Passo Godi, in moto tra le vette dell’Abruzzo

Passo Godi
Passo Godi, in moto in Abruzzo

Passo Godi è una pregiata destinazione dell’Abruzzo in moto, in una delle più interessanti mete del Centro Italia.

Questo valico appenninico, dalla ragguardevole altezza, si trova in una zona apprezzata da motociclisti, sciatori ed escursionisti, nel cuore della provincia dell’Aquila.

La fama della destinazione, che è rimasta immutata nel corso degli anni, è data da una serie di elementi.

Non solo dunque il paesaggio naturale, che coincide con il perimetro del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise.

Passo Godi: informazioni e curiosità

Il Passo Godi mette in comunicazione diretta, durante tutto l’anno, le località di Scanno e Villetta Barrea. Ci troviamo non lontano dalle Gole del Sagittario, altra destinazione gradita dai mototuristi.

Il valico raggiunge l’altezza massima di 1.630 metri sul livello del mare, un dato niente male anche rispetto ad alcuni valichi alpini.

Lungo il percorso si incontrano varie vette dell’Appennino abruzzese, come il Monte Godi (2011 metri) e la Serra Rocca Chiarano (2262 metri).

Scanno, Abruzzo
Scanno, lo splendido “borgo d’oro” lungo le Gole del Sagittario

La zona, che è servita dalla SS479 Sannita (partenza da Sulmona e arrivo proprio a Villetta Barrea), attraversa uno degli angoli naturali di maggiore suggestione della regione.

Qui incontriamo il Lago di San Domenico, formatosi per la costruzione di una diga nel 1929 che ha permesso di ammodernare la ferrovia Roma-Sulmona.

Il Passo Godi è molto frequentato dai visitatori, come è facile vedere durante tutto l’arco dell’anno.

Oltre al paesaggio naturale possiamo visitare anche le due antiche chiese di San Liborio e San Lorenzo a Iovana. Molto interessante il grande faggio di 8 metri di circonferenza, il più grande del parco.

Passo Godi in moto. L’itinerario

Mappa

Lungo e intenso. Il percorso che TrueRiders ha pensato per farti scoprire il Passo Godi è un omaggio al bello degli Appennini.

Partiamo da Sora, alle porte della Ciociaria, seguendo il percorso della SR666 e della SR509, in direzione Opi. Quello che incontriamo, prima ancora del Godi, è la Forca d’Acero, splendido valico che segna il confine tra Lazio e Abruzzo.

Forca d'Acero
La Forca d’Acero, in moto tra Lazio e Abruzzo

Siamo in Abruzzo, lungo curve e panorami della Riserva Naturale Orientata Feudo Intramonti e Colle di Licco, per arrivare a Villetta Barrea lungo la SS83.

Qui seguiamo la SR479 che ci permette di salire fino al Passo Godi, e proseguiamo sulle strade delle Gole del Sagittario.

Ci muoviamo in direzione di Scanno, il borgo dell’oro, con il suo splendido lago a forma di cuore.

L’ultimo tratto dell’itinerario ci permette di ammirare l’Eremo di San Domenico, prima di giungere ad Anversa degli Abruzzi e Sulmona, la patria del confetto.

Stefano Maria Meconi