Strada Romantica delle Langhe

strada romantica delle langhe

Percorso alternativo alla quasi omonima rotta tedesca, la Strada Romantica delle Langhe è una piacevole scoperta del turismo in Piemonte.

L’itinerario, che si sviluppa lungo un percorso di poco superiore ai 100 chilometri, è suddiviso in undici tappe e attraversa i luoghi che, dal 2014, sono Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

Un susseguirsi armonico di piccoli borghi, ampie distese di vigneti, terrazze panoramiche straordinarie. Qui il romanticismo si esalta nella visione, si palesa sulle tavole, è tanto elegante quanto discreto. È un percorso per il mototurista che vuole qualcosa in più dalle semplici curve.

Se si viaggia in dolce compagnia, questo angolo di Piemonte è decisamente capace di regalare il weekend più bello, il più meritato, il più atteso. Lo fa senza strafare, ma conducendoci chilometro dopo chilometro verso luoghi dalla bellezza opulente.

Pronti a partire verso la Romantische Straße d’Italia?

Tutto quello che c’è da sapere sulla Strada Romantica delle Langhe

Geografia

Non ci vuole un indovino per capirlo: siamo in Piemonte, più precisamente nella meridionale provincia di Cuneo. Un territorio a prevalenza collinare, a metà strada tra le Alpi Marittime e le propaggini più occidentali della Pianura Padana.

La Strada Romantica delle Langhe tocca undici comuni:

  • Vezza d’Alba (punto più settentrionale)
  • Magliano Alfieri
  • Neive
  • Treiso
  • Trezzo Tinella
  • Benevello
  • Sinio
  • Cissone
  • Murazzano
  • Mombarcaro
  • Camerana (punto più meridionale)

Ciascuno di questi comuni ha un assetto tipicamente collinare, con un’altitudine media intorno ai 300 metri a Vezza d’Alba e superiore ai 500 m presso Camerana. Quest’ultima, infatti, appartiene alla Comunità montana Alta Langa e Langa delle Valli Bormida e Uzzone.

Vezza d’Alba dista 53 chilometri da Torino e soli 9 dalla città del tartufo.

Le tappe

Per ciascuna delle undici tappe della Strada Romantica delle Langhe c’è qualcosa di speciale da vedere. Storia, natura, i temi della letteratura e dell’enogastronomia si incontrano in questo floridissimo angolo del Piemonte.

Del resto Langhe, Roero e Monferrato – le zone del vino e del tartufo – sono da sempre una pietra miliare del turismo piemontese. Luoghi dove si vive un’esperienza di viaggio straordinaria, scoprendo tesori più o meno conosciuti.

La stessa Vezza d’Alba, punto di partenza del tour, è una delle città del tartufo piemontese, che negli anni ha visto tra i suoi ospiti d’eccezione Gioacchino Rossini e Marilyn Monroe, la diva per eccellenza della Hollywood post-bellica.

Magliano Alfieri è la città dei castelli, con le sue antiche fortificazioni e la vicina Neive (che abbiamo scoperto durante la seconda tappa di Sali a Borgo, con Roberto Parodi) è terra di grandi vini, con un elogio diffuso al Barolo, al Nebbiolo e al Dolcetto.

A Treiso si ricordano i combattenti della Resistenza, grazie alla narrazione del grande scrittore Beppe Fenoglio, mentre Trezzo Tinella è una delle terrazze panoramiche d’autore della Strada Romantica delle Langhe.

Proseguendo verso Benevello e Sinio, la natura si apre in fitti boschi e spazi coltivati, raccontando le due anime del Piemonte: quella più selvaggia e incontaminata a confronto con un territorio addomesticato agli usi dell’uomo.

Cissone, Mombarcaro e Camerana parlano anch’essi di natura: la terra ricca e forte, le Sorgenti del Belbo e il mare, che sebbene non bagni queste terre è – almeno a colpo d’occhio – più vicino di quanto ci si aspetti.

