gardena 1
Passo Gardena, motoitinerari tra Val Gardena e Val Badia

Un giro in moto sul Passo Gardena, un valico alpino delle Dolomiti che si trova a più di 2000 metri d’altezza. Situato tra Selva di Val Gardena e Corvara in Badia, il Passo Gardena mette in comunicazione la Val Gardena e la Val Badia.

Il valico attraversa il Parco naturale del Puez-Odle, tra cime delle Dolomiti del Gruppo Sella e del Gruppo Cir e pascoli verdissimi. Il nome del passo, Gardena appunto, è una derivazione del termine latino cardus, che significa confine.

Infatti, il valico ha da sempre rappresentato lo spartiacque tra Val Gardena e Val Badia, ma non solo. Dal 1027 al 1803, era anche il confine tra le diocesi di Trento e di Bressanone. Un confine religioso e civile, poi annichilito dalla riorganizzazione territoriale napoleonica.

Tutto quello che c’è da sapere sul Passo Gardena

Mappa

Meteo

Trovandosi a un’altitudine superiore ai duemila metri e circondato da picchi molto alti, il meteo Passo Gardena è fortemente variabile. Più in generale le temperature rimangono basse per tutto l’arco dell’anno, anche nei mesi estivi. Le medie climatologiche sono le seguenti:

  • Inverno: – 8 / – 2 °C (tra gennaio e febbraio)
  • Primavera: – 6 / 1 °C (tra marzo e maggio)
  • Estate: 4 / 15 °C (tra giugno e settembre)
  • Autunno: – 3 / 11 °C (tra settembre e novembre)

Le precipitazioni nevose in inverno sono piuttosto frequenti e anche abbondanti, mentre la pioggia può fare la sua comparsa durante tutta l’estate, spesso con brevi ma violenti temporali. In questi casi è sempre meglio consultare le previsioni meteo e, se si viene colti dalla pioggia, procedere a velocità ridotta.

Altimetria

Nel suo punto più alto il Passo Gardena raggiunge i 2.136 metri sul livello del mare. Il profilo altimetrico del valico non è particolarmente arduo: la pendenza media raggiunge infatti il 6,4%, con un picco massimo del 12%. Da Corvara in Badia alla vetta del valico il dislivello è di 599 metri per 9,3 km di percorso.

Il punto più “difficile” è quello di Colfosco, a 1622 metri, con una pendenza pari all’11%. In alcuni tratti, invece, il percorso si fa decisamente meno difficile e risulta quasi piatto o con pendenze inferiori al 2%.

Passo Gardena in moto

Passo Gardena in moto
Il Passo Gardena e le sue generose curve, lungo una strada che ha molto da offrire

Il percorso canonico del Passo Gardena unisce le due località di Selva di Val Gardena e Corvara in Badia. Mete turistiche di assoluto rilievo tanto nei mesi invernali quanto in quelli estivi. Gli sciatori e gli escursionisti trovano qui pane per i loro denti, grazie a decine di piste da sci e impianti di risalita.

Il percorso, è breve: 15,2 km da Selva di Val Gardena a Corvara in Badia, 10 km in senso opposto. In ambedue i casi, la pendenza massima raggiunge un buon 10%, un livello che separa i passi facili da quelli impegnativi.

Alto 2.121 metri, il Gardena è spesso soggetto a nevicate e a temperature particolarmente rigide. Nonostante ciò, e salvo condizioni particolarmente avverse, è aperto tutto l’anno. Molto interessante è la proposta turistica e relativa agli sport invernali che si trova tutt’intorno al percorso del passo.

Impianti di risalita, piste da sci, vie ferrate (la Ferrata Tridentina e quelle del Gran Cir e del Pizzes de Cir), nonché l’Alta via 2. Quest’ultima unisce Bressanone e Feltre passando, per l’appunto, tra Selva di Val Gardena e Corvara in Badia.

Montagna a 360 gradi e un percorso da non perdersi: ecco il Passo Gardena, un vero must del Trentino Alto Adige su due ruote!

TrueRiders