Passo Falzarego

Il Passo Falzarego è un valico alpino tra i più amati dai motociclisti. Incastonato nel cuore delle Dolomiti, ai piedi del Lagazuoi, il passo e le sue terre ricadono nel territorio delle Dolomiti Orientali di Badia, nella provincia di Belluno in Veneto, a ovest di Cortina d’Ampezzo.

Famoso anche per le escursioni e per il comprensorio sciistico (con tanto di funivia panoramica), il Falzarego fa breccia ogni stagione nel cuore dei centauri, pronti ad assaporarne ogni singolo metro di strada.

Il nostro itinerario inizia e finisce in due dei borghi più caratteristici delle nostre Alpi: Cortina e Corvara. Il passo Falzarego lo incontriamo proprio a metà percorso, tra strade e curve da sogno per ogni biker che si rispetti.

Tutto quello che c’è da sapere sul Passo Falzarego

Mappa

Meteo

Trovandosi a una quota piuttosto rilevante (oltre i duemila metri) in tutte le stagioni il meteo Passo Falzarego può mutare con estrema rapidità. In estate, ad esempio, si superano facilmente i 20 °C durante il giorno mentre di notte non di rado le temperature scendono sotto i 10 °C.

Il clima può essere abbastanza piovoso, dunque è importante procedere con cautela e indossare un abbigliamento adatto. Già da ottobre, e fino a maggio inoltrato, le temperature permangono al di sotto dello zero. Tra novembre e febbraio vi sono quasi sempre giorni di ghiaccio (ovvero con la massima uguale o inferiore allo zero).

Passo Falzarego aperto

I passi dolomiti seguono un ciclo di aperture e chiusure stagionali legate alle specifiche situazioni del clima. Per questo per molti valichi non è possibile stabilire con precisione quando siano aperti o chiusi. Il tutto dipende infatti dalla presenza di neve e ghiaccio che rende il traffico molto difficile o addirittura impossibile.

Il Passo Falzarego è aperto durante tutta l’estate, quando le temperature sono più alte ed è quasi impossibile trovare la neve mentre durante i mesi invernali la chiusura dipende dalle temperature o dalle precipitazioni. La maggior parte dei passi riapre tra inizio e fine maggio (ad esempio il Pordoi e il Fedaia possono essere chiusi mentre il Falzarego è già nuovamente aperto al traffico).

Lagazuoi

A pochissima distanza dal Passo Falzarego si trova il Lagazuoi (Piccolo), una vetta del Gruppo di Fanis che raggiunge i 2.835 metri d’altezza. Dal 2009 fa parte dei Patrimoni dell’Umanità UNESCO insieme alle Dolomiti, ed è molto amato dai turisti.

Lo si può raggiungere solamente a piedi. Si arriva in moto fino al valico e da qui si percorrono due sentieri: il 401 o il 402, con un tempo di percorrenza di circa 2 ore all’andata e 1 ora e 15 minuti al ritorno. La durata complessiva della camminata è di 3 ore e 15 tramite il 401-402 e di 3 ore e 30 minuti tramite il 401-402-Galleria di Guerra.

In zona è presente il Rifugio Lagazuoi, a 2.752 metri e dal quale si gode un panorama stimolante. Per chi non ama le escursioni si può anche utilizzare la funivia, che accorcia i tempi di percorrenza a soli 5 minuti.

Passo Falzarego in moto

Il nostro itinerario di oggi è più un punto di partenza che un vero e proprio viaggio. Il consiglio è di vivere appieno il valico: a piedi, una volta arrivati in cima; in funivia, per esplorare il Lagazuoi e le Cinque Torri.

In moto, unendolo a una destinazione cult come il Passo Fedaia, sulla Marmolada. Come detto, si parte da Cortina. Sebbene in cima vi siano hotel e rifugio pronti ad accogliervi, prima di partire controllate sempre meteo e webcam.

Il Falzarego si trova a ben 2105 metri di altezza e non sempre il tempo è clemente, soprattutto con noi motociclisti. La strada che seguiremo sarà unicamente la SR48 verso ovest. La regionale s’imbocca proprio dal centro ampezzano, e ci porta chilometro dopo chilometro, curva dopo curva, proprio sul Passo Falzarego.

Sulla nostra strada incontreremo anche alcune località molto interessanti, come Mortisa e Pocol. I 19 chilometri che dividono Cortina da Falzarego sono poesia pura per gli occhi e per i motori.

A più di 2100 metri sul livello del mare possiamo ammirare la magia e il profilo svettante del Sass de Stria e il Forte Tre Sassi. Quest’ultimo è un antico fortino militare, la cui costruzione fu iniziata e interrotta durante gli anni della Grande Guerra. Qui, del resto, truppe italiane e austroungariche combatterono per il controllo delle zone.

Passo Falzarego in moto
Passo Falzarego in moto: tra strade da scoprire e paesaggi mozzafiato

Il Passo Falzarego è un valico abbastanza impegnativo e logisticamente molto importante per la zona. I panorami di grande pregio che offre, inoltre, non sono davvero secondi a nessuno.

Da qui riparte la nostra discesa, che ci porterà dritti verso la meta finale: Corvara di Badia. Dal passo i chilometri da percorrere sono circa 20, e ci portano dal territorio del Veneto a quello del Trentino Alto Adige. Attraverso le strade provinciali 24 e 37, infatti, incontriamo prima San Cassiano e poi La Villa.

Per giungere a Corvara, poi, bisogna percorrere circa 5 chilometri sulla SS244, seguendo, ovviamente, le indicazioni per il rinomato borgo alpino. Non solo Passo Falzarego, quindi, ma un vero e proprio viaggio in moto alla scoperta delle zone più  incantevoli delle nostre Dolomiti. Da non perdere!

Stefano Maria Meconi