Strada dei Vini del Cantico, in moto tra borghi e vigneti umbri

Bevagna
Bevagna, una delle tappe della Strada dei Vini del Cantico

Borghi dal fascino irresistibile, paesaggi verdi e una tradizione enogastronomica tutta da gustare. Ecco il mix perfetto del nostro viaggio in moto in Umbria, lungo la Strada dei Vini del Cantico.

Una terra di grandi vini e dalle radicate specialità culinarie, oltre che di paesaggi dal fascino mozzafiato. Luoghi attraversati da strade decisamente piacevoli da percorrere su due ruote: stiamo parlando del “Polmone Verde” d’Italia.

L’Umbria, con le sue mille sfaccettature e i suoi mille colori, è senza dubbio una destinazione che ogni motociclista dovrebbe avere nella “lista dei desideri”. Tra le mete umbre da non perdere, vi segnaliamo in particolare la Strada dei Vini del Cantico.

Non un semplice itinerario, quindi, ma un’autentica esplosione di gusti e sapori. Un viaggio che, a partire dall’incantevole Perugia, esalterà tanto il vostro palato quanto la vostra voglia di ammirare luoghi da cartolina. Castelli, chiese, abbazie, borghi dalle tradizioni antiche vi accompagneranno infatti lungo i 150 chilometri del percorso.

La tentazione di farsi prendere dai piaceri della buona tavola sarà ovviamente molto forte. Prima di partire non possiamo fare a meno di raccomandarvi la consueta prudenza, soprattutto se metterete in programma visite a cantine o aziende vinicole!

La strada dei Vini del Cantico: alla scoperta dell’Umbria in moto 

Mappa

Percorso

Punto di partenza e di arrivo del nostro percorso è Perugia, città d’arte ricca di storia e monumenti. La potrete avvicinare in autostrada percorrendo sia la A1 (uscite di Valdichiana, Chiusi, Orte) sia l’Adriatica (Ancora Nord, Pescara, Civitanova Marche). Ammirato il capoluogo umbro, mettiamoci quindi subito in moto verso le colline a sud della città. La SS317 ci accompagnerà verso San Martino in Colle, tappa perfetta per iniziare a prendere confidenza con i vigneti che caratterizzano il paesaggio.

Proseguiamo verso Marsciano e in particolare verso la frazione di Spina, dove spicca una fortezza medievale resa ancora più suggestiva dai panorami della campagna umbra. Si continua poi in direzione Torgiano, comune dalla storia antica e uno dei borghi più belli d’Italia. Se avete scelto la Strada dei Vini del Cantico proprio perché amanti dei calici, Torgiano vi sarà nota soprattutto per i suoi vini rossi e, in particolare, per il Torgiano Rosso Riserva. Qualche assaggio, una vista ai musei del vino, dell’olio e della ceramica contemporanea ed è il momento di ripartire.

Nuova tappa del tour sulla Strada dei Vini del Cantico è Deruta, borgo celebre per le sue ceramiche artistiche. Da un borgo più bello d’Italia all’altro approdiamo quindi a Bettona, terra di vini e olivi sin dall’antichità, nonché unico insediamento etrusco sulla riva sinistra del Tevere. Da non perdere, oltre ai prodotti locali, gli straordinari scorci panoramici su valli e colline circostanti, ancora più affascinanti dalle luci di alba e tramonto o dai colori del primo autunno.

Strada dei Vini del Cantico - Assisi
Assisi, l’Umbria in moto

Nonostante le suggestioni di Collemancio, le emozioni del nostro viaggio non sono finite: tappe successive sono infatti l’incantevole Bevagna, inserita anche tra le bandiere arancioni del Touring Club Italiano, e Spello, comune situato alle pendici del Monte Subasio, a soli 5 chilometri da Foligno. E proprio Spello è uno degli ultimi comuni del nostro itinerario, che chiuderà il suo percorso circolare facendo ritorno a Perugia.

Nel mezzo però, una piccolissima deviazione di tutto rispetto, che vi porterà a conoscere Assisi che, con il suo ineguagliabile mix di natura, arte e sentimento religioso merita pienamente di essere considerata uno dei gioielli umbri. Città medievale con i suoi monumenti Patrimonio dell’Umanità UNESCO, è la chiusura perfetta del nostro viaggio in moto in Umbria: oltre a percorsi religiosi e culturali, anche Assisi saprà infatti allietarvi un’ampia offerta di piatti e vini tipici della tradizione umbra.

Pronti a mettervi in sella? Buon divertimento!

Mara Guarino