Semo La, è lei la (vera) strada più alta del mondo

Semo La, Tibet

Se pensavi che non potessimo andare più in alto di così, sbagliavi: perché dopo mesi e mesi di ricerche abbiamo trovato la Semo La. No, non la semola – quella si usa per cucinare – ma ufficialmente la strada più alta del mondo.

E per raggiungere un traguardo così importante il viaggio non è stato semplice: decine e decine di atlanti, statistiche e fonti ufficiali, una più discordante dell’altra. Su questa altitudine, però, sono riusciti a concordare pressoché tutti. E il livello sul mare è talmente da record che difficilmente si potrebbe fare altrimenti.

Più del doppio del Passo dello Stelvio, quasi il quadruplo dell’amatissima Raticosa. Insomma, ti verranno le vertigini solo a sentirne parlare, e il fiato si farà corto. Ma è un’esperienza che ogni buon motociclista col pallino dell’esplorazione dovrebbe fare una volta nella vita.

Ti abbiamo incuriosito a sufficienza? E allora, vieni con noi in questo viaggio verso Oriente, dove il limite è davvero, solo, il cielo.

La concorrenza è davvero alta

Prima della Semo La, gli enti geografici internazionali avevano fissato il punto stradale più alto al mondo sul Khardung La. Questa strada, che appartiene alla provincia indiana del Ladakh, raggiunge i 5359 m s.l.m. 

Per anni, però, misurazioni e segnalazioni incorrette avevano fatto sì che la sua altezza risultasse essere di 5602 metri. Un dato incorretto, ma ancora minore rispetto a un percorso molto vicino, quello dell’Umling La. Questa strada, sempre in India, unisce le due regioni di Jammu e Kashmir, e arriva fino a 5.793 m s.l.m.

Le autorità della zona sconsigliano alla maggior parte delle persone di spingersi così in alto, e i motivi sono principalmente due. Innanzitutto, la strada è composta al 70% di tratti sterrati, ed è particolarmente pericolosa. Inoltre, a una quota così alta, la presenza di ossigeno nell’aria è significativamente ridotta. Significa che persone non adeguatamente preparate possono essere vittime di AMS (malattia da alta montagna), che comporta mancanza di respiro, fino a edema polmonare e celebrale. Lo stesso esercito indiano, responsabile della manutenzione stradale, raccomanda di non rimanere ad altezze così elevate per più di 20 minuti.

La Semo La è più bassa dell’Umling La, ma è lo stesso considerata la strada più alta al mondo. Com’è possibile? Secondo la definizione comunemente accettata, questa direttrice è la strada asfaltata più alta al mondo. Una classificazione che dunque esclude l’Umling La, che è quasi del tutto sterrata.

Tutti i numeri della Semo La

La nostra strada dei record ha dei numeri che lasciano davvero senza parole. Nel cosiddetto punto di sella, l’altezza misurata di è 5.565 m s.l.m., ovvero 18.258 piedi. Esattamente il doppio di strade che, in Europa, sono considerate altissime, come ad esempio il Col de la Bonette. Non c’è però da stupirsi: il Tibet, regione nel quale percorrere questa strada, ha un’altitudine media superiore ai 4500 metri.

Il Plateau Tibetano si estende per 2,5 milioni di chilometri (8 volte la superficie italiana), con una larghezza di 2.500 chilometri e una lunghezza di 1000. Qui le strade che salgono ad altezze record sono molto più frequenti di quanto si immagini.

Tibet
Panorama tipico del Tibet, con le “porte della preghiera” e le bandierine colorate

Delle oltre 100 strade con un’altitudine superiore ai 5000 metri in Tibet, la Semo La è solo ventesima. Il suo, infatti, è un record unicamente legato alla superficie asfaltata. Il difficilissimo, e spesso inaccessibile, sterrato del Chāmkang arriva infatti a 5.953 metri sul livello del mare. Il centro del percorso dista in linea d’aria 270 chilometri da Kathmandu (Nepal), 820 da Nuova Delhi (India) e addirittura 3000 da Pechino (Cina).

Il percorso per raggiungere Semo La dalla capitale cinese richiede in realtà 53 ore alla guida e 4.007 chilometri, passando per le province di Hebei, Ningxia, Gansu, Qinghai, prima di arrivare in Tibet.

Semo La in moto

Mappa

Percorso

Viste le enormi dimensioni del Tibet, e della Cina nel suo complesso, non esiste un vero e proprio percorso consigliato per arrivare alla Semo La. La Tibet Provincial Road S206, ovvero la strada che percorre il valico, è stata completata soltanto nel 2015. Prima c’era un unico sterrato, difficile da raggiungere, sul quale passava un solo autobus a settimana.

Secondo il sito Dangerousroads.org la S206 è un “viaggio solitario nel mezzo del nulla”. E in effetti l’intero percorso è circondato da enormi, sperdute, altissime distese desertiche. 401 chilometri che dalla prefettura di Shigatse portano a quella di Ngari, nel Tibet centrale. Il percorso corre, per almeno 150 km, ad altitudini superiori ai 5000 metri.

Nonostante l’aspetto possa trarre in inganno, però, qualcosa da vedere c’è. E non parliamo solo della vetta Semo La, ma anche dei geyser e dei laghi, che rendono al meglio nelle rare giornate calde d’estate. Qui infatti il freddo è quasi perenne, e non di rado tra luglio e agosto le temperature notturne scendono sotto lo zero.

Preparazione specifica, riserve di benzina, acqua e bombole d’ossigeno sono fondamentali per affrontare la strada più alta del mondo. Per i più impavidi, il modo migliore per arrivare qui è partire da Shigatse, che dista 490 chilometri. Proseguire per Ngari, nella zona di nord-ovest, richiede altri 792 chilometri alla guida.

Avatar per Stefano Maria Meconi

Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015


SEMO LA

  • Lunghezza (km): 1243
  • Durata: 2 giorni
  • Partenza: Shigatse
  • Arrivo: Ngari
  • Altitudine (in m s.l.m.): 5565
trueriders