Passo Godi in moto, itinerario tra le vette dell’Abruzzo

Passo Godi

Passo Godi è uno dei più suggestivi valichi appenninici nel cuore della provincia de L’Aquila. La sua ragguardevole altezza lo rende una meta adorata da motociclisti, sciatori ed escursionisti durante tutto l’arco dell’anno.

Il paesaggio naturale coincide con il perimetro del Parco Nazionale d’Abruzzo, Lazio e Molise, ma il Passo Sorge anche un’antica via naturale di transito dei pastori transumanti tra Abruzzo e Lazio. Un itinerario a cavallo delle regioni e dei secoli da non perdere assolutamente.

Lungo e intenso, il percorso che TrueRiders ha pensato per farvi scoprire il Passo Godi in moto è un omaggio al bello degli Appennini.

Scoprite anche tutti i nostri itinerari per esplorare l’Abruzzo in moto!

Passo Godi in moto, l’itinerario

Mappa

Itinerario

Partiamo da Sora, alle porte della Ciociaria. Seguiamo il percorso della SR666 prima e della SR509 dopo, in direzione Opi. Quello che incontriamo, prima ancora del Godi, è la Forca d’Acero: uno splendido valico che segna il confine tra Lazio e Abruzzo.

Attraversato il valico, siamo in Abruzzo. Da qui un lungo tracciato scandito da curve e panorami della Riserva Naturale Orientata Feudo Intramonti e Colle di Licco ci accompagna sino ad arrivare alla nostra tappa: Villetta Barrea che incontriamo lungo la SS83. Da qui imbocchiamo la SR479 che ci permette di salire fino al Passo Godi, e proseguiamo sulle strade delle Gole del Sagittario. Ammiriamo il paesaggio guidando in direzione Scanno, il “borgo dell’oro” pronto ad accoglierci con il suo splendido lago a forma di cuore. L’ultimo tratto dell’itinerario ci permette di ammirare l’Eremo di San Domenico, prima di giungere ad Anversa degli Abruzzi e Sulmona, la patria di Ovidio e dei confetti.

Beh, che dire, se quest’ultimo tratto di ha conquistati, allora non scendete dalla moto e lanciatevi all’avventura alla scoperta degli eremi della Majella in moto.

 

 
 
 
 
 
Visualizza questo post su Instagram
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Un post condiviso da Ellade Santini (@ellade24santini)

 

Rifugio Passo Godi e ristoranti nelle vicinanze

Una visita nel Parco Nazionale d'Abruzzo, Lazio e Molise non può finire senza una sosta culinaria, alla scoperta della gastronomia e dei sapori più antichi e genuini di questi luoghi. Ecco tre suggerimenti.

Rifugio Passo Godi per essere immersi nella natura incontaminata nel cuore del Passo. Il rifugio presenta una trattoria in cui assaporare i piatti della tradizione abruzzese, a due passi da Scanno. 

Il Vecchio Ristoro a 11 chilometri da Passo Godi è il classico ristorante della tradizione più genuina. Qui arrosticini, Cazzarellitte de Gandine e taglieri di salumi e formaggi vi aspettano per pasti indimenticabili.

Ristorante da Paolino a 12 chilometri offre piatti della cucina mediterranea con un occhio di riguardo a ricette e preparazioni senza glutine. Primi piatti, bruschette e carne succulenta sono pronti a farvi perdere la testa.nel cuore del Parco Naziona

Avatar per Stefano Maria Meconi

Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015


PASSO GODI

  • Lunghezza (km): 139
  • Durata: 3 ore
  • Partenza: Sora
  • Arrivo: Sulmona
  • Chiusura invernale: No
  • Principali località attraversate: Forca d'Acero, Opi, Passo Godi, Scanno, Villalago, Anversa degli Abruzzi
trueriders