TrueRiders

Atene e Sparta, itinerario in moto in Grecia

Monastiraki Atene

Le guerre tra Atene e Sparta, chi non le ha studiate a scuola? Ora che la prima è capitale della Grecia (pacificata), e la seconda una piccola città di periferia, è ora di riscoprirle… su due ruote!

Oggi vogliamo proporvi questo itinerario un po’ curioso, e un po’ particolare, che in poco meno di 250 chilometri mette in comunicazione una delle più belle capitali d’Europa, con una località apparentemente ininfluente, ma che tanti secoli fa diede filo da torcere alla culla della filosofia.

Un bel percorso tra le strade della Grecia centro-meridionale, passando per la costa egea fino a Corinto, e di qui proseguendo nell’entroterra del Peloponneso, la storica penisola che “battagliava” con l’Attica, dove sorge Atene. Insomma, un itinerario in moto nella storia, ma anche tra panorami da scoprire.

Informazioni utili

  • Lunghezza: 241 chilometri
  • Durata: 3 ore e mezza
  • Partenza: Atene
  • Arrivo: Sparta
  • Principali località attraversate: Corinto, Argos

Da Atene a Corinto

Città che porta sulle sue spalle millenni di storia, Atene è una sorta di Roma ancora più antica. Le vestigia del Partenone, che la dominano dall’alto, si incontrano con l’attrattività delle zone popolari, come Plaka e Monastiraki, dove colori e sapori rendono il viaggio emozionante.

Lasciamo il centro città, e partiamo per questo viaggio in moto sui sentieri della storia. Dal centro, prendiamo la Strada A8 in direzione di Korinthou/Elefsina, e proseguiamo per circa 24 chilometri sulla litoranea E94/Strada 8 che oltrepassa Megara, toccando Kineta e Isthmia, la città dove termina il canale di Corinto.

Da qui, proseguiamo per una decina di chilometri, oltrepassando la Strada 8 e dirigendoci verso Athinon/Eth. Antistaseos, che ci permetterà, in pochi chilometri, di raggiungere il centro di Corinto, situata nel Golfo di Corinto, una “riduzione” del Mar Egeo delimitata dallo stretto di Patrasso.

Da Corinto ad Argos

L’antichissima città-stato greca ha seguito numerose vicende storiche, legate soprattutto alla riannessione ottocentesca alla Grecia e, a fine Ottocento, alla costruzione del canale che permise per la prima volta di congiungere Ionio ed Egeo senza circumnavigare l’intero Peloponneso.

Dopo averne visitato le splendide tracce storiche, come i resti del Tempio di Corinto, ripartiamo in sella alla moto con destinazione intermedia Argos. Oltrepassata Corinto, ci immettiamo sulla EO Korinthou Argous (Strada statale 7) in direzione Argos, che raggiungiamo abbastanza agevolmente, al termine di un percorso di poco superiore ai 50 chilometri, e che corre lungo l’entroterra del Peloponneso, tra monti brulli e sprazzi di natura da scoprire.

Da Argos a Sparta

Argos (o meglio sarebbe dire Argos-Mykines, com’è conosciuta dal 2011) è una delle città più antiche della Grecia, con splendide tracce delle civiltà passate, e numerosi monumenti da scoprire, tra i quali la Chiesa turca Merbaka, il Kastro (o Castello); Argos, peraltro, è la città dalla quale proverrebbero i Bronzi di Riace, le storiche statue bronzee conservate oggi a Reggio Calabria, in Italia.

Lasciata Argos, ci immergiamo nuovamente nel Peloponneso, tranne un piccolo tratto di strada “bagnato” dal Golfo Argolico, per raggiungere l’antica Sparta. Per farlo, proseguiamo sulla EO Argous Tripoleos per 46 chilometri, in direzione di Tripoli (nome molto comune nel Mediterraneo, trovandosene esempi in Libia e Libano), e da qui proseguendo sul percorso della E961 o Tripolis Sartiis/E039, dalla quale deviamo all’altezza di Afisio, per raggiungere (dopo 5 chilometri) Sparta, splendidamente distesa su una collina in mezzo alla natura, e la cui grandezza del passato è poco nota, se non nel nome.