Sella Carnizza, motoitinerario tra le valli del Friuli Venezia Giulia

Sella Carnizza

Ci troviamo in Friuli Venezia Giulia e Sella Carnizza è un ampio passo che mette in comunicazione la Valle di Uccea con la Val Resia (quindi la Valle d’Isonzo con l’alto bacino del Tagliamento), attraverso una piccola rotabile asfaltata, che nei mesi invernali è solitamente chiusa per le condizioni atmosferiche avverse.

Sella Carnizza è il valico più basso che collega l’Isonzo con il Tagliamento e dal 1916 è raggiunta da una strada militare che si diparte dalla Centrale di Rio Barman in Val Resia.

Già all’epoca del primo conflitto mondiale questa strada permetteva il transito di trattatrici e autocarri e si attivarono qui delle infrastrutture belliche di cui oggi si possono apprezzare diverse tracce, come i due panifici e la stazione d’arrivo di una grande teleferica che partiva dal Tigo.

L’itinerario

Mappa

Informazioni utili

  • Partenza: Tarcento
  • Arrivo: Uccea
  • Lunghezza: 55 km
  • Arrivo: 1 ora e 15 minuti
  • Tappe: Artegna, Gemona del Friuli, Resiutta, Sella Carnizza

L’itinerario in moto che proponiamo per attraversare Sella Carnizza parte dalla città di Tarcento, adagiata sulle pendici dei monti Chiampeon, Stella e Bernadia.

Caratterizzata dalla bellissima varietà del suo ambiente, Tarcento può essere paragonata a una cerniera tra l’alta Valle del Torre e la zona delle Prealpi Giulie. Percorrendo le sue strade si possono ammirare le ville liberty rivivendo la Belle Epoque, mentre poco lontani si trovano le Grotte di Villanova, davvero spettacolari.

Si prosegue in moto attraversando la cittadina di Gemona del Friuli, una delle più belle località della regione, con il centro storico medioevale tutto da scoprire: spicca il Duomo di Santa Maria Assunta in stile romanico-gotico e Palazzo Elti, sede del Museo Civico.

Si giunge proseguendo in moto al paese di Resiutta, che sorge nel punto d’incontro tra la Val Resia e il Canal del Ferro; fin dai tempi antichi questo luogo ha svolto un importante ruolo per i traffici e custodisce reperti archeologici romani risalenti al VI secolo d.C.

In moto si continua il percorso prendendo la strada che percorre tutta la vallata, costeggiando il Fiume Resia. Il panorama è bellissimo e la strada sempre semi-deserta; attraversando un ponte si svolta a destra e si prosegue da Lischiazze verso Sella Carnizza: la strada è stretta e immersa in un suggestivo bosco, con tornanti e una visibilità limitata; dopo il bivio e la chiesetta si presentano una serie di curve.

Da Sella si scende poi nella Valle di Uccea a sud-est fino alla località di Uccea, lungo la strada di origine militare, stretta, vecchia e poco trafficata.

Claudia Giammatteo