TrueRiders

Tour in moto dei Castelli Romani, itinerario su due ruote nel Lazio

Rocca di Papa

Un itinerario in moto ai Castelli Romani, la zona sud della provincia di Roma famosa per i bellissimi monumenti, paesaggi da sogno e una gastronomia d’eccezione.

Caro amico rider, se quello che cerchi in un itinerario in moto nel Lazio sono panorami unici su mare e montagna, e tanti spazi dove fermarti per assaporare prodotti dolci e salati unici, i Castelli Romani in moto fanno davvero al caso tuo, e in questo itinerario, diviso su quattro giorni, scoprirai perché.

Pronto a farti… una gita a li Castelli?

Mappa

Informazioni utili

  • Lunghezza: 69 chilometri
  • Durata: 2 ore
  • Partenza: Frascati
  • Arrivo: Monte Porzio Catone
  • Principali località attraversate: Grottaferrata, Marino, Castel Gandolfo, Ariccia, Albano Laziale, Genzano di Roma, Velletri, Nemi, Rocca di Papa, Rocca Priora, Monte Compatri

Castelli Romani in moto. L’itinerario

Il nostro tour dei Castelli Romani in moto parte da Frascati, comune alle porte di Roma molto conosciuto per le Ville Tuscolane, dodici residenze nobiliari del passato di grande bellezza. Dedichiamo la mattinata alla cittadina, e poi percorriamo la SS215 in direzione Grottaferrata. Fermiamoci a gustare un brunch alla Dolceria Peppa, e poi spostiamoci verso l’Abbazia di San Nilo. Questo meraviglioso complesso, costruito nei primi anni 1000, è una delle abbazie più conosciute e apprezzate d’Italia.

Una volta lasciata Grottaferrata alle spalle, ci dirigiamo verso la località Squarciarelli, e da qui giriamo in direzione Marino. Il grande comune castellano ospita da oltre 90 anni la Sagra dell’Uva, un evento che richiama ogni anno centinaia di migliaia di turisti da tutta Italia, grazie all’atmosfera conviviale e alle “fontane che danno vino”, vera attrazione popolare.

Ripartiamo da Marino e ci dirigiamo verso Castel Gandolfo. Siamo sulla Via Appia, la storica direttrice tra Roma e Brindisi, e sulla nostra sinistra si aprono le bellissime terrazze sul Lago Albano, uno dei due laghi vulcanici dei Castelli Romani (insieme a quello di Nemi, che vedremo in seguito). Il bel borgo di lago ospita, già da secoli, la residenza estiva del Papa, e per questo è sempre molto frequentato dai turisti, che in più possono apprezzarne l’ottima gastronomia.

Dopo aver visitato il centro, ed esserci fermati a pranzo nella bellissima Enoteca del Lago, riprendiamo il nostro itinerario in direzione di Albano Laziale, che dista solo alcuni chilometri. Qui possiamo scoprire dei luoghi unici, dall’Anfiteatro Romano al Sepolcro degli Orazi e Curiazi, ma anche scoprire le belle botteghe del centro e rilassarci a Villa Doria.

Castelli Romani in moto, Nemi
Castelli Romani in moto: Nemi, il borgo delle fragole e dei fiori

Ci spostiamo a Genzano di Roma, la città dell’Infiorata e del Pane IGP. Passeggiamo tra il centro storico, ne ammiriamo le chiese e i palazzi,  prima di ripartire in direzione Velletri, il punto più meridionale del nostro itinerario. L’antica Velitrae è uno dei comuni liberi più antichi d’Italia, patria della famiglia di Ottaviano Augusto e città dalle mille sorprese, come si può intuire percorrendone i grandi viali alberati e gli stretti vicoli del borgo.

Dopo la visita, ripartiamo alla volta Nemi, il borgo delle fragole. Questo piccolo paese è affacciato sulle sponde del Lago omonimo, nel quale l’imperatore Caligola fece costruire due enormi “navi-città” per i suoi festini pieni di eccessi. Dopo aver gustato una coppa di fragoline con panna, ci immergiamo nei boschi che ci separano da Rocca di Papa, la nostra prossima meta.

Dopo aver dedicato un po’ del nostro tempo all’esplorazione di Rocca di Papa e del suo borgo medievale, dominato dalla Fortezza Pontificia, ci dirigiamo verso Rocca Priora, il comune più alto dei Castelli Romani, con i suoi quasi 800 metri, dominato dal bel profilo del Castello Savelli. Da qui, un bel sentiero lungo il territorio del Parco Regionale dei Castelli Romani ci conduce alla penultima tappa di questo tour, la bella cittadina di Monte Compatri che, con il suo borgo arroccato sul colle, con vista su Roma, ben rappresenta lo spartiacque tra Roma e Castelli.

Ci fermiamo a pranzare nel piacevole ristorante Il Monticello, e poi ripartiamo, diretti all’ultimo dei castelli di questo tour: Monte Porzio Catone. Città del vino, del quale insiste sul territorio un interessante Museo Diffuso, Monte Porzio è altresì conosciuta per le bellissime stradine e piazzette che definiscono il borgo, anticamente circondato da mura.