e il suo fascino irresistibile. 

Dove si trova il Passo dello Stelvio

Il Passo dello Stelvio si trova al confine tra Alto Adige, Lombardia, Svizzera. E anche l’Austria non è molto lontana.

Il territorio è quello del Parco Naturale dello Stelvio, che si trova sulle Alpi Retiche, e comprende al suo interno le cime del gruppo montuoso Ortles – Cevedale (la cui vetta più elevata, l’Ortles, arriva ai 3905 metri ed è la montagna più alta del Trentino-Alto Adige). 

Quando è aperto e quando è chiuso il Passo dello Stelvio

Il Passo dello Stelvio chiude di solito a ottobre, e riapre a giugno. Nei mesi freddi le temperature sotto zero e le nevicate frequenti non ne permettono l’apertura. 

Di anno in anno le date precise variano e vengono comunicate con non molto anticipo: controlla sui siti istituzionali o turistici per avere la sicurezza della data di apertura e di chiusura di quest’anno. 

Per questo, il periodo migliore per percorrerlo è l’estate. Ti consigliamo comunque di fare attenzione al meteo (mettiti in viaggio solo se è previsto bel tempo) perché il freddo e la pioggia possono essere piuttosto pericolosi su un percorso tortuoso come questo. 

La strada più alta d’Italia nella storia e nello sport

Il Passo dello Stelvio è stato costruito in tre anni, dal 1822 al 1825, dall’ingegnere Carlo Donegani su volontà dell’imperatore Francesco I d’Austria. L’intento era avere nell’impero asburgico un collegamento diretto tra Vienna, la Val Venosta e Milano, passando per la Valtellina. 

Fino al 1915 il valico alpino era percorso tutto l’anno grazie agli spalatori che durante l’inverno liberavano la strada dalla neve. Dopo la fine della Prima guerra mondiale, ne fu decisa l’apertura stagionale.

E finalmente dopo la seconda guerra mondiale iniziò la grande tradizione del Passo dello Stelvio nel ciclismo, che è presto diventato una tappa “classica” del Giro d’Italia. A partire dal 1953, con una grande vittoria di Fausto Coppi (il passo è diventato “Cima Coppi” in suo onore), il Giro è passato di qui ben 13 volte. Motivo in più per provare questa impresa.

E ovviamente questo angolo tra Alto Adige, Lombardia e Svizzera, è tradizionale mèta turistica per sportivi amanti di sci, trekking, escursionismo, mountain bike, alpinismo, snowboard, e tutti gli sport invernali.    

Passo dello Stelvio in moto, l’itinerario

Non te lo nascondiamo: l’itinerario che ti proponiamo è probabilmente il più difficile. Ma che gusto ci sarebbe a dirti il più facile? Scommettiamo che tu apprezzi le sfide!

Questo percorso è in due parti. La prima è con la famigerata salita “classica” dal versante altoatesino. La seconda è con la discesa lungo la “variante svizzera”, strada stretta e insidiosa, che comunque ti permetterà di tornare al punto di partenza per un grande itinerario ad anello. Sei pronto? Si parte!

Mappa

Percorso

Poiché il percorso è impegnativo, ti suggeriamo di pernottare in una delle strutture alberghiere nel paese di Prato allo Stelvio – punto di partenza – e partire di buon mattino. Preferibilmente in un giorno della settimana, ed evitare i weekend per non trovare troppo traffico. 

Da Prato allo Stelvio (915 m.s.l.m.) prendi direttamente la strada per il Passo dello Stelvio, la statale SS38. Una salita all’inizio piuttosto dolce, ma che in corrispondenza di Trafoi diventa molto più aspra. È proprio in questa frazione, situata a un’altitudine di 1570 metri, che iniziano i tornanti e le pendenze più dure. 

Concentrazione, attenzione, equilibrio e costanza ti consentiranno di superare tutti e 48 i tornanti dei fatidici 24 km di questo tratto. Arriverai infine in cima, crocevia di tanti sentieri escursionistici, e soprattutto luogo dove si apre un panorama mozzafiato, che merita una sosta di relax e foto in quantità!

A questo punto, hai tre possibilità:

  • Dopo la “conquista del Passo” puoi tornare indietro dalla stessa strada, scendendo fino al punto di partenza, e terminare così il tuo percorso.
  • Oppure puoi proseguire con la discesa sul versante lombardo (meno tortuosa), che ti porterà a Bormio (1225 m.s.l.m.), e ti permetterà così di esplorare entrambi i versanti italiani.
  • Terza opzione, quella per veri bikers, è tornare a Prato allo Stelvio attraverso la “variante svizzera” del valico, che coincide con il Passo Umbrail. È quella che ti descriviamo adesso!

Prosegui la strada iniziando la discesa sul tratto lombardo verso Bormio, ma svolta subito a destra verso il Passo Umbrail. Entrerai in territorio svizzero, su una strada più stretta, e con una sequenza di tornanti abbastanza serrata (ma non così frenetica come sul tratto altoatesino). 

La tua discesa termina nella località svizzera di Santa Maria Val Mustair: qui gira a destra sulla strada 28 verso il comune capoluogo Mustair, e continua dritto rientrando in territorio italiano, sulla SS41. 

Attraversa Tubre e prosegui sulla stessa strada verso Glorenza, che con i suoi 907 metri di altitudine è il punto più “basso” del tuo itinerario. Qui svolta a destra sulla SP50, in pochi minuti sarai tornato alla tua base a Prato allo Stelvio.

Complimenti per l’impresa, hai conquistato il Re dei valichi italiani!

Scopri anche 

Avatar per TrueRiders

TrueRiders

PASSO DELLO STELVIO

  • Lunghezza (km): 25
  • Durata: 2 ore
  • Altezza massina (m s.l.m.): 2758
  • Pendenza massima (%): 7,1 - 7,7%
  • Chiusura invernale: Sì
  • Periodo: Novembre - aprile
  • Partenza: Bormio
  • Arrivo: Stelvio
  • Principali località attraversate: Passo dello Stelvio