Cosa vedere lungo la Strada Romantica delle Langhe

Abbiamo parlato delle undici tappe della Strada Romantica delle Langhe, sì, ma quali sono i punti irrinunciabili di questo pregiato percorso turistico?

Molti gli edifici storici, come il Santuario della Madonna dei Boschi (Vezza d’Alba) o la Chiesa della Santissima Assunta (Camerana), quest’ultimo che ospita un originale altare di marmo policromo.

Mombarcaro merita la visita per il suo poggio che, alto 896 metri, domina l’intera vallata delle Langhe regalando panorami mozzafiato. Qui è possibile visitare il Parco letterario delle Langhe, dove vengono ricordati i personaggi e le opere di Fenoglio, Pavese, Monti, Lajolo, Arpino e Alfieri.

A Magliano Alfieri si visita l’antico castello dove visse Vittorio Alfieri, uno dei nomi altisonanti della letteratura italiana, mentre a Neive meritano una visita i noccioleti, simbolo dell’industria dolciaria del Piemonte.

Miglior periodo per andare

Il Piemonte è una regione accogliente, vasta e dai panorami così eterogenei che può essere scoperta durante tutto l’arco dell’anno. Ciò nonostante, la Strada Romantica delle Langhe e del Roero regala i paesaggi migliori nelle prime fasi dell’autunno.

In questo periodo infatti i colori si fanno più intensi, le strade si popolano del profumo intenso del mosto e gli eventi gastronomici – soprattutto quelli legati al tartufo – animano i borghi.

Se l’inverno e l’estate, con le loro temperature estreme e agli antipodi, sono scelte per pochi intenditori la primavera riesce invece a regalare il risveglio della natura, che valorizza ancor più questo territorio.

Strada Romantica delle Langhe in moto

Mappa

Percorso

Le possibili varianti della Strada Romantica delle Langhe e Roero sono diverse, ma il percorso tradizionale si estende da Vezza d’Alba a Camerana.

L’itinerario, che ha una lunghezza di 103 chilometri in questa versione, segue la direttrice nord-ovest/sud-est. Le tappe, numerose, suggeriscono un suo svolgimento in due giorni, benché la distanza non sia così ampia.

Lasciata Vezza d’Alba, proseguiamo lungo la SP176/177 in direzione di Magliano Alfieri, che raggiungiamo in appena 9 chilometri. La tappa successiva, Neive, ci permette di superare il Tanaro (uno dei più lunghi fiumi del Nord Italia): ci arriviamo in soli 10 chilometri, seguendo le indicazioni lungo la Provinciale 3.

Meno antropizzato è il tratto di terreno che, passando per Treiso e Trezzo Tinella (SP138/SP230) ci porta fino a Benevello in appena sedici chilometri.

Molto piacevole, con curve e saliscendi, il percorso che ci porta a Sinio attraversa le due località di Tre Cunei e Albaretto della Torre. Qui si può sostare, anche sul ciglio della strada, per godere dei magnifici paesaggi della zona.

Siamo nelle Langhe, simbolo stesso dell’iconografia piemontese fuori dai confini regionali. La SP32 è la nostra direttrice inconfondibile: da Cissone ci porta infatti direttamente a San Benedetto Belbo (dove si trova un Parco Safari) e a Murazzano.

Le ultime due tappe, Mombarcaro e Camerana, possono essere raggiunte nell’ordine che si preferisce. Per la bellezza della zona, vale la pena lasciare Camerana per ultima, così da raggiungere la Riserva Naturale delle Sorgenti del Belbo.

Da qui si può rapidamente raggiungere la Liguria tramite l’Autostrada A6 Torino-Savona, la Verdemare.

Stefano Maria Meconi

Responsabile editoriale di TrueRiders sin dal 2015

STRADA ROMANTICA DELLE LANGHE

  • Lunghezza (km): 103
  • Durata: 2 ore e mezza
  • Partenza: Vezza d'Alba
  • Arrivo: Camerana
  • Principali località attraversate: Magliano Alfieri, Neive, Treiso, Trezzo Tinella, Benevello, Sinio, Cissone, Murazzano, Mombarcaro